OMEGA RED

Nome: Arkady Grigorievich Rossovich

Alias: Omega Red

Poteri: fattore rigenerante. E’ in grado di assorbire l’energia vitale delle persone tramite il tatto, abilità nota come fattore di morte, il quale non ha effetto su esseri con un fattore rigenerante molto potente come Wolverine, Deadpool o Hulk. Dopo che gli venne impiantato sullo scheletro il carbonadio le sue ossa divennero indistruttibili: gli furono innestati dei tentacoli nello stesso materiale che  utilizza per sollevare e stritolare gli avversari. Omega Red possiede forza, resistenza, agilità, riflessi e velocità sovrumane. Dai suoi tentacoli può anche emettere scosse elettriche ad alta intensità.

Team: K.G.B., Spetsnaz G.R.U., Mano, Mano Destra Rossa, Weapon X-Force, Cavalieri della Salvezza, Nazione dei Vampiri

Famiglia: Vassily Rossovich (fratello)

Nazionalità:

1 app. Gennaio 1992 – X-Men n.4

1 app.ItaliaGli Incredibili X-Men n.51 (Marvel Italia)

Creatori: John Byrne, Jim Lee

Storia:

Arkady Grigorievich Rossovich è un mutante russo: già da giovane si dedicava alla mutilazione di animali e la scomparsa dei mendicanti locali tanto che i suoi genitori e suo fratello Vassily avevano paura di lui anche prima che sviluppasse la sua mutazione. Successivamente entrò a far parte dell’esercito russo nei G.R.U. Spetsnaz. Nonostante abbia prestato servizio nell’esercito, continuò anche i suoi crimini: iniziò a depredare bambini piccoli, soprattutto ragazze, che rapì ed uccise. 

Inizialmente non notarono i suoi crimini, poi fu trasferito in un avamposto sovietico vicino al circolo antartico dove la scomparsa e la morte di diversi bambini furono finalmente notate dagli altri soldati russi. Dopo aver scoperto gli atroci crimini che ha commesso, è stato giustiziato dall’Armata Rossa, ma i suoi poteri mutanti latenti lo hanno salvato dalla morte, il che ha spinto i suoi superiori a usarlo per il loro programma di super soldato.

Prima di poter essere utilizzato per il programma dei super soldati russi, è fuggito in Europa dove ha commesso diversi crimini con l’aiuto dei suoi nuovi poteri mutanti. I suoi crimini hanno attirato l’attenzione di Erik Lensher, uno pseudonimo di Magneto, che ha deciso di aiutare un giovane agente dell’Interpol, Sean Cassidy, il futuro Banshee.

L’obiettivo di Arkady era anche quello di far uccidere Sean Cassidy prima che potesse essere recuperato dall’esercito russo. Arkady uccise la partner di Cassidy, l’ispettore Magrite Devereaux: Sean allora sparò al serial killer, che sopravvisse ma venne comunque arrestato. All’insaputa del detective, che pensava che Arkady fosse stato mandato in prigione, venne consegnato nelle mani del K.G.B.. Arkady venne quindi inserito nel programma dei super soldati russi.

Dopo gli esperimenti diventò Omega Red: il governo sovietico impiantò diversi potenziamenti cibernetici che lo resero molto più potente, innestando nel suo scheletro del carbonadium, un materiale ottenuto dalla fusione tra il carbonio e l’adamantio, oltre ad un tentacolo di carbonadium retrattile all’interno di ciascuna delle sue braccia. Il carbonadio era il tentativo dei sovietici di ricreare la lega artificiale nota come adamantio, il metallo usato dal Programma Weapon X per potenziare Wolverine. 

Ora Omega Red è ora in grado di avvolgere una vittima nelle sue spire per prosciugarle letteralmente della loro energia vitale; questa tendenza vampirica era una volta essenziale per la sua sopravvivenza, in quanto gli impianti di carbonadio, lo avvelenavano lentamente e drenare regolarmente l’energia vitale di una persona sosteneva temporaneamente il suo sistema immunitario.

Per stabilizzare le sue condizioni, Omega Red si mise a cercare il sintetizzatore di carbonadio, un dispositivo che era stato rubato da Wolverine, Maverick e Sabretooth durante la loro ultima missione come Team X. Omega Red li inseguì, ma un altro membro del Team X, Kestrel, lo bloccò inché gli altri non riuscirono a scappare. Omega Red avvolse Kestrel nelle sue spire e cercò di farlo a pezzi, tuttavia Kestrel riuscì a teletrasportarsi e salvarsi.

A causa del suo bisogno del sintetizzatore di carbonadio Omega Red ha continuamente cercato Wolverine, Sabretooth e Maverick nel corso degli anni, credendo che potessero sapere dove si trovava. Matsu’o Tsurayaba e la Mano mostrarono una foto di Wolverine ad Omega Red, dicendogli di seguirlo: assieme a diversi agenti della Mano attaccò gli X-Men allo Xavier Institute, dove Omega Red riuscì a far perdere i sensi a Wolverine.

Wolverine venne portato in una struttura segreta a Berlino, dove combattè contro Omega Red per più di diciassette ore. La loro lotta venne monitorata dal Dottor Abraham Cornelius, Matsu’o Tsurayaba e i dai gemelli Fenris per testare la resistenza del supersoldato russo. Indebolito dalle sue spore mortali, Wolverine fu reso incosciente dai feroci attacchi della sua nemesi.

Poco dopo, i gemelli Fenris, Mastu’o, Omega Red e il Dottor Cornelius esaminarono Wolverine. Cornelius ha cercato di eseguire diverse inversioni di memoria per scoprire la posizione del sintetizzatore di carbonadio, l’unica cosa che potrebbe stabilizzare i poteri di Omega Red. Una volta stabilizzate le sue condizioni, l’obiettivo era che i gemelli Fenris lo usassero per ottenere il dominio negli Upstarts e raggiungere l’immortalità.

Wolverine si svegliò dalle droghe somministrategli da Cornelius, ma ancora sorvegliato da Omega Red. Maverick, ex compagno di Wolverine nel Team X, si infiltrò e lo aiutò a liberarsi e lo portò all’ambasciata tedesca in modo che potesse guarire in sicurezza.

Nel frattempo anche il Blue Team degli X-Men stava seguendo Wolverine. Quando arrivarono al complesso in cui era tenuto prigioniero, Ciclope, Jubilee e Bestia furono catturati da Omega Red. A Berlino, l’altra metà del Blue Team, Rogue, Gambit e Psylocke, affrontarono i gemelli Fenris. Matsu’o è apparso all’improvviso e ha pronunciato la parola “bene”, un suggerimento post ipnotico che aveva impiantato nella mente di Psylocke in precedenza, che la spinse a sconfiggere i suoi stessi compagni di squadra.

Matsu’o e i gemelli Fenris assunsero Sabretooth per rintracciare Logan e recuperare il sintetizzatore di carbonadio utilizzando il collegamento psichico tra Wolverine e Psylocke. Poiché Wolverine era l’unico a conoscere la posizione del sintetizzatore che poteva mantenere in vita Omega Red, venne torturato da Matsu’o e Cornelius, che cercarono di costringerlo a ricordare la sua ultima missione a Berlino. Con l’aiuto degli X-Men i gemelli Fenris furono fermati, Psylocke fu liberata dal controllo mentale, ma Omega Red, Sabretooth e Matsu’o riuscirono a scappare.

Successivamente, Omega Red combatté e cadde sotto il controllo mentale di Soul Skinner, in Siberia, che lo usò per combattere Wolverine e gli X-Men. Omega Red catturò Wolverine e Jubilee, ma fuggì dopo la morte di Soul Skinner. 

Quando Iron Man combattè M.O.D.A.M., Omega Red apparve affermando che M.O.D.A.M. era in realtà Olinka Barankova, un’agente dei servizi segreti sovietici. Omega Red e M.O.D.A.M. si scontrarono e Brannex chiese ad Iron Man di fermarlo, ma Tony accettò solamente in cambio di tutti i materiali nucleari che l’A.I.M. aveva acquistato dalla Stane International.

Omega Red attaccò poi gli Accoliti nelle fogne di Londra; Katu, uno degli Accoliti, odiava Omega per aver ucciso sua moglie e suo figlio e per avergli distrutto il braccio. Quando poi Moira MacTaggert stava testando Cable e il suo virus tecnorganico venne assalita da Omega Red che la fece svenire, poi combattè Cable ancora sotto anestesia: trovò il composto per il quale era venuto. Cable collaborò con Colosso e gli Accoliti per trovare e sconfiggere Omega Red.

Omega Red rapì il direttore del Centro Spaziale Tyuratum. Voleva ottenere maggiori informazioni sul progetto Epsilon Red di cui faceva parte e su ciò che lo fece diventare un supersoldato. Omega svelò che voleva sbarazzarsi della sua sete di sangue quindi il direttore gli dette un disco con tutte le informazioni su Epsilon Red.

L’Accolita Katu apparve all’improvviso e per cercare di teletrasportarsi con Omega Red nel vuoto dello spazio, ma Cable cercò di impedirgli di farlo non volendo che si sacrificasse. Poi però Katu e Omega scomparvero in una luce accecante.

Mentre lavorava per il signore della droga noto come il Generale, Omega Red fu reclutato da Sabretooth per attaccare gli amici e la famiglia di Wolverine assieme a Lady Deathstrike. Sabretooth aveva promesso sia a Omega Red che a Lady Deathstrike l’accesso ai file del Programma Weapon X, contenenti informazioni su quasi tutti i mutanti della Terra, oltre che una parte dei soldi del Programma, ma poi li tradì teletrasportandosi via con Wolverine, sua figlia Amiko, i soldi e le informazioni.

Poco dopo, un agente del Programma Weapon X, Agent Zero, in realtà Maverick, venne incaricato di dare la caccia a Sabretooth e chiese l’aiuto di Omega Red. Omega Red, che ora era un Kingpin della mafia russa, decise di aiutare l’Agente Zero e gli disse che Sabretooth stava ora vendendo segreti di Weapon X a diversi paesi.

Dopo gli eventi di House of M, diversi mutanti persero i loro poteri e tra loro Maverick e Jubilee che ora si trovavano in un centro per mutanti depotenziati a New York City. Omega Red li trovò e torturò Maverick per conoscere la posizione del sintetizzatore di carbonadio, scoprendo che lo aveva dato a Black Widow e che ora era nascosto in un deposito sicuro a Bruxelles, quindi prese Jubilee come ostaggio.

Con l’aiuto di Black Widow, Wolverine riuscì ad ingannare Omega Red promettendogli il sintetizzatore di carbonadio in cambio della vita di Jubilee, e venne catturato da Dum-Dum Duggan e dagli agenti dello S.H.I.E.L.D.. La Stanza Rossa ottenne poi la sua liberazione, nella speranza di usarlo per i propri fini, ma riuscì a svincolarsi dei suoi nuovi padroni e ad incontrare e combattere Colosso e Nightcrawler. 

Grazie alle sperimentazioni della Stanza Rossa sul suo corpo, il suo fattore di guarigione venne migliorato e la sua pelle divenne in gran parte impermeabile agli artigli di Wolverine. Omega Red venne sconfitto dopo che Nightcrawler lo teletrasportò in cielo, lasciandolo poi cadere a terra: venne quindi riconsegnato alla custodia dello S.H.I.E.L.D..

Mentre era sulle tracce di Romulus, Wolverine incontrò Omega Red in una prigione russa, incarcerato dallo stesso Romulus. I due si scontrarono ma Logan lo impalò con le sbarre della cella, lasciandolo tuttavia in vita sapendo che altrimenti Omega Red avrebbe usato i suoi poteri per prosciugare completamente le energie vitali di tutti i prigionieri per guarire le sue ferite. Alla fine, Omega Red si liberò e raggiunse Wolverine dopo che era stato catturato da un altro agente di Romulus, Wild Child che venne ucciso da Omega Red mentre Logan ne approfittò per fuggire.

Omega Red raggiunse Wolverine che però non voleva più combatterlo dopo che Wild Child gli aveva rivelato che faceva tutto parte del piano di Romulus per farlo combattere contro Sabretooth, Cyber, Omega Red, Wild Child e Daken per vedere chi era il più forte ed il più adatto a sostituirlo come capo del suo impero. 

Dopo aver visto Wolverine ferito ed armato solo di una spada spezzata, Omega Red rise, abbassò la guardia, non sapendo che la spada di Logan era la Muramasa, una spada mistica forgiata con un pezzo dell’anima di Wolverine, in grado di uccidere qualsiasi cosa. Wolverine lanciò la Spada di Muramasa direttamente nel cuore di Omega Red, che iniziò a sentirsi debole e morì poco dopo.

A causa delle sue azioni passate, l’anima di Rossovich fu mandata all’Inferno: dopo che l’organizzazione criminale conosciuta come La Mano Destra Rossa mandò anche l’anima di Wolverine all’Inferno, Omega Red fu inviato da Satana per combattere contro il suo vecchio nemico insieme a diversi cattivi uccisi da Wolverine attraverso il anni. Omega Red disse che lo avrebbe fatto soffrire per l’eternità prima di essere pugnalato dal suo vecchio nemico.

Il Clan Omega

Dopo la morte di Omega Red, un’organizzazione segreta nota come White Sky fu assunta dalla Confraternita dei Mutanti Malvagi di Daken per creare cloni dai resti di Omega Red. Questi cloni sono conosciuti come Omega Red, Omega Black e Omega White. Ognuno di questi cloni aveva abilità diverse ed erano programmati per odiare la X-Force di Wolverine, che li sconfisse.

Anni dopo la morte di Omega Red, un gruppo di Solntsevskaya Bratva con poteri magici guidati da Viktor Komolov decise di riportarlo in vita. Dopo aver recuperato la bara di Omega Red dalla Mano, Komolov ed i suoi uomini usarono un rituale magico che lo fece resuscitare. Questo processo era solo temporaneo e richiedeva che Omega Red assorbisse regolarmente la forza vitale di altre persone per sopravvivere: Komolov allora cercò un modo per rendere permanente il ritorno di Omega Red.

Il braccio destro di Komolov, Anatoly Rasputin, approfittò di essere lo zio della potente maga, e membro degli X-Men, Magik, e attirò lei ed il suo team in Russia con la scusa di avvertirli del ritorno di Omega Red. Dopo aver teso un’imboscata a Magik, la Solntsevskaya Bratva la portò da Komolov, che la costrinse con successo a rafforzare Omega Red. Quando gli X-Men arrivarono in aiuto di Magik, Omega Red li attaccò. Alla fine fu sconfitto da Wolverine e preso in custodia da S.I.C.K.L.E..

Omega Red venne imprigionato nel campo di lavoro correttivo di Stranniy e gli vennero iniettati nanobot controllati da S.I.C.K.L.E. in grado di procurargli un forte dolore nel caso tentasse di fuggire. Il fratello di Omega Red, Vassily, che era diventato il direttore del S.I.C.K.L.E., decise di usare Arkady per inscenare l’assassinio del Generale militare pro-mutante Toma Zaslon. Lo fece quindi evadere dal campo di lavoro in modo che potesse uccidere il Generale, ma la squadra di mercenari Weapon X-Force intervenne ed impedì l’omicidio.

Il fratello di Omega Red allora cercò di attivare i nanniti nel sangue senza ottenere però alcun risultato, dato che Lady Deathstrike li aveva neutralizzati. Vassily riuscì a fuggire da Omega Red, ma venne ucciso dal Generale Zaslon. Omega Red rimase con la Weapon X-Force.

La squadra decise di salvare Monet, che cadde sotto l’influenza di una setta segretamente guidata da Mentallo. Dopo aver liberato Monet ed essere stati raggiunti da Deadpool, decisero di sconfiggere la setta, scoprendo così che il suo vero leader era William Stryker. Riuscirono a liberare tutti i mutanti da Il controllo di Mentallo e ad uccidere Stryker.

Age of X-Man

Quando Nate “X-Man” Grey cercò di convertire il mondo in un’utopia, creò i Cavalieri della Salvezza per aiutarlo: uno di loro era Omega Red, trasformato in Cavaliere del Benessere. Quando X-Man si rese conto che non sarebbe mai stato in grado di portare a termine la sua visione con gli X-Men in giro a combatterlo, eliminò i suoi nemici in un istante così come Omega Red e gli altri Cavalieri, sulla’Isola di Quadra. Venne inviato da X-Man in una diversa realtà creata apposta da lui come un’utopia per tutti i mutanti che potevano finalmente vivere in pace.

In questa realtà la sua memoria venne alterata e gli venne fatto credere che l’Unione Sovietica stesse ancora compiendo esperimenti su di lui per farlo diventare uno dei loro super soldati. Dopo la caduta dell’Unione Sovietica, Omega Red venne ritenuto troppo pericoloso e rinchiuso in un bunker segreto nel sito di test di Semipalatinsk, in Kazakistan.

Dopo anni di prigionia, un gruppo di mutanti si è recato lì per scoprire cosa stesse facendo ammalare i residenti locali. Dopo aver notato un mucchio di animali morti che circondava un bunker, morirono a causa del veleno letale. La prigione di Omega Red andò in rovina, cosa che gli permise di fuggire. Arrivò in una città dove uccise alcuni degli abitanti. Poi per un pò lavorò per gli X-Tracts finché non eliminò tutti i membri, tranne Genesis e creò un’esplosione che apparentemente uccise entrambi.

Dracula

Finita l’Age of X-Man, Omega Red riapparve a Parigi e accettò di lavorare con Dracula e la Nazione dei Vampiri in cambio del sintetizzatore di carbonadio. La prima missione di Omega Red è stata quella di entrare nella nazione di Krakoa ed attirare Wolverine in uno dei nascondigli di Dracula, a Parigi, per consentire ai vampiri di prendere il sangue di Logan. Una volta fatto, il sangue è stato poi trasferito a Dracula, permettendogli di sopravvivere anche se esposto alla luce del giorno.

Dracula dette il sintetizzatore di carbonadio ad Omega Red, anche se lo avvertì che c’era un detonatore nascosto al suo interno. Dracula ordinò quindi a Omega Red di unirsi alla nazione di Krakoa ma sotto copertura per suo conto.