DARWIN

Nome: Armando Muñoz

Alias: Darwin

Poteri: la sua fisiologia muta in base alle situazioni adattandosi per risolverle. Dopo il suo contatto con la dea della morte Hela, divenne un Araldo della Morte e ha acquisito il potere di “sentire” se qualcuno sta per morire e, a volte, i suoi poteri di adattamento si estendono anche ad altre persone.

Team: X-Men, X-Factor Investigations

Famiglia: Hector Muñoz (padre), Mrs.Muñoz (madre)

Nazionalità:

1 app. Dicembre 2005 – X-Men: Deadly Genesis n.2

1 app.Italia: X-Men Deluxe n.137 (Marvel Italia) 

Creatori: Ed Brubaker, Trevor Hairsine

Storia:

L’aspetto di Armando Muñoz da neonato era già diverso: i suoi occhi erano strani, le braccia erano più lunghe del normale e a quattro anni era già calvo. Suo padre Hector abbandonò la famiglia proprio per il figlio mostruoso.

Persino sua madre lo disprezzava, ed Armando fece di tutto per cercare di avere un pò del suo amore. Quando gli fu chiesto di fare un test del Q.I., il desiderio di Armando di impressionare sua madre attivò inconsciamente il suo potere mutante che gli permise di arrivare in cima alle classifiche. Fu subito iscritto ad un rinomato collegio, la Biltmore Academy for Advanced Education.

Sebbene i suoi insegnanti lo amassero, era costantemente vittima di bullismo da parte di altri studenti. Un giorno dei bulli gli misero la testa nel water e Armando scoprì che poteva respirare sott’acqua. Sollevò la testa e iniziò a reagire, sentendo le sue braccia diventare dure, quasi come il cemento mettendo in fuga i bulli.

Sua madre, una fumatrice accanita, una notte si addormentò con una sigaretta ancora accesa, incendiando accidentalmente la loro casa. Armando la estrasse indifferente alle fiamme tra lo stupore di vigili del fuoco e paramedici. In ospedale gli fecero dei test che furono portati a degli scienziati.

Ad Armando fu detto che era un mutante e venne soprannominato “Darwin, il ragazzo in evoluzione” perché sembrava adattarsi a ogni condizione a cui gli scienziati potevano pensare. Ad esempio, lo misero in una stanza buia come la pece e ottenne la visione notturna. Su Armando fu pubblicato anche un lungo rapporto.

Sua madre continuò però a rifiutarlo, negando che avrebbe mai potuto dare alla luce una cosa del genere. Depresso, Armando tentò il suicidio lanciandosi dal tetto, diventando però così leggero e morbido che quasi rimbalzò quando atterrò. Dopo aver parlato di quello che è successo con lo psichiatra della scuola, gli è stato detto che qualcuno che lavora con altri ragazzi come lui, la Dottoressa Moira MacTaggert era interessata ad incontrarlo.

Moira MacTaggert reclutò Armando nel suo gruppo di giovani mutanti: fu nella prima squadra, insieme a Vulcan, Petra e Sway, inviata da Charles Xavier a tentare di salvare gli X-Men della First Class da Krakoa. Mentre Petra e Sway furono uccisi da Krakoa, Darwin e Vulcan vennero inghiottiti dalla terra: Armando assorbì i resti delle due ragazze e poi si convertì in energia per fondersi a Vulcan. Questo dette a Vulcan i poteri di Darwin, Petra e Sway.

Anni dopo, Rachel Summers riuscì a espellere la presenza di Darwin da Vulcan. Fu riportato all’Istituto Xavier, dove Bestia stabilì che Darwin era ora un essere di pura energia. Sebbene non fosse cosciente, c’era ancora attività cerebrale. Una volta separato da Vulcan, le abilità di Darwin lo portarono a sviluppare nuovamente una forma fisica.

Quando gli X-Men Warpath, Havok, Polaris, Rachel Summers, Nightcrawler ed il Professor X andarono nello spazio per dare la caccia a Vulcan e impedirgli di distruggere gli Shi’ar, Charles Xavier portò Darwin con loro nella speranza che la sua amicizia con Vulcano avrebbe aiutato. Quando gli agenti Shi’ar rapirono Charles, Darwin lo seguì segretamente infiltrandosi nella loro astronave mentre fuggivano. 

Ricatturato dalle guardie Shi’ar, Darwin fallì nel tentativo di salvare Charles Xavier ed accettò con riluttanza l’offerta di Vulcan di diventare il Miglior Uomo, una sorta di testimone, al suo matrimonio con Deathbird.

Darwin ha partecipato al matrimonio, anche se in catene, e si trovò nel fuoco incrociato quando gli X-Men ed i Predoni Stellari attaccarono. Vulcan intrappolò Xavier nel Cristallo M’kraan: temendo per la sicurezza del suo mentore, Darwin seguì Xavier nelle profondità del Cristallo e salvandolo. Venne portato nell’astronave degli X-Men con il Professor X e Lilandra Neramani, tornando così sulla Terra.

Darwin ricevette la richiesta di aiuto delle Naiadi di Stepford quando Hulk attaccò lo Xavier Institute: durante la lotta, Armando sviluppò la capacità di assorbire le radiazioni gamma. Darwin tentò allora di assorbirle da Hulk, non riuscendovi: allora il suo corpo determinò che il modo migliore per affrontare Hulk era di non confrontarsi affatto con Hulk, e quindi acquisì i poteri di teletrasporto che lo allontanarono dal percorso di distruzione di Hulk.

Darwin riapparve insieme agli X-Men e combatté contro i Marauders, i Purificatori,  Predator X e i Cable durante gli avvenimenti di Messiah Complex. Qualche tempo dopo la nascita di Hope, la prima mutante dall’M-Day, Darwin andò alla ricerca del Professor Xavier. Durante la ricerca, Darwin incontrò Nogor il Talismano, uno Skrull che impersonava Longshot: a Detroit, la coppia venne attaccata da Jazinda e She-Hulk che stavano seguendo Nogor.

Nel frattempo Hector Muñoz, il padre di Darwin assunse X-Factor Investigations per aiutarlo a trovare Darwin perché apparentemente si era pentito per aver abbandonato lui e sua madre anni prima. Dopo aver riunito padre e figlio, venne rivelato che Hector in realtà voleva Darwin per consegnarlo al Progetto Karma. Darwin venne successivamente salvato da X-Factor Investigations ed accettò di unirsi alla squadra.

Dopo essersi unito a X-Factor Investigations, Darwin li aiutò a salvare Lenore dai tentativi di assassinio di Cortex, si trasferì col gruppo a New York City, quindi salvarono la Donna Invisibile dei Fantastici Quattro dal Dottor Destino e combattè Bolivar Trask e la sua D.R.M. (Divisione di Risposta Mutante).

Dopo aver inavvertitamente consegnato Pip il Troll a Hela, X-Factor Investigations si recò a Las Vegas, dov’era la base della dea norrena, per salvarlo. Qui la squadra combattè i guerrieri non morti di Hela e, con l’aiuto di Thor, resistettero finché Darwin assunse i poteri di morte di Hela usandoli contro di lei. I poteri di Hela tuttavia sembrano aver avuto effetti negativi su Darwin.

Mentre vagava nel deserto, Darwin ebbe una visione durante la quale combatté contro il drago Sirrush e incontrò uno sceriffo di nome Tier, che affermò di essere il figlio di Rahne “Wolfsbane” Sinclair. Con queste informazioni, Darwin tornò New York per avvertire i suoi compagni di X-Factor Investigations.

Darwin iniziò a sentire voci che gli parlavano di Tier e del fatto che avrebbe scatenato la Guerra dell’Inferno sulla Terra, e decise di uccidere il bambino: iniziò a dargli la caccia al bambino, ma venne ostacolato dal guardiano di Tier, Werewolf by Night. 

In Pennsylvania, Darwin fermò Werewolf by Night e mise all’angolo Tier, ma venne fermato da Vanora e Rictor. Sebbene momentaneamente preso alla sprovvista dai poteri mutanti ripristinati di Rictor, Darwin rimase determinato a continuare a rintracciare Tier per ucciderlo.

Spinto da forze al di là della sua comprensione, Darwin seguì Tier fino a New York City. Quando arrivò al quartier generale di X-Factor Investigations, gli mancò il coraggio di ucciderlo. Poiché non era in grado di uccidere Tier per scongiurare la Guerra dell’Inferno sulla Terra, Darwin scelse di unirsi a X-Factor Investigations per combattere i Signori dell’Inferno.

Dopo la Guerra dell’Inferno sulla Terra, Darwin tornò a Las Vegas per trovare Hela e costringerla a rimetterlo a posto. Durante la ricerca di Hela, Darwin incontrò Monet con cui ebbe un’avventura di una notte. In seguito, Hela trovò Darwin, ma lui rifiutò il suo aiuto.

In seguito alla creazione della nazione mutante a Krakoa, Darwin divenne uno degli innumerevoli mutanti a stabilirvisi. Quando un gruppo di X-Men venne inviato al Vault, un luogo dove chiunque ne fosse chiuso all’interno poteva rimanere lì per migliaia di anni, per catturare Serafina.

I tre mutanti selezionati per la missione erano Darwin, Synch e Laura “Wolverine” Kinney. Non appena entrarono nel Vault però, persero il contatto con gli X-Men.

Interpreti:

Edi Mue Gathegi (X-Men: First Class)
Edi Mue Gathegi (X-Men: First Class)