KITTY PRYDE (SHADOWCAT)

Nome: Katherine Anne “Kitty” Pryde

Alias: Shadowcat, Sprite, Kate, Ariel, Star-Lord, Regina Rossa

Poteri: attraversare qualsiasi oggetto solido si trovi sul suo cammino, riuscendo a “slegare” i propri atomi ed a passare tra gli spazi atomici di qualsiasi oggetto o materiale decida. Può anche estendere questo status d’intangibilità ad una dozzina di persone o di oggetti (aventi la stessa massa) attorno a lei, purché mantengano un contatto fisico. Riesce ad annullare i campi elettrici ed a mandare fuori controllo qualsiasi meccanismo elettronico stia attraversando, e grazie all’assenza di peso dovuto all’intangibilità, il suo corpo ha la capacità di levitare letteralmente nell’aria. Dotata di un altissimo quoziente intellettivo, è un genio dei computer.

Team: X-Men, X-Treme X-MenExcalibur, Nuovi Mutanti, Guardiani della Galassia, Marauders

Famiglia: Carmen Pryde (padre), Theresa Pryde (madre)

Nazionalità:

1 app. Gennaio 1980 – Uncanny X-Men n.129

1 app. Italia: Uomo Ragno n.11 (ed.Star Comics)

Creatori: Chris Claremont, John Byrne

uncanny x men 129

Curiosità:

  • Il personaggio di Kitty Pryde, nella mente del suo creatore Chris Claremont, doveva essere bisessuale; la cosa all’epoca non è però mai stata menzionata per via del Comics Code Authority. Quando è stata poi resuscitata a Krakoa, ed è diventata la Regina Rossa, viene mostrato il bacio fra lei e la tattuatrice, confermando così la sua bisessualità.
  • Nella cultura popolare, il personaggio di Kitty Pryde è molto presente: viene menzionata nella canzone “Missing Link” dei Dinosaur Jr e Del the Funkee Homosapien, parte della colonna sonora del film Cuba Libre – La Notte del Giudizio (1993, Judgement Night), e nella canzone dei Weezer “In the Garage” contenuta nell’album “Weezer (The Blue Album)” del 1994. Viene nominata anche nella canzone “An Ounce Of Prevention” dei ...And You Will Know Us by the Trail of Dead, dall’omonimo album del 1998.
Concept originale di John Byrne (1978)
Concept originale di John Byrne (1978)
  • Viene citata anche da Edward Norton, protagonista de La 25esima Ora di Spike Lee, che esprime il desiderio di essere “quella ragazza degli X-Men… quella che può camminare attraverso i muri”.
  • Kitty Pryde appare nel romanzo X-Men/Star Trek: Planet X (Michael Jan Friedman, 1998). Qui viene esaminata da Geordi La Forge, che nota le somiglianze tra la sua abilità e lo spostamento del cronitone che lui e Ro Laren hanno sperimentato nell’episodio di Star Trek: The Next Generation “La fase successiva” (1992).
  • Nel Gennaio del 2018, la 20th Century Fox annuncia un film stand-alone su Shadowcat, con alla regia Tim Miller e alla sceneggiatura Brian Michael Bendis. Dopo il passaggio dei diritti degli X-Men alla Disney tuttavia, il progetto viene chiuso.
  • Inizialmente è solo in grado di attraversare gli oggetti solidi; durante la saga “Dio Ama, l’Uomo Uccide” (God Love, Men Kills, 1982), scopre che può rendere intangibili anche altre persone tramite il contatto fisico.

Shadowcat

Storia:

 

Katherine “Kitty” Anne Pryde è la figlia di Carmen e Theresa Pryde, nata a Deerfield, un sobborgo di Chicago, in Illinois: all’età di tredici anni, iniziò a soffrire di mal di testa sempre più intensi, conseguenza dell’emergere del suo potere mutante di passare attraverso la materia solida.

Il Professor Charles Xavier localizzò Kitty e decise di reclutarla per la sua Scuola per Giovani Dotati, e forse, in futuro, come nuovo membro dei suoi X-Men. Anche la Cerchia Interna del Club Infernale venne a conoscenza della sua esistenza e la Regina Bianca, Emma Frost, andò a invitare Kitty nella sua Massachusetts Academy, nel tentativo di farla unire ai suoi studenti, i Satiri.

Mentre Charles parlava con i suoi genitori, Tempesta la portò fuori per un gelato: all’improvviso tre mercenari del Club Infernale,  guidati dalla Regina Bianca, irrompono nel negozio per rapire Ororo.

Shadowcat

Gli X-Men furono sopraffatti e presi come prigionieri: non volendo abbandonare Tempesta e gli altri, Kitty si nascose a bordo dell’hovercraft del Club Infernale e trovò gli X-Men rinchiusi in gabbie nel complesso delle Frost International. 

Tempesta diede a Kitty il numero di telefono degli X-Men e le chiese di chiedere aiuto: Fenice, Ciclope e Nightcrawler arrivarono giusto in tempo per salvarla dai mercenari del Club Infernale. Dopo questa avventura, il padre di Kitty si infuriò con Xavier per il pericolo in cui credeva di aver messo sua figlia.

I genitori di Kitty le permisero ugualmente di iscriversi alla Scuola per Giovani Dotati del Professor Xavier dove divenne subito membro degli X-Men. Durante la sua prima sessione di addestramento nella Stanza del Pericolo, Kitty affrontò facilmente uno scenario che aveva richiesto settimane al Professore per essere programmato.

Tempesta battezzò Kitty con il suo primo nome in codice, Sprite, e la portò a lezioni di ballo nello studio di Stevie Hunter. Kitty si innamorò di Colosso, colpita fin dal suo primo incontro, quando Xavier andò a casa dei suoi, accompagnato da Tempesta e, appunto, da Colosso, ma si sentiva a disagio con Nightcrawler per via della sua somiglianza a un demone.

Trent’anni avanti in un possibile futuro, Rachel Summers usò i suoi poteri psichici per scambiare la coscienza della Kate Pryde adulta del suo tempo con quello della Kitty adolescente del presente; questo nella speranza che potesse avvertire gli X-Men del progetto di omicidio del Senatore Robert Kelly da parte della Confraternita dei Mutanti Malvagi, in modo che potessero fermarlo, impedendo così la catena di eventi che porterebbero al suo futuro distopico. 

Dopo che gli X-Men salvarono il Senatore Kelly, la coscienza di Kate Pryde lasciò la Kitty adolescente tornando alla sua linea temporale, scoprendo però che non era cambiata., ma aveva solamente creato una linea temporale alternativa.

La vigilia di Natale, Kitty, rimasta da sola allo Xavier Institute, distrusse un demone N’Garai. Poi subì il tentato rapimento da parte dal mutante Calibano, che però era solamente alla goffa ricerca di farsi degli amici. 

Durante una missione degli X-Men in cui non avrebbe dovuto esserci, Kitty si intrufolo e venne quasi uccisa da Magneto, cosa che fece finalmente capire a Erik che non stava diventando migliore dei nazisti che avevano sterminato la sua famiglia.

I genitori di Kitty riconsiderarono la loro decisione di mandarla alla Scuola di Xavier e la iscrissero alla Massachusetts Academy; dopo che gli X-Men sconfissero ancora una volta Emma Frost, che aveva preso possesso del corpo di Tempesta, ed il Club Infernale, Kitty tornò all’Istituto di Xavier.

Per salvare Illyana Rasputin, la futura Magik, sorella di sei anni di Colosso, rapita dal demone Belasco, gli X-Men si recarono nel Limbo: qui Kitty venne molestata da una versione alternativa di Nightcrawler, ma riuscì a salvare la piccola Illyana, che, a causa della sua prigionia nel Limbo, dove il tempo trascorre in maniera differente rispetto alla Terra, tornò da loro all’età di tredici anni. Kitty e Illyana, ora quasi coetanee, divennero molto amiche, al punto da diventare coinquiline e frequentare lo stesso studio di danza.

Quando la Covata impiantò embrioni in tutti gli X-Men, Kitty incontrò Lockheed, un alieno simile ad un piccolo drago. Mentre gli X-Men erano nello spazio, Xavier formò una nuova squadra di mutanti, i New Mutants, la maggior parte dei cui membri erano più vicini a Kitty per età rispetto agli altri X-Men.

Questa volta, li avrebbe addestrati solo all’uso dei loro poteri e non li avrebbe mandati in combattimento. Ponendo fine al suo status di X-Men e spostandola nei New Mutants, Xavier fece infuriare la giovane Kitty; il Professore alla fine però cedette e mantenne Kitty negli X-Men dopo averlo impressionato sconfiggendo due Sidri con l’aiuto di Lockheed, ora suo compagno fedele.

In questo periodo Kitty e Colosso si sono avvicinati e iniziarono a frequentarsi: lei era rimasta colpita da Pitor già al suo primo incontro, ma la loro timidezza li aveva finora bloccati. Kitty inoltre si arrabbiò per il divorzio dei suoi genitori.

Quando gli X-Men affrontarono Dracula che reso Tempesta una vampira, Kitty fu temporaneamente posseduta da Lilith e morse Colosso. Dracula alla fine venne sconfitto e Lilith lasciò il corpo di Kitty.

Gli X-Men incontrarono la comunità sotterranea di mutanti nota come Morlocks, dopo che avevano rapito uno dei loro ex membri, Angelo: Kitty promise di sposare Calibano, in cambio dell’aiuto per salvare la vita di Colosso e degli X-Men. Alla fine però non mantenne la sua promessa e tornò con gli X-Men. Abbandonò il suo nome in codice, Sprite, per la quello scelto dal Professore, Ariel.

Mentre combatteva la Confraternita dei Mutanti Malvagi, Colosso venne congelato in azoto liquido; mentre cercava di salvarlo, Kitty fu rapita da Callisto, che intendeva farle mantenere la sua promessa di sposare Calibano, che però la liberò dal suo voto, sperando che un giorno sarebbe tornata da lui di sua spontanea volontà.

Kitty iniziò a passare del tempo con il suo amico, Doug Ramsey, un altro genio del computer, e insieme hackerarono i file del Progetto Wideawake. Colosso iniziò ad essere geloso e a dubitare del rapporto fra lei e Doug, che chiese a Kitty di accompagnarlo alla Massachusetts Academy, dove aveva ricevuto una borsa di studio.

Credendo che Emma Frost fosse in coma, Kitty andò ma furono entrambi catturati dalla Regina Bianca: vennero salvati dai New Mutants. A causa della sua relazione con l’aliena Zsaji, poi morta, Colosso lasciò Kitty.

Wolverine divenne un mentore per Kitty proprio mentre lei scoprì che suo padre faceva affari con dei gangster giapponesi: lo seguì in Giappone ma venne catturata da Ogun, il maestro ninja che un tempo era stato l’insegnante di Wolverine, che prese il possesso mentale della giovane X-Men.

Ogun fece credere a Kitty di essere sua figlia e di essersi allenata nell’arte del ninjutsu: si tagliò i capelli corti e venne inviata ad uccidere Wolverine, che aveva raggiunto il Giappone proprio per salvarla.

Riuscì a ferirlo gravemente, ma, con l’aiuto di Yukio, fu liberata dalla possessione di Ogun. Wolverine cominciò allora ad addestrarla alle arti marziali giapponesi: alla fine del suo addestramento, Kitty assunse il nuovo nome in codice Shadowcat. Andò ad affrontare Ogun in persona e poi, aiutata da Wolverine, lo sconfisse. Tornata negli Stati Uniti, cambiò anche il suo costume.

Dopo essere sopravvissuti ad Arcade e al suo Mondo Assassino, Colosso e Shadowcat decisero di rimanere amici. Combatté poi contro i Gladiatori per salvare Sunspot e Magma ma, durante il combattimento, l’Arcano fece emergere la metà oscura di Magik, il Darkchylde. Teletrasportò i suoi amici nel Limbo e li attaccò, finché Kitty non ha usato la Spada dell’Anima di Illyana su di lei, riportandola alla sua forma naturale.

Kitty ha visitato il National Holocaust Memorial con Magneto, ora membro degli X-Men su richiesta del Professor Xavier, l’Arcano infiltrò una giovane mutante di nome Boom-Boom nell’Istituto e gli X-Men e i New Mutants la attaccarono istintivamente. Si recò poi con gli X-Men ad Asgard per salvare Tempesta e i New Mutants da un complotto ordito da Loki.

Dopo il conflitto, Fenice decise di distruggere l’intero universo e ricominciare tutto da capo, ma senza l’Arcano: dopo aver ascoltato i pensieri di ogni essere vivente esistente però, riportò in vita sia gli X-Men che i Predoni Stellari.

Mentre gli X-Men ricostruivano San Francisco dopo la battaglia contro l’Arcano, lui spazzò via i New Mutants dall’esistenza e la Spada dell’Anima e l’armatura di Magik passarono a Kitty. A causa del legame tra lei e Illyana, solo Kitty conservò il ricordo dei New Mutants fino a quando Arcano non li riportò indietro. 

Dopo essere tornati a New York, gli X-Men si misero sulle tracce di Fenice, che era stata gravemente ferita da Wolverine e Nightcrawler: Kitty ricalibrò Cerebro cosicché potesse essere utilizzato anche dai non telepati.

Durante il Massacro Mutante dei Morlocks da parte dei Marauders, Harpoon ferì gravemente Shadowcat, gettatasi tra lui e Rogue. Sebbene sia sopravvissuta all’attacco, questo influenzò negativamente i suoi poteri e la giovane Kitty iniziò gradualmente a dissiparsi. Venne allora mandata a guarire e riprendersi sull’Isola di Muir.

Le condizioni di Kitty iniziarono a peggiorare e rischiava di dissolversi completamente; non volendo che morisse, Magneto andò da Reed “Mr. Fantastic” Richards dei Fantastici Quattro per usare un dispositivo da lui costruito. Incerto sull’esito, Reed si rifiutò di aiutare Kitty, anche dopo che gli X-Men lo implorarono, cosa che portò i due gruppi a combattere fra loro.

Dottor Destino offrì allora la sua assistenza: grazie anche alla sollecitazione di Franklin Richards, Kitty venne curata dagli sforzi combinati di Destino e Mr. Fantastic.

Durante la sua convalescenza all’Isola di Muir, Kitty assistette a quello che sembrava essere il sacrificio degli X-Men in diretta televisiva, a Dallas. Magik, che stava incolpando Forge per la morte di suo fratello Colosso e degli X-Men, chiese a Kitty di aiutarla ad ucciderlo, ma dopo il rifiuto di quest’ultima, se ne andò infuriata.

Dopo aver fatto lo stesso sogno, Kitty e Nightcrawler capiscono che Rachel Summers potrebbe aver cercato di raggiungerli telepaticamente: vennero però attaccati e catturati da Gatecrasher e dal Technet, assoldati da Saturnyne per eliminare Rachel, Kitty e Meggan. Shadowcat, Nightcrawler, Rachel “Fenice” Summers, Meggan e Capitan Bretagna combatterono allora contro Technet e i Warwolves: Joyboy usò i suoi poteri per renderla grassa. 

Nonostante questa breve battuta d’arresto, i cinque si liberarono e sconfissero sia Technet che i Warwolves, inviati da Mojo per riportare indietro Rachel. Proprio su sollecitazione di Rachel a continuare il sogno del Professor Xavier, Shadowcat e Nightcrawler divennero membri fondatori della squadra britannica mutante detta Excalibur, con base nell’Isola di Muir.

Dopo aver salvato gli ostaggi in una discoteca, Kitty creò un modulo Doppelganger per attirare i restanti Warwolves: venne catturata e scuoiata da un Warwolf, ma Rachel “Fenice” sentì il suo dolore e tenne insieme la sua coscienza, mentre la rintracciava e, con l’intervento di Excalibur, la salvarono, mettendo i Warwolves in uno zoo.

Dopo aver combattuto contro il Fenomeno e un gruppo di prigionieri evasi, Excalibur si trovò ad affrontare i problemi di alcolismo di Capitan Bretagna, trasferendosi nel loro nuovo quartier generale, il Braddock Lighthouse. Sempre con Excalibur, si sono recati a Mondo Assassino di Arcade e combatterono contro la Crazy Gang per salvare l’ex fidanzata di Capitan Bretagna, Courtney Ross. 

Grazie ad un virus informatico creato da Kitty e Doug, inserito nei computer di Mondo Assassino riuscirono ad uscirne, poi, seguendo Rachel, che percepì l’angoscia telepatica del fratellino Nathan Summers, Excalibur si recò all’Empire State Building e combatté i demoni del Limbo durante la saga Inferno.

Shadowcat e Capitan Bretagna vennero trasformati in personaggi cinematografici, ma, grazie all’armatura mistica di Magik e alla Spada dell’Anima, i due si salvarono.

Dopo Inferno, Kitty è tornata alla Scuola Xavier, ora distrutta, per prendere le sue cose e, dopo aver litigato con i New Mutants, con Excalibur ha salvato l’OMS dalla Lightning Force, versioni di realtà alternative di se stessi, dove Kitty ha incontrato Widget.

Kitty si è infatuata dello scienziato dell’OMS Alistair Stuart, che però era attratto da Rachel. E’ stata profondamente colpita dalla morte di Illyana “Magik” a causa del Virus Legacy, mentre cominciò una relazione con il suo compagno di squadra in Excalibur, Peter Wisdom.

A questo punto, G.W. Bridge, il comandante ad interim dello SHIELD, reclutò Kitty per diventare un’agente SHIELD temporaneamente, dato che il sistema informatico dell’Helicarrier non riconosceva nessun utente tranne lei: apprese che ciò era colpa dello spirito del defunto Ogun, che ne aveva preso il controllo. Con l’aiuto di Wolverine riuscì a sconfiggerlo e lo SHIELD riprese il controllo dell’Helicarrier.

Tornata con Excalibur, dopo aver concluso la sua storia con Peter Wisdom, continuò a lavorare con loro fino a quando non decise di tornare negli Stati Uniti e rientrare negli X-Men.

Sconvolta dalla morte di Colosso, il suo ex amato, sacrificatosi per trovare la cura al Virus Legacy che uccise sua sorella Magik, decise di lasciarsi la vita da supereroe alle spalle: tornò a Chicago e ottenne una borsa di studio alla Robert Heinlein University, lavorando in un bar la sera per mantenersi.

Mentre era a Chicago, suo padre morì nell’attacco della Mega Sentinella inviata da Cassandra Nova a Genosha. Dopo aver aggredito un uomo che inveiva contro i mutanti, venne messa in terapia: il gruppo anti-mutante Purity però attaccò, con l’aiuto di Sentinelle, il campus universitario ma Kitty, con l’aiuto di Karma e Shola Inkose, riuscì a fermarli.

Kitty rientrò negli X-Men nella squadra di Tempesta per affrontare il Reverendo William Stryker e Elias Bogan. Poco dopo, Ciclope ed Emma Frost divennero presidi dello Xavier Institute, e Kitty accettò un posto di insegnante, unendosi anche alla squadra di Ciclope. Con questo team, Shadowcat scoprì che Colosso era vivo e veniva usato per estrarre una cura alle mutazioni. Dopo averlo salvato, i due ricominciarono la loro relazione.

La coscienza di Cassandra Nova prese possesso della mente di Emma Frost, nel tentativo di liberarsi anche fisicamente, e Kitty cercò di sconfiggerla, ma la Regina Bianca creò un’illusione in cui le fece credere di aver avuto una bambina da Colosso, che venne poi rapito dagli X-Men perché le sue potenziali abilità mutanti erano pericolose.

Cercando di salvarla dalla prigione in cui era trattenuta all’interno dello Xavier Institute, non si rese conto che invece della bambina stava liberando Cassandra Nova.

Successivamente, assieme gli X-Men vennero portati sul pianeta Breakworld da Abigail Brand, capo dello SWORD: mentre gli alieni spararono un enorme proiettile verso la terra, con un gesto eroico, Kitty entrò nel proiettile deviandone la traiettoria, ma, così facendo, rimase intrappolata al suo interno e costretta a vagare nello spazio, presumibilmente verso la morte.

Pochi mesi dopo, Magneto andò in cima al Monte Tamalpais e usò i suoi poteri per riportarla sulla Terra, rischiando di rimanere ucciso nel tentativo di salvarla. Tornata sulla Terra, Kitty cercò di abbracciare Colosso, ma lo attraversò e non riusciva più a parlare.

Messa in un’unità di contenimento, riusciva a comunicare con Colosso grazie all’aiuto telepatico di Emma Frost: capì però anche che la Regina Bianca voleva uccidere Sebastian Shaw, prigioniero nel carcere di Utopia. Grazie ad una tuta di contenimento progettata dall’X-Club, Kitty accompagnò Emma e Fantomex che portarono Shaw fuori dall’isola, per assicurarsi che non lo uccidessero.

Shaw però riuscì a liberarsi e, mentre stava per uccidere Emma, Kitty si tolse la tuta di contenimento e gli infilò la mano nel cuore, minacciando di ucciderlo se non avesse lasciato andare la Frost, anche se non era ancora in grado di diventare solida. Shaw capì il bluff di Kitty e continuò ad attaccare Emma, che riuscì a sconfiggerlo resettandogli la mente ma lasciandolo in vita.

I rifugiati di Breakworld arrivarono sulla Terra guidati da Kruun e Haleena, trovando ospitalità su Utopia: Kruun però prese in ostaggio Shadowcat usando un pugnale di metallo di Breakworld in grado di tagliarla.

Dopo aver combattuto Colosso, Kruun rintracciò Kitty nell’X-Lab  dove venne uccisa e rianimata da Haleena, che le fece anche riprendere il controllo sui suoi poteri e sulla sua forma solida.

Quando Kuurth attaccò San Francisco, Magik usò i suoi poteri per teletrasportarsi, con Colosso e Kitty nella Dimensione Cremisi per incontrare Cyttorak. Illyana disse a Cyttorak che Cain “Fenomeno” Marko lo aveva tradito e ora serviva un altro dio; Cyttorak riprese il suo potere da Marko e Colosso divenne il nuovo Fenomeno, con grande disappunto di Kitty che finì per rompere nuovamente il suo fidanzamento con Pitor.

Quando Wolverine si scontrò con Ciclope, durante lo Scisma, decidendo di lasciare Utopia e di riaprire la scuola, intitolandola a Jean Grey, Kitty si schierò con lui e divenne la direttrice della nuova Jean Grey School.

Qui rimase scioccata nel ritrovarsi apparentemente incinta di otto mesi: in realtà il suo utero conteneva esseri della Covata che tentavano di ucciderla dall’interno. Gli X-Men si sono ridotti a dimensioni microscopiche e hanno combattuto contro la Covata all’interno del corpo di Kitty.

Durante questo periodo, le venne anche fatto il lavaggio del cervello per esibirsi insieme al Murder Circus come partner cowgirl di Warbird; gli insegnanti alla fine vennero salvati dai loro studenti. Dopo la Battaglia dell’Atomo, Kitty lasciò la squadra di X-Men di Wolverine e la Scuola Jean Grey, data la mancanza di fiducia dei suoi compagni nelle sue decisioni durante l’evento, nonostante tutto ciò a cui aveva rinunciato per loro.

Insieme agli X-Men provenienti dal passato, si unirono Ciclope e ai suoi X-Men, alla New Charles Xavier School for Mutants, con sede nella vecchia base di Arma X. Poco dopo, Kitty incontrò i Guardiani della Galassia, quando la giovane Jean Grey fu rapita e processata dagli Shi’ar per i crimini passati della Fenice. Dopo la fine dell’avventura, Kitty iniziò una relazione a distanza con Star-Lord.

Dopo che Star-Lord venne rapito da un gruppo di mercenari noto come Slaughter Squad durante uno dei loro appuntamenti a distanza, Kitty rubò un Quinjet e volò nello spazio per salvarlo. Dopo aver scoperto che dietro a tutto c’era il padre di Star-Lord, J’son, decisero di vendicarsi rubandogli un oggetto a cui teneva molto, il Black Vortex, un artefatto incredibilmente potente con la capacità di aumentare i poteri di una persona su scala cosmica.

Ne seguì un conflitto per il controllo del Black Vortex che vide vari attori in gioco, fra cui X-Men, i Guardiani della Galassia, l’impero Kree e lo stesso J’son. Dopo aver risolto la crisi, Star-Lord chiese a Kitty di sposarlo, e lei accettò.

Star-Lord divenne re dell’Impero Spartax, lasciando i Guardiani così come il suo ruolo di Star-Lord: Kitty rimase al suo fianco per otto mesi, ma alla fine si sentiva sola ed arrabbiata. Tornò allora nei Guardiani della Galassia, guidati ora da Rocket Racoon, lasciando Star-Lord ma assumendone il nome. Trascorse gli otto mesi successivi viaggiando con la squadra e proteggendo la Galassia. 

Poi il consiglio di Spartax decise di rimuovere Star-Lord dal suo incarico di re, e Kitty lo fece allora fuggire e riunire ai Guardiani della Galassia, dove riassunse il proprio nome da battaglia. Gli attriti fra i due ex fidanzati però si riaprirono, ed entrambi decisero di lasciare la squadra: convinta da Rocket Racoon, Kitty decise di chiamare Star-Lord e provare a fare pace, ma in realtà peggiorarono solo la situazione.

Continuarono tuttavia a lottare fianco a fianco nei Guardiani della Galassia, e, chiamati da Carol “Capitan Marvel” Danvers, si unirono contro il team di Tony “Iron Man” Stark nella Seconda Guerra Civile; alla fine della guerra, Kitty, senza spiegazioni, decise di lasciare i Guardiani della Galassia.

Tornò nella sua città natale a Chicago, decidendo nuovamente di abbandonare la vita da super eroina e di provare a vivere una vita normale; tuttavia, alcune settimane dopo, Tempesta le chiese di rientrare negli X-Men, questa volta come leader della squadra. Dopo essere andata nel Limbo per vedere la scuola, all’epoca trasferita lì per proteggere gli studenti dal M-Pox, si convinse a rientrare ancora una volta nella squadra. 

Il suo primo atto come leader è stato quello di riportare la scuola, non a Westchester, ma al Central Park di New York, dove non si sarebbero più nascosti. Colosso e Kitty si sono riuniti ed hanno riacceso la loro storia d’amore: e Kitty alla fine ha proposto a Piotr di sposarsi.

Durante la cerimonia però, proprio mentre Colosso le stava per infilare l’anello al dito, lei si è smaterializzata abbandonandolo all’altare, giustificandosi in quanto le loro vite da supereroi non erano una buona base per un matrimonio, nonostante il loro amore reciproco.

Nate “X-Man” Grey ha deciso di ricreare il mondo in un’utopia per i mutanti ed ha rapito Kitty, assieme ad un Senatore anti mutanti e ad Apocalisse: dopo essersi liberata ha cercato di sconfiggere Nate con gli altri X-Men, ma, quando si è reso conto che la sua visione del mondo non si sarebbe mai realizzata con gli X-Men in giro, li ha fatti svanire nel nulla.

 

Dopo che Charles Xavier e i suoi alleati fondarono la nazione mutante di Krakoa, Kitty si ritrovò in qualche modo incapace di passare attraverso le porte per Krakoa, punti d’accesso all’isola, installati in tutto il mondo. Capace di accedere all’isola solo in barca, Kitty, ora con il nome di Kate, ha accettato l’offerta di Emma Frost di comandare una nave per liberare i mutanti intrappolati all’interno di paesi ostili e incapaci di raggiungere Krakoa. 

Dopo aver liberato un gruppo di mutanti prigionieri da degli agenti russi con l’aiuto di Uomo Ghiaccio, Tempesta e Pyro, ha chiamato la nuova squadra Marauders. Kate Pryde ha poi portato il suo team a Taipei, in un negozio di tatuaggi, e, dopo essersi tatuata sulle nocche la scritta “hold” sulla mano destra, e “fast” su quella sinistra, ha accettato il ruolo di nuova Regina Rossa della Hellfire Trading Company, la versione evoluta e krakoana del Club Infernale e gli è stato assegnato un posto al tavolo del Quiet Council of Krakoa.

La nomina a Regina Rossa, è diventata un ostacolo per i piani di Sebastian Shaw di prendere il controllo della Hellfire Trading Company: Shaw pensava che l’incapacità di Kate di passare attraverso le porte per Krakoa significasse anche che i Cinque non sarebbero stati in grado di resuscitarla se fosse morta. Ha assunto il gruppo anti-mutante Homines Verrendi per attaccare suo figlio Shinobi al fine di attirare Kate in un’imboscata. 

Dopo aver immobilizzato Lockheed, Shaw ha avvolto Kate con piante krakoane, che hanno annullato i suoi poteri e facendola annegare: il suo corpo è stato poi ritrovato da Alfiere.

Inizialmente, i Cinque non potevano creare un corpo clone per Kate, Egg, ma, dopo diciotto tentativi, viene riportata in vita quando Emma Frost si rende conto che, a differenza di altri mutanti, Kate deve attraversare il suo bozzolo piuttosto che uscirne.

Kate ed Emma Frost si vendicano di Shaw per il suo tradimento, invadendo la sua casa, a Blackstone, e neutralizzando i suoi poteri, in modo da poterlo prendere a pugni senza trattenersi. 

Kate, ubriaca, ha usato i suoi poteri su Shaw senza pietà, poi Lockheed gli ha strappato un’occhio e, per finire la loro vendetta, gli hanno fatto bere una bevanda avvelenata che lo ha lasciato paralizzato.

 

Interpreti:

Ellen Page
Ellen Page (X-Men: Last Stand, X-Men: Giorni di un Futuro Passato)
Sumela Kay
Sumela Kay (X-Men)
Katie Stuart
Katie Stuart (X-Men 2)

9 commenti

  1. Pingback: GAMBIT – X-MEN
  2. Pingback: COLOSSO – X-MEN
  3. Pingback: X-FACTOR – X-MEN
  4. Pingback: CICLOPE – X-MEN
  5. Will ha detto:

    I like what you guys are up too. This sort of clever work and coverage!
    Keep up the awesome works guys I’ve incorporated you guys
    to my personal blogroll. I like what you guys tend to be up too.
    This sort of clever work and exposure! Keep up
    the great works guys I’ve included you guys to my personal blogroll.
    Ahaa, its good discussion regarding this article at this
    place at this webpage, I have read all that, so now me
    also commenting at this place. http://Aoc.com/

  6. Bill ha detto:

    I am sure this article has touched all the internet people,
    its really really nice piece of writing on building up new web site.
    I’ll right away snatch your rss as I can’t to find your e-mail subscription hyperlink
    or newsletter service. Do you’ve any? Please let me recognize so that I
    may subscribe. Thanks. It is appropriate time to make some plans for the future and it’s
    time to be happy. I’ve read this post and if I could I wish to suggest you some interesting things or advice.
    Maybe you could write next articles referring to this article.
    I wish to read more things about it! http://aoc.com

I commenti sono chiusi.