KWANNON

Nome: Kwannon

Alias: Psylocke, Revanche

Poteri: telepatia, telecinesi. I suoi poteri mentali si manifestano sotto forma di farfalla, pugnale o katana psichiche.

Team: Mano, X-Men, Sorellanza delle Mutanti, Hellions (Krakoa), Marauders (Krakoa)

Nazionalità:

1 app.: Uncanny X-Men #256

1 app.Italia: Gli Incredibili X-Men #42

Creatori: Fabian Nicieza, Andy Kubert

Curiosità: il nome Kwannon o 観音 in carattere Kanji, potrebbe derivare dalla traslitterazione in giapponese corrente della parola Kan’non, bodhisattva della misericordia. Data la natura intricata della sua storia, che si interseca con quella di Elisabeth “Psylocke” Braddock, si è deciso di indicare come Psylocke la Braddock e come Psylocke/Kwannon la ninja.

Storia:

Kwannon era una ninja della Mano, cresciuta fin dalla nascita per essere un’assassina, come un bruco che si evolverà in farfalla; durante il suo trascorso con la Mano, ha cominciato a cambiare atteggiamento dopo essersi innamorata di un giovane, dando anche alla luce una figlia; la cosa non poteva essere accettata dalla Mano, che ha mandato Apoth a uccidere il suo fidanzato e le ha strappato la figlia appena nata, assassinando anche lei. 

In una contorta dimostrazione di misericordia, la bambina è stata contrassegnata con un tatuaggio a forma di farfalla per renderla riconoscibile se il destino avesse mai riunito madre e figlia. Dotata di abilità telepatiche mutanti, Kwannon, è diventata una spietata assassina della Mano.

Il suo lavoro per Lord Nyoirin ha portato Kwannon in conflitto con il suo amante e rivale, l’assassino della Mano Matsu’o Tsurayaba: dopo essere quasi morta nella battaglia contro Tsurayaba, la Mano, con l’aiuto di Spirale, ha scambiato il corpo di Kwannon, che era in coma, con quello di Betsy Braddock, la x-girl Psylocke che, dopo essere passata attraverso il Seggio Periglioso, era finita spiaggiata sulla riva di un’isola base della Mano. 

Con il suo nuovo corpo, Kwannon/Psylocke è diventata il braccio destro del Mandarino; si è quindi incontrata con Wolverine. Recuperata da Nyorin e Spirale, Kwannon era convinta di essere la vera Betsy Braddock: è stata quindi inviata a uccidere Psylocke/Braddock, infiltrandosi nella X-Mansion e attaccando la x-girl che aveva suo corpo originale.

Dopo essere stata fermata dagli X-Men, Kwannon ha sostenuto che Psylocke era un’impostora; ha assunto il nome in codice di Revanche, si è unita agli X-Men, impedendo però al Professor X di leggere la sua mente per discernere la verità. Il gruppo è anche andato fino in Giappone in cerca di risposte, ma, seppur dopo aver trovato il diario di Nyoirin e aver incontrato Tsurayaba, non sono riusciti a venire a capo degli eventi.

Dopo aver contratto il virus Legacy, e aver rimosso gli occhi cibernetici impiantatile da Spirale su ordine di Mojo, per spiare gli X-Men, ha scoperto la sua vera natura ed è stata uccisa, su sua richiesta, da Tsurayaba in un atto di pietà. Nei suoi ultimi momenti, Kwannon lasciò in eredità un frammento delle sue energie psioniche a Tsurayaba, un gesto che gli permise di ripristinare la mente di Psylocke/Braddock, che ha continuato a vivere nel corpo della Kwannon: quando però è stata uccisa dal vampiro psichico Sapphire Styx, ha ricostruito telecineticamente il suo corpo originale, mentre la Kwannon è stata rianimata nel suo.

 

Restituita al suo legittimo corpo, Kwannon si è nuovamente unita agli X-Men: quando hanno affrontato la Confraternita dei Mutanti Malvagi nella Transia Orientale, hanno scoperto che il leader dei loro nemici Magneto era, in realtà, il clone Joseph. Kwannon è intervenuta decapitando con la sua katana Joseph, dopodiché gli X-Men hanno deciso di confinare Kwannon/Psylocke su Utopia, ma è stata liberata da Wolverine, in cerca di assistenza per vendicare la morte di Wolfsbane.

Usando le sue capacità telepatiche, Kwannon ha rintracciato gli assassini di Wolfsbane e condiviso i loro ricordi con Wolverine per confermare l’omicidio. Sempre al fianco di Wolverine, si è battuta contro il nuovo Club Infernale; durante la battaglia, Kwannon è stata sconfitta da Mystica.

Dopo la fondazione dell’isola mutante di Krakoa, Kwannon, eletta come uno dei capitani dell’isola, ha rivendicato il nome in codice Psylocke, mentre la Braddock ha assunto il ruolo di nuovo Capitan Bretagna. Sull’isola, Psylocke ha cercato l’assistenza di Sinistro nel tentativo di vendicarsi di Apoth: aiutata da X-23 e Cable, sono andati in Giappone, dove hanno scoperto che Apoth sfuttava bambini per diffondere il farmaco chiamato Overclock. 

Quando ha scoperto che Sinistro aveva la coscienza della figlia di Kwannon, perduta ai tempi della Mano, si è alleata con lui, assumendo, su richiesta di Ciclope, il ruolo di supervisore del gruppo degli Hellions, formato da membri instabili e violenti. La loro prima missione è stata distruggere l’orfanotrofio dove si trovava la fabbrica di cloni dei Marauders di Sinistro. Al loro arrivo si sono scontrati con dei cloni dei Marauders, modificati dalla Regina dei Goblin, che è stata uccisa per mano di Greycrow, anche lui membro dei nuovi Hellions.

Prima dell’inizio del torneo indetto per risolvere le tensioni tra Krakoa e Arakko, agli Hellions è stata assegnata la missione di infiltrarsi e sabotare le forze di quest’ultimo: ad Arakko, hanno dovuto affrontare i Locus Vile, e hanno però anche scoperto che il loro vero obiettivo era raccogliere materiale genetico Arakki per gli esperimenti di Sinistro. 

Una volta tornati su Krakoa, gli Hellions sono stati assassinati dallo stesso Sinistro, così da coprire le sue azioni. Dopo essere stati resuscitati, la maggior parte degli Hellions hanno messo in dubbio le motivazioni di Sinistro su Arakko, ma Psylocke/Kwannon l’ha difeso; è stato rivelato che la sua lealtà nei confronti del genetista era dovuta al fatto che aveva recuperato sua figlia, ora esistente in forma cibernetica.

Sinistro ha fatto allora in modo che gli Hellions venissero rapiti da Arcade e sottoposti a giochi mentali da Mastermind all’interno di Murderworld, con però l’intento di prenderne il controllo. Intrappolata in un’illusione, Kwannon è stata costretta a credere d’aver trascorso decenni costantemente braccata dalla Braddock. 

Dopo essersi liberata e aver sconfitto Arcade, Sinistro le ha rivelato il suo intento di usare la tecnologia di Murderworld per far rivivere la figlia di Kwannon, e che se il Quiet Council fosse venuto a conoscenza di ciò, avrebbe bloccato e distrutto le sue ricerche. Psylocke/Kwannon ha unito le forze con Excalibur dopo che la Bradock era scomparsa a seguito di un duello contro Isca l’Imbattuta; Psylocke ha liberato l’anima di Elisabeth inseguendola attraverso Avalon. Quando s’incontrarono, hanno finalmente parlato del loro legame. Psylocke ha allora proposto di ospitare ancora una volta, seppur temporaneamente, la psiche di Braddock nel proprio corpo per completare la sua resurrezione. 

Excalibur ha così appreso che il corpo della Braddock era stato precedentemente posseduto da Malice che, rintracciata su Krakoa da Psylocke/Kwannon, è stata giustiziata distruggendo la collana che conteneva la sua essenza. A Malice è stata comunque concessa una seconda possibilità facendola risorgere dai Cinque in un nuovo corpo.

Quando i Locus Vile hanno cercato vendetta nei confronti degli Hellions, Greycrow e Havok, scoperta la verità sull’inganno di Sinistro, volevano distruggere Murderworld, ma Psylocke/Kwannon li ha fermati spiegando che all’interno c’era l’unica possibilità di riportare in vita sua figlia. Empath tuttavia, agendo sotto gli ordini di Emma Frost, ha obbligato Havok a distruggere la struttura.

Salvati dalle macerie e riportati a Krakoa dagli X-Men, Psylocke/Kwannon ha scoperto che il Quiet Council ha scelto di nascondere le trasgressioni di Sinistro per via della sua importanza nella società mutante. Disillusa, Kwannon ha deciso di recidere i legami sia con gli Hellions che con Krakoa, tornando ad essere un’assassina solitaria.rendere la sua vita come assassina solitaria destinata alla morte e alla miseria.

E’ stata però scelta dal Quiet Council per diventare uno dei Grandi Capitani di Krakoa: prima di abbandonare l’isola è stata informata che Tata aveva adottato una AI neonata che era stato catturata dal Right, spingendo il Creatore di Orfani a tentare di recuperarla. In qualità di Capitano di Krakoa, Psylocke/Kwannon ha insistito per aiutare il Creatore di Orfani da sola, ma i suoi ex compagni Hellions hanno deciso di sostenerla. Dopo aver preso d’assalto la base, Creatore di Orfani ha salvato il bambino, ma, quando il codice di quest’ultimo si è attivato, ha attaccato Tata; accecato dalla rabbia, Creatore di Orfani ha ucciso tutti gli scienziati e i soldati del Right, inclusi due innocenti ranger del parco che stavano cercando di calmarlo.

Poiché uccidere gli umani infrangeva una delle leggi cardinali di Krakoa, gli X-Men sono intervenuti, poi la questione è stata portata al Quiet Council, dove gli Hellions e Nightcrawler hanno cercato di difendere il Creatore di Orfani. Nonostante ciò, il Consiglio l’ha giudicato colpevole; la Tata ha chiesto di essere esiliata con lui, minacciando di uccidere tutti gli esseri umani necessari per ottenere il suo fine.

Dopo l’esilio di Creatore di Orfani e Tata, i membri della squadra hanno preso strade separate: Empath ha cercato di ricongiungersi ai suoi compagni di squadra originali i Satiri ex alunni di Emma Frost, ma è stato respinto. Psylocke/Kwannon ha convinto Greycrow a non uccidere Empath, e i due hanno cominciato una relazione.

Ancora in lutto per la perdita di sua figlia, Psylocke/Kwannon è stata reclutata da Kate Pryde per unirsi all’equipaggio dei suoi Marauders: guidati da Cassandra Nova, si sono diretti verso la Galassia Shi’ar per salvare la prima generazione di mutanti. Durante la missione, Psylocke/Kwannon ha esplorato la mente di Chronicle, un agente dei Kin Crimson. Ha appreso che, miliardi di anni fa, una società mutante conosciuta prosperava sulla Terra, ma venne massacrata mentre combatteva contro gli Shi’ar preistorici. Con queste informazioni, i Marauders hanno viaggiato indietro nel tempo per raccogliere l’essenza di alcuni di questi mutanti. 

Prima di tornare al presente, Cassandra Nova ha ampliato le capacità psichiche di Psylocke/Kwannon, permettendole di cancellare i ricordi di coloro che avevano assistito al loro intervento: i dati raccolti hanno consentito la resurrezione di tre di questi mutanti primordiali, spingendo i Marauders a viaggiare nel tempo per dar la loro assistenza nell’antica guerra del genere mutante. Al loro arrivo hanno affrontato Sublime e Stryfe. Tornati al presente Capitan Marvel ha reclutato Psylocke/Kwannon in una squadra di mutanti, per recuperare Rogue, infetta dalla Covata: durante la missione, Capitan Marvel ha condiviso psichicamente informazioni con Psylocke/Kwannon su Sora, sua figlia viva di una linea temporale futura alternativa.

Durante il Gala Infernale, l’organizzazione anti-mutante Orchis ha masssacrato la maggior parte degli X-Men, costringendo i sopravvissuti ad essere banditi ed esiliati. Psylocke/Kwannon è stata tra i pochi mutanti che sono riusciti a sopravvivere e a entrare in clandestinità. Si è infiltrata nel Centro Henry Gyrich per gli Studi Comportamentali, in realtà un campo di concentramento per mutanti, per liberare i prigionieri.

E’ stata quindi arruolata da Capitan America per unirsi alla sua nuova Avengers Unity Squad, con l’obiettivo comune di sconfiggere Orchis. Nella loro prima missione hanno combattuto il Nuovo Fronte di Liberazione Mutante, guidato dall’impostore Capitan Krakoa.