ELIXIR

Nome: Joshua Foley

Alias: Elixir

Team: Reavers, Academy X,  Nuovi Mutanti (Squadra), New X-Men, X-Force, Confraternita dei Mutanti Malvagi, Club Infernale

Famiglia: Grace Foley (madre), Howard Foley (padre), Dani Moonstar (tutrice legale)

Nazionalità:

1 app. Novembre 2003New Mutants (vol.2) n.5 

1 app.Italia: X-Men Deluxe n.113 (X-Treme X-Men n.30) (Marvel Italia)

Creatori: Nunzio DeFilippis, Christina Weir, Mark A. Robinson

Storia:

Josh Foley si è unito ai Reavers, un gruppo anti-mutante guidato da Donald Pierce, per seguire il suo migliore amico, Duncan. Quando Cerebra ha rilevato un mutante nell’area, Dani Moonstar e Karma sono state inviate ad indagare. Nel frattempo, i Reavers si scontrarono con un gruppo di studenti dello Xavier Institute, e Josh scoprì di essere un mutante guarendo uno dei suoi compagni. 

Per un breve periodo nascose la cosa, fino a quando non si è sentito obbligato a curare la ferita mortale Laurie Collins; di conseguenza Laurie si è innamorata di lui. Quando i Reavers scoprirono che Josh era un mutante con poteri curativi, lo rinnegarono e si ritirarono. Rifiutando l’offerta di Moonstar di andare alla X-Mansion, se ne tornò a casa, ma lì trovò i suoi compagni Reavers che lo stavano aspettando per picchiarlo; dopo ciò, i suoi genitori hanno scoperto che era un mutante, e lo rinnegarono.

Con nessun altro posto dove andare, Josh andò con riluttanza all’Istituto Xavier. Gli fu assegnato David “Prodigy” Alleyne come compagno di stanza; una situazione che inizialmente nessuno dei due ha trovato piacevole. Josh ha inviato una lettera a casa che ha solo indotto i suoi genitori a rendere formale il loro disconoscimento, affidando la sua tutela legale alla Scuola, più specificamente a Dani Moonstar, che diventò così la sua tutrice legale. Inizialmente, Josh divenne amico di Julian “Satiro” Keller, Santo “Rockslide” Vaccarro, Cessily “Mercury” Kincaid e Victor “Anole” Borkowski; tuttavia, dopo aver scoperto il passato di Josh con i Reavers, lo rifiutarono anche loro.

Poco dopo, Rahne “Wolsbane” Sinclair, rimasta senza poteri, raggiunse lo Xavier Institute. Josh fu immediatamente colpito da Rahne, con grande sgomento di Laurie Collins. Dopo essere usciti a giocare a biliardo, mentre stavano rientrando alla villa, Rahne si rese conto di desiderare ancora il suo lato selvaggio, perso con la perdita dei poteri, e di tornare ad essere lupo: mentre si baciavano, lui la guarì dagli effetti dell’arma che l’aveva depotenziata, ma lei perse il controllo squartandolo. Laurie Collins ha assistito alla scena e usò il suo potere di controllo dei ferormoni per spaventare Rahne.

Josh è stato portato d’urgenza all’infermeria della villa: senza la presenza di Angelo, l’altro guaritore degli X-Men, c’erano tuttavia poche speranze. Prodigy, si rese conto che avrebbe potuto curarsi se solo fosse stato sveglio, allora Surge lo rianimò con una piccola scarica elettrica, mentre Laurie lo mantenne calmo abbastanza a lungo da permettergli di auto guarire le ferite. Ci fu però un effetto collaterale: la pelle diventò dorata, probabilmente per via dell’attivazione di una mutazione secondaria.

Dopo la distruzione e la ricostruzione dello Xavier Institute, Ciclope ed Emma Frost decisero di organizzare gli studenti più grandi in squadre di addestramento di sei membri. Josh è stato inserito nella Squadra dei Nuovi Mutanti di Dani Moonstar e gli è stato dato il nome in codice Elixir. Josh ha continuato a flirtare con Rahne nonostante uscisse anche con Laurie Collins. Alla fine Rahne ha deciso di rompere definitivamente con Josh, essendo ora lei un’insegnante dell’Istituto, ma, all’insaputa di entrambi, Kevin Ford ha sentito la loro conversazione e ha usato queste informazioni per far separare anche Josh e Laurie.

Laurie arrabbiata per essere stata lasciata, ha usato il suo potere di controllo dei feromoni per manipolare Prodigy e baciarla al ballo della Scuola nel tentativo far ingelosire Josh. Un giorno, Blob ha attaccato la Scuola sfondando il cancello principale, colpendo la madre di Laurie, Gail, che era in visita a sua figlia. Gail è stata ferita e Laurie ha chiesto a Josh di guarirla. All’inizio del nuovo anno scolastico, la Stanza del Pericolo divenne senziente e quasi uccise i membri anziani degli X-Men nel tentativo di trovare e distruggere suo “padre”, Charles Xavier. Tuttavia Josh è stato in grado di guarirli tutti.

Durante l’M-Day la maggioranza della popolazione mutante del mondo è stata depotenziata: Elixir è stato uno dei soli ventisette studenti a mantenere i propri poteri. Emma Frost, temendo la loro incolumità, ordinò che gli studenti e al personale depotenziati lasciassero l’Istituto. La tutrice legale di Josh, Dani Moonstar, ora depotenziata, fu tra quelli costretti ad andarsene. 

Per la loro sicurezza, gli studenti depotenziati furono portati attraverso i tunnel dei Morlock fino ad un autobus: purtroppo è stato colpito da un missile sparato dal fanatico anti-mutante il Reverendo William Stryker, uccidendo quarantadue degli ex studenti a bordo. Durante una sessione di allenamento dei New X-Men con Colosso, Elixir, furioso per la morte dei suoi compagni, colpì con violenza Peter: a causa di questo suo atteggiamento, Emma Frost allontanò il giovane guaritore dalla squadra.

Laurie Collins sostenne che Emma si sbagliava completamente, che la squadra si limitava a “violenza e combattimento”, mentre Elixir poteva fare una “cosa bellissima” ovvero guarire le persone. Tuttavia, Josh rivelò a Laurie che quando ha cercato di guarire DJ,  era in grado di sentirlo morire, e che quando è morto, un pezzo di Josh è morto con lui. In quel momento, Laurie è stata uccisa da un colpo di cecchino, sparato da Matthew Risman, un Purificatore di Stryker.

Quando Wolverine cercò di far lasciare a Josh il corpo di Laurie, il suo potere mutante si manifestò e fece apparire delle dolorose vesciche sulle mani e sui polsi di Logan. Poi Stryker iniziò il suo attacco all’Istituto, ma inizialmente Josh rimase seduto in infermeria senza reagire. Tuttavia, quando Josh tornò in sé, infuriato per la morte di Laurie e degli altri studenti, uccise Stryker: questa azione ha avuto il risultato imprevisto di trasformare la sua pelle da dorata a nera e Josh cadde in uno stato catatonico.

Quando X-23 fu ferita a morte e incapace di guarire durante la battaglia finale con Nimrod, Satiro la riportò in volo all’Istituto: Josh riuscì a guarirla e la sua pelle tornò dorata. Poco prima che gli altri studenti venissero teletrasportati nel Limbo, le Naiadi di Stepford hanno aiutato Elixir ad apprendere l’anatomia umana, la fisiologia e la biologia avanzate “copiando” telepaticamente le informazioni dalla mente di Bestia nella sua.  Questo gli ha permesso di usare il suo potere con maggior precisione, permettendogli di far ricrescere il cuore di Prodigy dopo che era stato strappato dal demone Belasco.

Dopo la prima nascita mutante dall’M-Day, alcuni dei New X-Men hanno deciso di lanciare un attacco preventivo contro i Purificatori. Elixir non voleva partecipare alla lotta per paura che potesse perdere il controllo e massacrare i Purificatori come rappresaglia per l’omicidio di Wallflower. Tuttavia ha offerto il suo aiuto come guaritore.

Dopo la distruzione dell’Istituto da parte delle Sentinelle, Elixir è stato portato al Nido dell’Angelo per curare Wolfsbane a cui era stata somministrata un’overdose di eroina dai Purificatori. Dopo averla guarita, Rahne ha attaccato Angelo, strappandogli le ali e consegnandole al reverendo Craig. Elixir ha curato le ferite di Angelo, ma i suoi tentativi di fargli ricrescere le ali sono stati vanificati: si scopre così che le ali di Warren non erano mai state realmente organiche e che portava ancora il ceppo tecno-organico di Apocalisse.

Dato che Elixir è un problema per X-Force, team che deve rimanere segreto per gli altri X-Men, X-23, su richiesta dello stesso Josh, ha contattato le Naiadi di Stepford per fargli cancellare i ricordi della squadra. Tuttavia, prima che la sua memoria potesse essere cancellata, X-Force fu inviata nuovamente in missione. Elixir si è unito al team e ha aiutandoli a catturare Svanitore a cui ha innestato un tumore al cervello inoperabile a forma di X. Elixir in seguito ha impedito a X-23 di uccidersi dopo essere stata infettata dal Legacy Virus e l’ha aiutata a liberarsene.

Assieme al resto di X-Force è stato trasportato nel futuro da Ciclope per riportare Cable e la bambina Messia nel presente. Una volta arrivati lì, Elixir divenne isterico per non essere stato in grado di salvare i suoi amici dalla Regina Lebbrosa. Durante la loro permanenza nel futuro, Elixir affrontò Stryfe e, aiutato da Wolverine e Warpath, riuscì a infettarlo con il cancro.

Tuttavia, Stryfe costrinse telepaticamente Elixir a curarlo, annullando la maggior parte dei danni. Dopo la battaglia con Stryfe, furono riportati al presente. Lui, Wolverine e Arcangelo si precipitarono all’ONU per salvare Surge e Satiro. Elixir ha curato entrambi i suoi amici, ma come risultato della guarigione combinata con lo sforzo del viaggio nel tempo, cadde in coma.

Elixir è stato trasferito a Utopia sotto le cure del Dr. Nemesis: lì fu rianimato dalla dea nordica della morte Hela su richiesta di Hrimhari, in modo da poter salvare Wolfsbane incinta del loro bambino. Elixir è stato in grado di salvarla trasferendo parte del potere del suo bambino per rafforzare il corpo di Rahne, cosicché potesse sopportare l’embrione asgardiano che cresceva dentro di lei.

Dopo essersi riunito con la sua squadra, X-Force si è diretta a Genosha per eliminare Selene e la sua Cerchio Interna. Su Genosha, Elixir affronta Wither, il quale voleva uccidere Josh per non aver protetto Laurie “Wallflower”. Elixir è passato alla sua forma nera, invertendo gli effetti del potere di Wither, trasformandolo in polvere. Poi ha lasciato il team X-Force e ha scelto di rimanere a Genosha, curando e seppellendo i cadaveri lasciati da Selene e dalla sua Cerchia Interna, scoprendo però di non poter più guarire.

All’indomani della morte di Wolverine, Elixir fu catturato dagli stessi individui che avevano catturato X-23, Sabretooth, Daken, Lady Deathstrike e Mystica. Quando Siphon attaccò il gruppo Elixir cercò di usare i suoi poteri mortali per fermarlo, tuttavia questi non causarono alcun effetto e Josh fu rapidamente sopraffatto.

Diversi mesi dopo, Josh, alla richiesta di se stesso, fu accolto in una chiesa, dove lavorò come aiutante. Quando i Cavalieri Oscuri iniziarono una crociata contro i guaritori mutanti, gli X-Men di Magneto lo individuarono come un potenziale bersaglio ad alto rischio e cercarono di convincerlo a partire con loro. Prima che potessero finire di parlare con lui, la chiesa fu attaccata dai Cavalieri Oscuri. Molti degli amici di Joshua furono uccisi nel cortile anteriore, spingendolo a uscire dall’edificio e resuscitarli. Mentre li stava riportando in vita, venne ucciso.

A causa della natura dei poteri di Josh, tuttavia, non rimase morto a lungo, rigenerandosi nella sua tomba prima di tornare a Genosha. Emotivamente e mentalmente instabile a causa delle sue esperienze, ha messo alla prova i suoi poteri in espansione torturando i Cavalieri Oscuri, resuscitandoli e uccidendoli più e più volte. 

Magneto e il suo team hanno scoperto che era sopravvissuto e lo hanno rintracciato, portandolo infine in uno dei centri medici dove venivano curati i mutanti dall’M-Pox. Josh è stato in grado di guarire completamente i mutanti, ma la fretta di distruggere la malattia lo ha portato quasi a prosciugare la vita dal personale medico umano. Fortunatamente gli X-Men sono riusciti a raggiungerlo e fermarlo: è stato portato al ritiro di Xorn, nella speranza che il mutante potesse aiutare Josh a venire a patti con le tragedie e ottenere il controllo dei suoi poteri.

Quando una cabala composta da Havok, Emma Frost, Miss Sinister e Bastion ha diffuso un virus che conferisce poteri, Mothervine, su scala globale per creare un’improvvisa crescita di mutanti in tutto il mondo, Magneto ha chiesto l’aiuto di Elixir per pattugliare ogni zona di ricaduta di Mothervine e invertire i suoi effetti. Joshua è stato successivamente portato alla base della cabala, dove ha neutralizzato tutti i campioni del siero. 

Non molto tempo dopo, Magneto ha deciso di tornare alla sua precedente metodologia spietata per garantire la sopravvivenza dei mutanti. Come parte di questo approccio, ha fondato una nuova Confraternita dei Mutanti ed Elixir ne entrò a far parte. Qualche tempo dopo, Elixir divenne un membro del nuovo Club Infernale di Emma Frost. Mentre Joshua aspettava fuori da un negozio di abbigliamento assieme a Svanitore, furono circondati dal generale Callahan e dai soldati dell’Ufficio di Emergenza Nazionale. Emma è uscita dal negozio con Marrow mentre Callahan teneva Josh e Svanitore sotto tiro.

Dopo la fondazione di uno stato nazionale sovrano a Krakoa per mano di Charles Xavier e dei suoi alleati, Elixir divenne un membro dei Cinque, un gruppo di mutanti capaci di combinare i loro poteri in un processo di resurrezione. I Cinque sono stati in grado di creare nuovi corpi clonati per i mutanti deceduti, ripristinando i loro poteri ed i loro ricordi come erano al momento della loro morte. I Cinque erano considerati qualcosa di sacro.