LIGHTS (LUCI, GENERATION HOPE)

Membri del team: 

1 app.: Marzo 2011  – Generation Hope n.5

1 app. Italia: Marvel Icon n.3 – X-Men: Generation Hope

Creatori: Matt Fraction, Kieron Gillen, Whilce Portacio

Storia:

Quando Hope Summers è tornata dal futuro, dove Cable l’aveva portata per proteggerla da chi voleva ucciderla per quello che rappresentava, altri cinque mutanti, sparsi nel mondo, si attivarono: sono stati i primi nuovi mutanti dall’M-Day, cosa che fra l’altro convinse ancora di più Ciclope che la chiave per il destino della razza mutante era Hope.

Hope e gli X-Men, localizzandoli tramite Cerebro, si sono recati nei luoghi dove questi ragazzi avevano sviluppato il loro potere mutante per il mondo per salvarli ed aiutarli. A questi nuovi mutanti viene dato il nome di Luci. Sotto la direzione di Hope e con il consenso di Ciclope, le Luci iniziarono ad addestrarsi per diventare una squadra di soccorso pronta ad intervenire quando sarebbe apparsa una qualsiasi altra nuova manifestazione mutante.

Si stabilirono su Utopia, e, ancora mentre stavano sperimentavano i loro poteri, le Luci furono chiamate alla loro prima missione: indagare sul manifestarsi di un nuovo mutante a Berlino. Il mutante in questione era un feto che non voleva nascere e che pose la città sotto il controllo mentale: alla fine il team l’ha convinto a nascere, ha stabilizzato i suoi poteri ed ha quindi liberato Berlino dal suo controllo mentale.

Quando la squadra è tornata dalla Germania, è stata accolta dalla notizia che i genitori di Teon Macik volevano indietro il figlio, uno delle Luci. In attesa del processo per l’affidamento e nel tentativo di distrarre la sua squadra dall’imminente procedimento legale, Hope ha insistito perché adottino dei nomi in codice. In aula di tribunale, nonostante la sua natura normalmente animalesca, Teon ha eloquentemente offerto un valido caso del motivo per cui aveva bisogno di stare con Hope e gli X-Men. Immediatamente dopo il processo, Laurie “Transonic” e Kenji “Zero” hanno ragionato su quale potesse essere il motivo per cui tutte le Luci sembravano essere così attratte dal seguire Hope.

Dopo gli eventi in Germania e il processo a Teon, Hope e il suo team hanno continuato ad allenarsi e prepararsi per la loro missione: grazie al monitoraggio di Cerebro da parte delle Naiadi di Stepford, Hope e le Luci sono state immediatamente avvisate dell’attivazione dei poteri di un mutante, ma questa volta arrivarono troppo tardi, subito dopo che Zeeshan, che sarebbe stato la settima luce, si era suicidato. Il non essere riusciti ad intervenire prima del suicidio del nuovo mutante ha sconvolto tutti i membri della squadra: più tardi, Hope convinse Pixie, che grazie alla sua magia è in grado di teletrasportare le persone, ad unirsi alla squadra per aiutarli a risolvere il loro problema di trasporto ed evitare che si verificasse un altro Zeeshan.

Dopo l’attacco di Kid Omega alle Nazioni Unite, il sentimento anti-mutante iniziò a crescere e vari leader mondiali iniziarono a riattivare le Sentinelle. Nel frattempo, a San Francisco, il sindaco Sinclair ha accelerato l’inaugurazione del Museo di Storia dei Mutanti. Sfortunatamente, Kade Kilgore e il suo Club Infernale hanno sfruttato questa opportunità per attaccare gli X-Men. Nonostante le obiezioni di Wolverine, Ciclope ordinò a Idie di fermare i mercenari del Club Infernale, che volevano far esplodere una bomba, a tutti i costi.

Idie, inizialmente confusa fra gli ordini di Ciclope e i contrordini di Wolverine, decise di seguire ciò che gli diceva Scott uccidendoli. Questi eventi portano all’invio di una Sentinella gigante che quasi distrugge Utopia, e allo Scisma, quando Ciclope e Wolverine si scontrarono a causa delle loro differenze filosofiche in quanto il primo voleva soldati, il secondo studenti.

L’unica cosa su cui Ciclope e Wolverine potevano essere d’accordo era che Idie sarebbe stata meglio lontana da Utopia, quindi nonostante le obiezioni di Hope, Idie se ne andò con Wolverine ed altri per ricostruire la Scuola di Xavier a Westchester, fondando la Jean Grey School. Già emotivamente scombussolati, all’interno del team nascono nuovi attriti dopo che Hope sorpreso ed interrotto un bacio tra Pixie e Velocidad. Anche No-Girl si è unita alla squadra, invitata da Kenji.

Ansiosa di trovare un nuovo mutante, Hope ha interpretato erroneamente il segnale di una nuova luce vicino al confine cinese del Pakistan: quando sono arrivati ​​sul posto hanno trovato Sebastian Shaw, che non sapeva chi fosse in quanto affetto da amnesia, legato a una bomba. Durante l’esplosione, il contenitore di No-Girl è stato danneggiato, lasciandola esposta e senza i sostegni: Zero le ha creato con i suoi poteri un corpo, poi la squadra è riuscita a fuggire con Shaw da Jin Billion e dai suoi mercenari Butchers.

Il ritorno di Sebastian Shaw ad Utopia ha causato, dato i suoi trascorsi, forti tensioni: mentre Emma Frost e Ciclope discutevano del destino di Shaw, diversi ex Morlocks si scontrarono con le Luci. Per porre fine alla faida, Hope prese con la forza il controllo e spinse i poteri di Zero ai suoi limiti senza il suo permesso e con sua grande disapprovazione.

Mentre Hope studiava le informazioni sul passato di Shaw fornitele da Ciclope, Zero iniziò a finalizzare i suoi piani per tradire ed uccidere Hope. Per settimane Zero aveva manipolato telepaticamente gli abitanti di Utopia perché si schierassero contro Hope. Zero è stato persino in grado di influenzare Emma Frost per distrarre telepaticamente Ciclope. Mentre i mutanti controllati dalla sua mente convergevano su Hope, le rimanenti Luci vennero in suo aiuto, combattendo contro gli altri mutanti mentre Hope e No-Girl hanno unito i loro poteri per uccidere Zero.

Quando il Peak VII dello S.W.O.R.D. ha subito una massiccia evasione di prigionieri alieni, Unit ha imitato la firma di una nuova Luce, costringendo Hope ad assemblare le sue Luci e andare in soccorso. Quando gli Avengers sono arrivati ad Utopia, pretendendo di dargli in custodia Hope per il pericolo che rappresentava il suo potereora che era in arrivo la Fenice, Ciclope e gli X-Men cercarono con la forza di fermarli. 

Hope è riuscita a fuggire, ma le Luci ed altri giovani X-Men sono stati, presi dagli Avengers e relegati presso l’Avengers Compound con l’Avengers Academy. Tuttavia, i mutanti adolescenti non volevano rimanere in custodia e alla fine gli è stato permesso di andarsene. Le Luci sono tornati su Utopia in cerca di Hope, ma quando non sono riusciti a trovarla si unirono agli altri giovani mutanti a Westchester alla Jean Grey School For Higher Learning.

Il team delle Luci si è quindi fondamentalmente sciolto con la partenza di Hope e l’iscrizione dei restanti membri alla Jean Gray School.

Curiosità: nonostante il team sia stato ufficializzato su Generation Hope #5, gli X-Men erano già a conoscenza della presenza delle Luci da X-Men: Secondo Avvento #2, la prima Luce è apparsa sugli schermi di Cerebro in Uncanny X-Men #526, ed hanno poi lavorato assieme sia negli albi Uncanny X-Men #526-529 che in Generation Hope #1-4. La testata che racconta le loro avventure è terminata con il numero 17, raccolti in Italia nei due volumi dedicati: Marvel Icon #3 (Generation Hope #1-5), Marvel Icon #8 (Generation Hope #6-11), Gli Incredibili X-Men #264-268.