FANTOMEX

il

Nome: Charlie Cluster-7

Alias: Arma XIII, Jean-Philippe

Poteri: Fantomex è un essere umano evoluto artificialmente dal Progetto Weapon Plus, un mutato ingegnerizzato con tre cervelli per l’elaborazione parallela indipendente e sangue nanoattivo. Il sistema nervoso primario di Fantomex è in realtà un tecno-organismo esterno chiamato E.V.A.. Ha capacità fisiche ed un’intelligenza superumane.

Gadget:

  • E.V.A. sistema nervoso esterno, spesso usata anche come navicella e mezzo di trasporto
  • Maschera di ceramica che lo scherma da intrusioni mentali

Team: X-Force, Weapon Plus, Club Infernale

Famiglia: Cluster “Lady Fantomex” (sorella clone),  Jean-Philippe “Dark Fantomex” (fratello clone), Arma XV “Ultimaton” (fratello clone), Madre (nome sconosciuto)

Nazionalità: 

1 app. Agosto 2002 – New X-Men n.128

1app.Italia Gli Incredibili X-Men n.154 [Gli Incredibili X-Men n.30] (Panini Comics)

Creatori: Grant Morrison, Igor Kordey

Storia:

Fantomex, o Arma XIII, è il risultato della sperimentazione del programma Weapon Plus con ibridi umano-tecnologici. È nato ed è stato cresciuto artificialmente al Mondo, una base di Weapon Plus nel Regno Unito dove si creavano e sviluppavano supersoldati utilizzando la tecnologia Sentinella.

All’interno di questo ambiente artificiale il tempo è alterato in modo che i soldati crescano più velocemente. Possiede tre cervelli ed un sistema nervoso esterno che si presenta sotto forma di navicella chiamata E.V.A..

La sua nomenclatura come esperimento era Charlie Cluster-7, anche se assunse il nome di Jean-Phillipe: si presumeva fosse francese a causa del suo forte accento e della villa in Francia in cui abitava. Tuttavia il suo essere francese era un escamotage, utilizzato per irritare e quindi distrarre le persone.

Ferito da dei proiettili e in fuga dalle autorità, ha chiesto asilo presso la X-Corporation di Parigi, affermando di essere un ladro mutante con il potere. Fantomex ha spiegato al Professor X e Jean Grey che veniva braccato in quanto era uno dei ladri più ricercati d’Europa.

Né il Charles XavierJean Gray sono stati in grado di usare la loro telepatia per verificare le sue affermazioni a causa della sua maschera di ceramica, un dispositivo che ha bloccato le loro sonde mentali.

Tuttavia, accettarono di aiutarlo e, dopo essere fuggito dai soldati che circondavano l’edificio, Fantomex usò E.V.A., la navicella biologica che in realtà è il suo sistema nervoso, esterno al suo corpo, per portare Charles Xavier e Jean Gray nella sua casa in Francia.

Mentre era lì, li presentò a sua madre e ha raccontato di aver rubato informazioni top secret sul Progetto Weapon Plus, offrendosi di venderle al Professor Xavier per un miliardo di dollari. 

Dopo aver presentato la sua proposta, è entrato in trance ipnotica e ha rimosso i proiettili che ancora aveva in corpo: ha poi chiesto a Charles Xavier e Jean Grey di accompagnarlo al Chunnel, il tunnel ferroviario sotto la Manica che collega Folkestone, Kent, in Inghilterra, Regno Unito, con Calais, in Francia, nel tentativo di distruggere l’Arma XII.

I tre se ne andarono con E.V.A.. Sia la casa che la donna che sembrava fosse la madre si sono rivelate uno stratagemma progettato dallo stesso Fantomex per nascondere la sua vera origine.

Arrivati all’ingresso del Chunnel si ritrovarono davanti alla scena di un disastro ferroviario, con persone ed animali che Arma XII aveva trasformato in schiavi senza cervello.

Sapendo che coloro che erano caduti preda dell’influenza di Arma XII ormai erano persi, Fantomex uccise Darkstar oltre a tutte le altre persone che erano mentalmente collegate alla creatura.

Dopo aver distrutto Arma XII, scoprirono due vagoni vuoti di Weapon Plus: uno che conteneva Arma XII mentre l’altro conteneva qualcosa chiamato Arma XIII.

Dopo la battaglia, la maschera di ceramica di Fantomex si spostò e Jean Gray usò la sua telepatia per scoprire la sua vera identità: Fantomex era in realtà Arma XIII anche lei in transito nel Chunnel. Durante l’incidente era fuggito ed era stato successivamente inseguito fino all’edificio della X-Corporation.

Ha confessato a Jean Grey che non era il ladro che aveva affermato, ma ora era deciso a guadagnarsi quella reputazione. Ha assicurato a Jean che non sarebbe stato il soldato di nessuno, così lei gli ha permesso di fuggire prima che arrivassero le autorità.

Fantomex in seguito si recò in Afghanistan nel tentativo di rubare un elenco dei commercianti di schiavi mutanti, allo scopo di ricattarli. Lì incontrò Dust, giovane prigioniera mutante che aveva involontariamente ucciso i suoi rapitori trasformandosi in una mortale tempesta di sabbia. Fantomex la raccolse e la consegnò a Wolverine.

Poco dopo, Fantomex contattò Wolverine e gli offrì informazioni sul suo misterioso passato se l’avesse aiutato a distruggere Arma XV, alias Ultimaton, prodotto mortale del Programma Weapon Plus. Fantomex, Wolverine e Ciclope sono andati al Mondo, ma sono stati sconfitti da Ultimaton, che è fuggito volando verso la stazione spaziale di Weapon Plus.

Fantomex e gli X-Men l’hanno inseguito a bordo di E.V.A., e, all’arrivo alla stazione spaziale, Fantomex ha mostrato a Wolverine il database completo di Weapon Plus.

Scioccato nell’apprendere i terribili dettagli del suo passato, incluso il massacro dell’intera popolazione di Roanoke mentre era sotto l’influenza del Programma Weapon Plus, Wolverine attivò la sequenza di autodistruzione della stazione spaziale prima di uccidere Ultimaton.

Mentre Manhattan era sotto assedio da Xorn, un mutante che impersona Magneto, Ciclope reclutò Fantomex, che, assieme ad un gruppo di studenti dello Xavier Institute, si scontrò con la Confraternita dei Mutanti Malvagi di questo finto Magneto.

Riprendendo la sua crociata contro Weapon Plus, Fantomex trovò la tomba del direttore del programma, John Sublime, ma la trovò vuota, a parte un foglietto con la parola “Roanoke”. Individuò la struttura segreta del programma Weapon X, ora abbandonata ad eccezione dell’Agente Zero.

Dopo una breve colluttazione, la coppia ha unito le forze e si è recata al sito di Roanoke, una città i cui abitanti sono stati massacrati dopo che Weapon X scatenò Wolverine a cui era stato fatto il lavaggio del cervello anni prima. A Roanoke Fantomex e Zero hanno incontrato John Sublime, ma sono stati attaccati dai suoi U-Men e costretti a fuggire.

Più tardi, Fantomex fu contattato dal mutante Shortpack, agente segreto di Charles Xavier, che cercava il suo aiuto per assassinare il trafficante d’armi mutante Steinbeck, in modo da vendicarsi dell’assassinio di un agente amico del mutante. Fantomex ha rifiutato, non volendo far diventare Shortpack un assassino. 

Shortpack fu catturato da Steinbeck poco dopo, e Mystica, mentre indagava sulla sua scomparsa, venne a sapere del suo incontro con Fantomex: nonostante lo disprezzasse a causa di un passato incontro in Madagascar, Mystica trovò Fantomex a Monte Carlo, mentre usava ancora la copertura di essere un ladro mutante, e venne a conoscenza del piano di Shortpack.

Fantomex seguì Mystica e scoprì la sua intenzione di assassinare Xavier: in cambio del suo silenzio, Fantomex le ordinò di eseguire una rapina per lui. Dopo essere tornata con la merce, Mystica ha infettato sia Fantomex che E.V.A. con un virus tecno-organico, apparentemente uccidendoli entrambi.

Tuttavia, era tutto uno stratagemma poiché Mystica sapeva di essere monitorata da Shepard: Fantomex in seguito si ridestò ed aiutò Mystica a catturarlo.

Fantomex è tornato poi al Mondo per difenderlo dalle orde dei soldati zombi di Norman Osborn e da Wolverine, infettati da Allgod, l’Arma XVI, un virus che colpisce chi ha una fede.

In quanto atei, Fantomex e Noh-Varr “Marvel Boy” erano immuni e riuscirono a liberare Wolverine dall’influenza di Arma XVI e poi a sconfiggere gli zombi di Norman Osborn. Fantomex, grazie ad un raggio restringente rubato al Dottor Destino, rimpicciolisce l’intera struttura del Mondo per nasconderlo e quindi proteggerlo.

Fantomex viene quindi assunto da un giovane ragazzo mutante per uccidere un Predator X, e, assieme agli X-Men, è stato fondamentale per sconfiggere la squadra di Lobe fino a quando non hanno rilasciato l’influenza HX-N1, che colpisce i mutanti, costringendo gli X-Men a fuggire. Fantomex in questo periodo ha cominciato a corteggiare Psylocke.

Entrato a far parte degli X-Men, ha aiutato Emma Frost e Kitty Pryde a sbarazzarsi di Sebastian Shaw, trasportandolo fino in Cina dalla prigione di Utopia dov’era segretamente custodito. Successivamente è stato visto combattere le unità Nimrod inviate dal futuro da Bastion per attaccare i mutanti di Utopia.

E’ entrato poi a far parte di X-Force: con la squadra è partito in missione allo scopo di uccidere un clone di Apocalisse, scoprendo però che era un bambino. Quando alla fine X-Force decise di salvare il ragazzo, Fantomex gli sparò uccidendolo.

Successivamente, un esercito di Deathloks attaccò Fantomex, uccise sua madre e rubò il Mondo, che era stato miniaturizzato. Fantomex stava lavorando ad un esperimento che potesse salvare il futuro: si trattava di un altro clone di Apocalisse creato dallo stesso Fantomex, chiamato Genesis, coltivato nel suo laboratorio all’interno di Mondo.

A causa dell’uccisione di Apocalisse, il membro della X-Force Arcangelo iniziò a trasformarsi nel nuovo Apocalisse a causa del Protocollo di Successione, per cui uno dei suoi Cavalieri  gli sarebbe succeduto.

X-Force ha viaggiato fino all’Era dell’Apocalisse, un universo alternativo in cui speravano di trovare un Seme della Vita dei Celestiali che avrebbero potuto usare per invertire il processo che Arcangelo stava subendo.

Grazie al sacrificio di molti degli X-Men di quella realtà, sono riusciti a procurarsi un Seme della Vita e sono tornati solo per scoprire di essere stati ingannati da Arcangelo che aveva già completato la sua trasformazione e voleva il Seme della Vita per ricreare Il Mondo.

Fantomex e X-Force tentarono di combattere lui e i suoi Cavalieri di Apocalisse, ma furono costretti a fuggire, lasciandosi alle spalle Psylocke che credeva ancora che Arcangelo, allora il suo fidanzato, potesse essere salvato.

Con Wolverine gravemente ferito Fantomex fu costretto a guidare ciò che restava della X-Force per fermare Arcangelo: durante lo scontro finale, Fantomex andò a prendere dalla loro dimensione gli X-Men di Terra-295 per aiutarli.

Fu anche costretto a rilasciare la sua arma segreta, il piccolo Genesis, il clone di Apocalisse, che fece guadagnare il tempo necessario per far si che Arcangelo venisse sconfitto.

Fantomex fu poi rapito dal Capitan Bretagna e portato ad Altromondo per essere processato per il suo omicidio a sangue freddo del bambino clone di Apocalisse. Altromondo venne però attaccato e Fantomex li aiutò a difenderlo, cosa che gli dette la libertà.

Poi X-Force si scontrò con la Nuova Confraternita dei Mutanti Malvagi, e Fantomex venne avvelenato da Mystica con un veleno che gli bloccò i poteri.

Per salvare Psylocke, controllata mentalmente dal Re delle Ombre, si tolse la maschera che conteneva i suoi scudi mentali e gliela diede, rompendo il controllo mentale. Questo, però, lo lasciò vulnerabile e dopo essere riuscito a far allontanare Psylocke con E.V.A., Fantomex viene ucciso dalla Confraternita.

E.V.A. ed il resto di X-Force riuscirono a recuperare il suo corpo e E.V.A. lo ha depositato al White Sky Facility, nel Cloud, un macchinario per la clonazione.

Tutti e tre i suoi cervelli erano intatti ma la macchina ha commesso un errore, ed ha clonato un nuovo corpo per ciascuno dei suoi cervelli, di cui uno donna. Fantomex si riunisce con Psylocke e porta lei e Cluster, la sua nuova sorella/clone ad incontrare sua madre.

Fantomex, Cluster e Psylocke hanno lavorato come ladri a Parigi, sei mesi dopo la loro ricostituzione: durante questo periodo è emerso un triangolo amoroso tra Fantomex, Psylocke e Cluster, fino a quando Arma XIII, il terzo clone, ha rapito Fantomex.

Durante il tentativo di salvare Fantomex, Arma XIII ha confessato il suo amore per Psylocke. A Fantomex fu poi offerto un posto da Wolverine alla Jean Grey School, che però rifiutò.

Fantomex ed E.V.A. si unirono al nuovo team X-Force di Cable e ha intrapreso diverse missioni con loro nella speranza che si sarebbe riunito con le sue parti ancora dissociate di se stesso (Cluster ed Arma XIII).

Dopo un pò, è impazzito ed ha complottato contro la squadra, finendo per attaccarli: Domino gli ha sparato in testa il siero Volga dandogli il pieno controllo su di se e conferendogli un’ampia gamma di nuove abilità.

Per un pò, Fantomex ha viaggiato per il mondo deponendo ogni ramo dell’agenzia di super spionaggio, coalizioni di super persone, super tutto ciò che si trovava sul suo cammino, che, a sua insaputa, era uno stratagemma dello stesso Cable per demolire qualsiasi minaccia alla nazione mutante. 

Psylocke ha usato le sue lame psichiche per rimescolare il suo cervello apparentemente tagliando la sua connessione con il suo potere mutante centrale, depotenziandolo.

Sia Fantomex che E.V.A. furono riportati alla normalità da Magneto, che successivamente lo fece lavorare Jean-Phillipe per lui al Club Infernale, per indagare, insieme a Mystica, sulle attività di una compagnia chiamata Someday Enterprises. Scoprirono che Someday ha utilizzato la biotecnologia rubata a Mondo nei suoi esperimenti con i mutanti.

Fantomex divenne partner di Gambit, che gli era debitore, ed i due andarono a Londra per aiutare Psylocke a liberarsi dall’influenza del Re delle Ombre: Fantomex si offrì volontario per andare nel Piano Astrale assieme ad altri mutanti chiamati psichicamente da Psylocke per aiutarla.

Una volta raggiunto il Piano Astrale, Fantomex è finito con Mystica, che ha approfittato delle proprietà del Piano Astrale per evocare Madripoor e essenzialmente godersi una vacanza mentre aspettavano che il Re delle Ombre venisse da loro.

Fantomex e Mystica hanno goduto di numerose attività insieme, finendo anche per baciarsi prima di essere teletrasportati altrove, sempre all’interno del Piano Astrale, dall’anima del defunto Charles Xavier, per aiutarlo a combattere il Re delle Ombre. 

Fantomex accettò di donare il suo corpo alla forma astrale di Charles Xavier in modo che potesse tornare al mondo reale mentre la sua mente rimase nel Piano Astrale.

Qualche tempo la sua morte, Fantomex riapparve vivo, con un partner, Ned, un ex scienziato A.I.M.. Sono stati avvicinati da Tempesta, Cypher ed Monet, per chiedere loro aiuto in quanto Tempesta è stata infettata da un virus.

Fantomex si recò in un laboratorio all’interno dove si riunì con Ultimaton, ed uccisero tutti gli scienziati A.I.M. presenti. Gli X-Men e Ned arrivarono poco dopo e misero Tempesta in una macchina per estrarle il virus.