LADY DEATHSTRIKE

Nome: Yuriko Oyama

Alias: Lady Deathstrike, Ana Cortes

Poteri: Yuriko è un’umana, ma con il corpo modificato ciberneticamente da Spirale. Forza, velocità, agilità e riflessi superumani. E’ dotata di dieci artigli d’adamantio, della lunghezza di 300 mm ed allungabili a seconda del suo volere, mentre la stessa lega ricopre ciò che rimane del suo scheletro. Grazie ad un sofisticato e tecnologico fattore rigenerante è capace di curare qualsiasi danno fisico o cibernetico che affligge il suo corpo, e tramite interfacce digitali può connettersi sia a macchinari, che a sistemi informatici. Yuriko, inoltre, è abilissima nelle arti marziali giapponesi, come il Kenjutsu, oltre ad essere un’inafferabile ladra, assassina e terrorista.

Team: Reavers, Weapon X-Force, Sorellanza delle Mutanti, Thunderbolts, Purificatori, Wolverines

Famiglia: Kenji “Lord Ventonero” Oyama (padre), Lord Deathstrike (fratello), Sconosciuto (fratello)

Nazionalità:  

1 app. Agosto 1983 – Daredevil n. 197 (come Yuriko Oyama)

1 app.Italia: Fantastici Quattro n.28 (Star Comics)

1 app. Aprile 1986 – Alpha Flight n.33 (come Lady Deathstrike)

1 app.Italia: Capitan America e i Vendicatori n.45 (Star Comics)

Creatori: Stan Lee, Jack Kirby

Storia:

Yuriko Oyama è la figlia di Kenji Oyama, un ex pilota kamikaze giapponese durante la seconda guerra mondiale, il cui volto fu orribilmente sfregiato in un attacco suicida fallito a una nave da guerra americana. Successivamente diventato capo della Oyama Heavy Industries, Kenji fece seguire privatamente da Marcy Stryker, moglie di un soldato americano di nome William Stryker, Yuriko e i suoi due fratelli. Kenji si sentì molto disgustato dal suo fallimento decenni prima e, con un rituale, sfregiò i volti dei suoi tre figli. 

Divenne poi lo scienziato criminale Lord Ventonero, Kenji sviluppò un mezzo per legare il metallo praticamente indistruttibile Adamantium (quello di Wolverine) all’osso umano, una procedura che sperava di usare per creare un esercito di super-soldati per il Giappone. Tuttavia, i suoi appunti furono rubati e ci sono voluti anni per riscoprire il processo.

Cresciuto disprezzando la civiltà giapponese del dopoguerra, Lord Ventonero portò l’assassino Bullseye, rimasto paralizzato, sulla sua isola al largo della costa giapponese. Lì, Ventonero sostituì alcune delle ossa rotte di Bullseye con sostituti in Adamantio, sperando che in cambio Bullseye avrebbe assassinato il ministro del commercio giapponese per lui. 

Arrivato in Giappone con l’intenzione di fermare Bullseye, Daredevil incontrò Yuriko, che cercava di vendicarsi di suo padre, sia per averla sfregiata che per la morte dei suoi fratelli. Inoltre, il giovane che Yuriko amava, Kira, prestava servizio nell’esercito privato di Ventonero, e non voleva che suo padre gli facesse del male. Dopo che Yuriko guidò Daredevil nell’isola privata di suo padre, Bullseye fuggì e Yuriko stessa uccise Lord Ventonero proprio mentre lo scienziato stava per uccidere Daredevil.

Dopo la partenza di Daredevil, Kira si suicidò, disperato per la morte di Ventonero. Lo shock della morte di Kira ha radicalmente modificato la visione di Yuriko sulla vita e ha deciso di portare avanti il lavoro di suo padre. Yuriko tentò di rintracciare Bullseye: seguendo il suo scheletro di Adamantium, trovò inavvertitamente l’avventuriero mutante Wolverine, che aveva ottenuto il suo scheletro intrecciato di Adamantium per mezzo del processo rubato a suo padre anni prima. 

Vestita come una samurai femmina e facendosi ora chiamare Lady Deathstrike, Yuriko condusse dei guerrieri di suo padre in Canada, dove si scontrarono con Wolverine, cercando di recuperare lo scheletro d’Adamantio per poterlo studiare. Fu sconfitta dall’amica di lunga data di Wolverine, Heather Hudson, che aveva adottato l’identità in costume di Vindicator nel suo ruolo di leader della super-squadra canadese Alpha Flight.

Dopo aver fallito nella sconfitta di Wolverine, Lady Deathstrike decise di combatterlo alle sue condizioni e fece così un accordo con Spirale, che usò il suo Body Shop per trasformare Deathstrike in un cyborg, curandole anche le cicatrici facciali. Ora possedendo una forza sovrumana e artigli di Adamantium per competere con quelli di Wolverine, Yuriko guidò altri tre cyborg – ex soldati del Club Infernale, Cole, Macon e Reese – in un attacco a Wolverine, anche questo però destinato a fallire.

Ora interessata solo alla vendetta, Deathstrike si unì a Donald Pierce e ai suoi Reavers in un’imboscata su Wolverine in una remota città nell’entroterra australiano dove gli X-Men avevano preso base. Catturandolo, lo crocifissero su una croce a forma di X e lo lasciarono morire.  Wolverine fu salvato dalla giovane mutante Jubilee che lo nascose e cercò di rimetterlo in salute. Dopo che Pierce scoprì che Wolverine era fuggito, ordinò ai Reavers di seguirli. Mentre i Reavers stavano cercando Wolverine, Lady Deathstrike andò nella stanza di Wolverine e scoprì che uno dei mietitori, Pretty Boy, stava distruggendo tutto ciò che gli era caro con la Spada dell’Onore del clan Yashida (che apparteneva a Wolverine). Nonostante il suo odio per Wolverine, Yuriko era anche una nobile Daimyo nata in una casata antica e rispettata come la Yashida e decise di proteggere la lama. 

Dopo che i Reavers hanno scoperto la posizione di Wolverine e Jubilee hanno deciso di seguirli. Lungo la strada Yuriko decise di nascondere la Spada dell’Onore di Yashida; Wolverine e Jubilee, dopo un breve scontro, riuscirono a fuggire dai Reavers. La coppia è stata in seguito individuata da Lady Deathstrike ma, dopo aver visto il suo nemico così debilitato, non è riuscita a ucciderlo in quanto non c’era onore nel colpire un nemico quando era troppo debole per difendersi . Yuriko lasciò che Wolverine e Jubilee scappassero e disse che la prossima volta che si sarebbero incontrati, sarebbe stato uno scontro alla pari.

Sperando di riuscire da solo dopo i suoi fallimenti con una squadra, Deathstrike fece in modo che l’ex alleato dei Reavers, il mutante aborigeno Gateway, la teletrasportasse alla posizione di Wolverine. In quel momento, Wolverine era tornato indietro nel tempo in Spagna nel 1937, quindi anche Deathstrike fu mandata nel passato. Intrappolata in una battaglia durante la guerra civile spagnola, la coppia successivamente si fece strada attraverso la distorsione temporale per tornare al presente. In uno scontro successivo, Deathstrike venne a sapere che Magneto, mutante maestro del magnetismo, aveva rimosso con la forza l’Adamantio dal corpo di Wolverine. Di conseguenza, perse interesse per la sua ricerca e andò in cerca di un nuovo scopo.

Dopo un attacco ai Reavers da parte di Sentinelle fatte giungere dal futuro dal malvagio mutante Trevor Fitzroy, Donald Pierce ricostruì il gruppo e li condusse a catturare Milo Thurman, un ex dipendente del governo che possedeva incredibili abilità profetiche naturali. Pierce intendeva trasformare Thurman in un cyborg Reaver sotto il suo controllo, ma il suo piano fu osteggiato dall’ex amante di Thurman, la mutante mercenaria Domino. Mentre Deathstrike combatteva contro Domino, Pierce scaricò nella sua mente quasi il 60% della coscienza di Thurman prima che la base dei Reavers fosse distrutta.

In seguito colpendo da sola, Lady Deathstrike si scontrò nuovamente con Wolverine ma fu posseduta dallo spirito di un’altra sua nemesi, Lord Ogun. Alla fine, abbandonatoa dallo spirito dopo aver imparato come infiltrarsi nei sistemi cibernetici, Deathstrike si è alleata con il gruppo terroristico giapponese Strikeforce Ukiyoe, scontrandosi con Capitan America dopo il suo ritorno da un esilio extradimensionale.  Successivamente si è trovata presa di mira dalle Sentinelle Prime, cyborg cacciatori di mutanti sotto il comando di Stryfe. Sebbene non sia una mutante, Deathstrike porta inconsapevolmente nella sua programmazione cibernetica i codici di controllo per le più potenti sentinelle di classe Omega. Con l’aiuto di Wolverine e degli X-Men, Deathstrike sconfisse Stryfe e le sue forze.

Nonostante la loro vittoria condivisa, Deathstrike è stata reclutata dall’arcinemesi di Wolverine, il mutante selvaggio Sabretooth, per aiutarlo a colpire i suoi cari in cambio di preziose informazioni. Deathstrike, al fianco del super soldato russo Omega Red, paralizzò Yukio, amica di Wolverine e rapì sua figlia adottiva, Amiko, affidata proprio alle cure di Yukio. Dopo aver ottenuto ciò che voleva, Sabretooth ha scaricato sia Deathstrike che Omega Red.

Deathstrike in seguito lavorò per un mafioso mafioso di nome Nicopetti, il più potente Oyuban di tutta Kobe e che la considerava come una figlia e la sua arma più mortale. Dopo essere riuscita a completare tutte le sue missioni, chiese il suo aiuto per uccidere Wolverine, ma lui si rifiutò, dicendo che Deathstrike aveva commesso l’errore di inseguire la famiglia di Logan (Yukio ed Amiko) ed ora era condannata alla sua vendetta, e lui non voleva farne parte. Invece Nicopetti ha dato a Deathstrike i soldi e una nuova identità per poter fuggire prima che Wolverine la uccidesse. Furiosa per le parole di Nicopetti, gli ha sfregiato la faccia e lo ha lanciato attraverso una finestra proprio mentre Wolverine la stava affrontando. Decise di fuggire, ma Logan la inseguì.

Dopo averla raggiunta, Logan estrasse la sua spada da samurai e ne diede un’altra a Deathstrike, poi le disse che se stavano per porre fine a questa faida, dovevano farlo con onore e non come animali selvaggi. Deathstrike afferrò la spada e iniziò il duello: Wolverine prese il sopravvento e quando Deathstrike cadde a terra abbassò la guardia e le disse di arrendersi ma Deathstrike impalò Wolverine sulla sua spada e gli afferrò il cuore con gli artigli ma non riuscì a strapparlo grazie alle ossa di adamantio di Wolverine. 

Wolverine la spinse via e iniziò a colpirla più volte con la sua spada, tagliandole gli artigli ma si rifiutò di ucciderla, dicendole che era malata e aveva bisogno di aiuto e che la loro faida era finita. Wolverine la lasciò quindi con una spada da samurai, proprio mentre Nicopetti e i suoi uomini arrivavano per vendicarsi di Deathstrike dopo quello che aveva fatto al boss: mentre si avvicinavano, Deathstrike si alzò in piedi, afferrò la sua spada per affrontarli.

Lady Deathstrike in seguito andò in aiuto del suo ex socio William Stryker, liberandolo dalla custodia del governo e dandogli accesso alle risorse di Oyama Heavy Industries. Mentre aiutava Stryker, cadde sotto il controllo di Paul, un computer senziente che cercava di proteggere la comunità di mutanti che vivevano a Mount Haven. Sotto il controllo di Paul, Deathstrike ha combattuto sia Stryker che gli X-Men, duellando ancora una volta con Wolverine e, ironia della sorte, incontrando più successo sotto il controllo di Paul di quanto abbia mai avuto da sola. Nel corso di uno scontro, Deathstrike è stata sepolta sotto le macerie, ma quando Alfiere giunse per indagare trovò solo il suo braccio cibernetico reciso.

Più tardi, Lady Deathstrike ha scoperto di soffrire di amnesie, ma grazie alle sue tecnologie migliorate, la sua C.P.U le ha ricostruite e ha scoperto che Mystica, Rogue, Sole Ardente e Blindspot hanno rubato il processo di adamantio di Lord Ventonero molto tempo fa. Arrabbiata catturò Blindspot, che era la responsabile dei suoi ricordi mancanti e la usò per far trapelare pubblicamente che Sole Ardente era affiliato a Rogue, Blindspot e Mystique quando facevano parte dei Marauders, allo scopo di attirare Rogue in Giappone.

Dopo che Rogue è arrivata in Giappone, Deathstrike l’ha attaccata; la X-Men è riuscita a fuggire, unendosi a Sole Ardente per affrontare la cyborg. Nella battaglia che ne seguì, i poteri di Sole Ardente attivarono il sistema antincendio, riempiendo la stanza di vapore. Lady Deathstrike si mosse dietro di lui e gli tagliò le gambe. Ha poi appreso che Rogue, Mystica, lo stesso Sole Ardente e Blindspot non sono mai riusciti a recuperare gli schemi del processo di legame dell’adamantio di suo padre, quindi non vedendoli più utili al suo scopo, ha deciso di ucciderli; Rogue però aveva assorbito i poteri di Sole Ardente ed era diventata troppo potente per Deathstrike che ha deciso di scappare.

Durante Civil War il C.S.A., con l’aiuto di Songbird, raccolse diversi ex cattivi come parte di una nuova squadra di Thunderbolts: Lady Deathstrike era tra quei cattivi e ora lavorava a fianco dell’assassino di suo padre, Bullseye. Lady Deathstrike aiutò così Iron Man, Mister Fantastic e gli altri eroi delle forze di registrazione contro Captain America e le forze anti-registrazione. Durante la battaglia, ha combattuto contro Spider-Man al fianco di Venom fino a quando Cloak ha teletrasportato tutti a New York City, poi ha fatto squadra con Venom, Taskmaster e Bullseye e ha sconfitto Captain America. Mentre Yuriko e Bullseye prendevano in giro Captain America, furono improvvisamente attaccati dalle forze dell’esercito di Atlantide di Namor che li abbatterono. In seguito fu rimandata nella super prigione nella Zona Negativa.

Riemerse con una seconda incarnazione dei Reavers, che si erano alleati con i Purificatori. Quando i New X-Men attaccarono, ferì mortalmente Satiro. I New X-Men riuscirono a malapena a scappare. I Reavers quindi presero Cable, che aveva la bambina messia, la prima mutante nata dopo l’M-Day. X-Force si mise sulle loro tracce e quando li trovarono X-23, amica e probabilmente infatuata di Satiro, si scagliò contro Deathstrike, uccidendola. E’ stata però apparentemente riparata da Spirale nel suo Body Shop. Mentre Spirale ha riparato il corpo di Deathstrike, le ha anche dato una personalità più sottomessa, facendole fare tutto ciò che le veniva detto.

Spirale e Deathstrike si sono unite a Madelyne Pryor nella Sorellanza delle Mutanti. Dopo che la Sorellanza resuscitò Kwannon usando la forza vitale di Psylocke, si mossero contro gli X-Men. Deathstrike fu incaricata di abbattere Wolverine, perforandogli i polmoni; tenne occupato Wolverine mentre la Sorellanza faceva irruzione nella sua stanza per rubargli uno dei suoi beni più preziosi: una ciocca di capelli di Jean Grey. Dopo che la squadra fu sconfitta dagli X-Men e la Regina Rossa morì, Deathstrike fuggì attraverso i portali di Spirale. Durante questo periodo, Ana Cortés ha assunto Reiko che ha messo la coscienza di Lady Deathstrike nel suo corpo. Reiko le ha anche dato accesso ai naniti e ha fornito informazioni su Sentinella Omega. Volendo ottenere i miglioramenti cibernetici di Karima, Ana organizzò l’attacco alla Scuola Jean Grey, ma fallì a causa della disinformazione riguardante i membri degli X-Men.

Ha pagato Reiko ancora una volta per hackerare i sistemi della Scuola e fornire le informazioni corrette e aggiornate sugli X-Men e Sentinella Omega, ma Reiko ha trovato qualcosa di più interessante: informazioni su Arkea. Ana formò una nuova Sorellanza delle Mutanti, reclutando Typhoid Mary e successivamente Incantatrice, e insieme aiutarono Arkea a tornare. Sotto la guida di Arkea, l’Incantatrice resuscitò Selene e pianificò di resuscitare Madelyne Pryor

Ana ha però contattato gli X-Men, ha detto loro l’attuale posizione della Sorellanza, e poi si è suicidata. Arkea ha estratto la coscienza di Lady Deathstrike dal corpo di Ana e ha usato i suoi poteri per rimodellarlo, mentre Incantatrice le ha inserito l’anima di Madelyne Pryor. Lady Deathstrike condusse un attacco con i Reavers su Utopia che fu sventato dalla X-Force, e successivamente combatté e uccise Canguro mentre lavorava per Doctor Octopus nel tentativo di dominare il mondo.

Lady Deathstrike fu poi vista a Madripoor, Lowtown con suo fratello, Lord Deathstrike: entrambi erano stati invitati insieme a diversi criminali a una festa organizzata da Sabretooth. Ma Wolverine ne venne a conoscenza e decise di mandare all’aria questa festa, quindi sconfisse Lady Deathstrike, suo fratello e gli altri cattivi presenti prima di augurare un “buon compleanno” a Sabretooth come vendetta per quello che gli aveva fatto in passato. Lady Deathstrike si unì all’essere noto come Padre e alla sua traversata lungo i Discendenti per rivendicare il dominio del mondo per i robot, poiché era un cyborg. Ha preso parte al raid finale a New York City.

Non molto tempo dopo, Lady Deathstrike e altre persone in possesso di adamantium sono diventati bersagli di Abraham Cornelius che ha appena riavviato un nuovo programma per Arma X e stava cercando di mettere al sicuro ogni pezzo di adamantio nel mondo, di conseguenza Lady Deathstrike è stata ora rintracciata da uno dei suoi agenti: Ogun. Yuriko riuscì ad andare a Madripoor dove salvò Wolverine da Sabretooth e chiese il suo aiuto contro Ogun, ma poi scoprì che Wolverine non aveva più alcun fattore di guarigione. Decise di sfruttare questa opportunità per catturare Wolverine indebolito al fine di scambiarlo con la sua libertà. Mentre stava per attaccare Wolverine, Yuriko fu attaccata da Ogun che ora possedeva il corpo di Kitty Pryde, Ogun la sconfisse facilmente e le distrusse la mano con i poteri di sfasatura di Kitty Pryde.

Non molto tempo dopo che Wolverine morì combattendo contro Cornelius, ma dopo la morte del suo nemico scoprì che la Lama d’onore del clan Yashida appartenuta a Wolverine era stata rubata dagli Yakuza. Proprio come aveva fatto anni fa, ha deciso di riprendersi la spada e si è assicurata che ora fosse sicuro non per pietà o gentilezza verso il suo vecchio nemico, ma per mantenere rituali e tradizione.

Non molto tempo dopo, Lady Deathstrike è stata rapita con molte altre persone tra cui Mystica, Sabretooth, X-23, Daken ed Elixir da Shogun, con l’intento di costringerli ad aiutare lui e il suo gruppo di alleati a trovare l’adamantio nel corpo pietrificato di Wolverine. Prima che potessero partire per questa missione, furono attaccati da Siphon, che uccise Elixir e prosciugò il fattore rigenerante di Daken. Proseguirono con la missione, hanno incontrato e combattuto la Wrecking Crew, assunta da Sinistro, anch’egli alla ricerca del corpo di Wolverine. Dopo aver fallito nella loro missione di recuperare il corpo di Wolverine, Mystica si nominò capo della squadra e fece in modo che Sharp la aiutasse a recuperare lo Zhulong, o drago del sole, a Taipei, quindi rivelò a Sharp che Lady Deathstrike era attratta da lui e lo ha indotto a rivelarle le sue parole di controllo. 

Ogun ordinò quindi a Sharp di tornare da Sinistro e di lavorare per lui in modo che potesse aiutarlo a fermare la bomba a orologeria genetica collocata al suo interno, ma improvvisamente Deathstrike apparve e attaccò Sharp. Durante il combattimento, Ogun prese il controllo del corpo di Sharp e fu in grado di contrastare Lady Deathstrike; Yuriko riconobbe Ogun e iniziò a baciarlo, ma furono interrotti dall’arrivo di Fang che cercava vendetta per la morte di Logan. Yuriko e Ogun iniziarono a pianificare il modo in cui Ogun controllasse completamente il corpo di Sharp: con Sharp sull’orlo della morte, Ogun avrebbe finalmente potuto prendere completamente il processo e loro sarebbero stati finalmente assieme. Lady Deathstrike ha quindi iniziato ad attaccare ferocemente Sharp.

Lady Deathstrike ha combattuto contro Sharp e lo ha ferito gravemente: durante il combattimento Ogun ha finalmente rivelato la verità a Sharp. Mentre Sharp stava per arrendersi e con Ogun che stava finalmente per impadronirsi del suo corpo, Fang è tornato ed è stato attaccato dal resto della squadra che questa volta lo ha sopraffatto. Ma prima di essere sconfitto Fang si teletrasportò con Sharp proprio mentre Lady Deathstrike stava per colpirlo con un ultimo colpo che avrebbe permesso a Ogun di prenderne completamente il corpo.

Più tardi, dopo che la squadra ha attaccato la fortezza di Sinistro, Sharp è stato ferito a morte quando ha salvato Yuriko da un pericoloso attacco rivelandole che i suoi sentimenti per lei erano reali, il che ha cambiato il modo in cui Yuriko si rapportava con lui. Sull’orlo della morte, Sharp perse conoscenza permettendo a Ogun di riprendere il controllo del proprio corpo. Con il corpo di Sharp sotto il suo controllo, Ogun affrontò Sinistro ma durante il combattimento Essex curò Sharp permettendogli di prendere il controllo del suo corpo e bloccando di nuovo lo spirito di Ogun.

Il team è stato quindi tradito da Mystica che, grazie a Siphon, ha prosciugato i fattori di guarigione di Sabretooth, X-23 e Lady Deathstrike. Raven è rimasta l’unica con un fattore di guarigione, quindi il team ha usato Siphon per rintracciarla per vendicarsi. Dopo averla trovata, Lady Deathstrike ha ucciso Siphon e la squadra ha affrontato Mystica, ma si è dimostrata troppo potente per loro e li ha sconfitti, facendoli combattere a vicenda. Nel mezzo della battaglia, si formò un potente legame tra Sharp e Yuriko che decisero di non attaccarsi a vicenda, ma Mystica li sconfisse nuovamente.

Qualche tempo dopo, Lady Deathstrike sentì la notizia che Logan era tornato, decise di indagare e scoprì che un vecchio Wolverine noto anche come Vecchio Logan era vivo, così decise di riformare i Reavers e lo cercò. Ha rintracciato il vecchio Logan fino alle cascate di Killhorn dove i suoi Reavers hanno iniziato a massacrare la gente presente. Ma il Logan uccise tutti i suoi Reaver dopo una brutale battaglia prima di affrontarla. Continuando a pensare che questo vecchio fosse il Logan che conosceva una volta, Deathstrike si arrabbiò per il fatto che Logan avesse imbrogliato la morte, decise di prendere in ostaggio una ragazza, Maureen e sua madre e disse a Logan di scegliere quale avrebbe ucciso, ma grazie all’intervento di uno sceriffo, i due furono salvati e Logan la affrontò.

Logan però era ora troppo lento per Lady Deathstrike che lo pugnalò più volte e quasi lo uccise, pensando che il suo avversario fosse stato abbattuto, rivolse la sua attenzione allo sceriffo che in precedenza le aveva sparato; Logan però si rialzò in piedi e, le tagliò entrambe le braccia e iniziò a smembrarla. A causa delle sue ferite, non riuscì a finire Deathstrike e nonostante avesse perso diversi arti riuscì a fuggire.

Ora in fuga da Logan, Deathstrike fu catturata da uno strano gruppo chiamato Ordine Silenzioso e dal loro capo, il Generale Sohei, prima di essere trasportata in un remoto villaggio vicino a Tokyo. Fu quindi messa in una cella e incatenata a un muro per attirare il vecchio Logan, che l’Ordine Silenzioso voleva catturare: il piano riuscì e Logan fu catturato e poi gettato in una fossa mentre Lady Deathstrike fu messa in una gabbia. Tuttavia Logan fuggì, e decise di liberarla: nonostante il suo odio per Lady Deathstrike decise di unirsi a lui per affrontare l’Ordine Silenzioso assieme.  Dopo aver sconfitto il loro esercito, Lady Deathstrike decise di combattere da sola Shoei ma fu sconfitta. Sohei fu quindi affrontato dal Vecchio Logan che lo sconfisse, ma alla fine fu sottomesso dal Maestro dell’Ordine Silenzioso, un bambino mutante noto come Monaco Silente.

Dopo aver avuto una visione del futuro in cui il Vecchio Logan ha ucciso lui e il suo esercito, ha deciso di gettare sia Lady Deathstrike che Logan in una fossa. Il Monaco Silente decise quindi di uccidere Logan davanti agli occhi di Lady Deathstrike gettandolo nella fossa più e più volte con i suoi poteri telecinetici. Ma avendone avuto abbastanza di questa tortura, Lady Deathstrike afferrò una freccia che giaceva sul fondo della fossa e la gettò nella coscia del Monaco Silente, facendolo cadere nella fossa con loro. Il Vecchio Logan ha quindi minacciato di uccidere il ragazzo se Sohei non li avesse fatti uscire.

Pensando di aver vinto, Lady Deathstrike disse a Logan che glielo doveva e lui rispose che se fossero usciti da questo l’avrebbe resa una X-Man ma lei rispose che non si sarebbe unita al suo club: inoltre sapeva che Logan stava bluffando, non avrebbe mai fatto del male a un bambino.  Ma improvvisamente, il monaco silenzioso ha liberato tutta la sua potenza e si è trasformato in una creatura gigante, facendo esplodere la fossa, Lady Deathstrike e Old Man Logan con essa. Deathstrike ha allora cercato di affrontare il Monaco, ma ha scatenato un’esplosione gigantesca che l’ha spazzata via.

Dopo lo scontro con l’Ordine silenzioso, Yuriko ha deciso di rimanere nascosta per un pò, ma è stata rintracciata e catturata da Arma X, riemersa come parte del processo dell’organizzazione per affinare i suoi cyborg a caccia di mutanti. Alla fine è stata salvata dalla prigionia da una squadra di mutanti guidati da Old Man Logan che erano stati tutti presi di mira dall’Arma X. Dietro a questo nuovo progetto di Arma X c’era William Stryker e con l’aiuto della Dottoressa Alba hanno creato una nuova arma combinando il DNA dei membri della squadra e Amadeus Cho alias Totally Awesome Hulk, qualcosa chiamato Arma H. Dopo la distruzione della struttura di Arma X in cui era stata creata l’Arma H, la squadra di mutanti trasformò la loro alleanza in una squadra di salvataggio di mutanti, assumendo il nome Weapon X.

Dopo aver sentito che Wolverine potrebbe essere vivo, Lady Deathstrike si è unita a Sabretooth e ha contattato Daken, il duo gli ha chiesto di aiutarli a indagare sul possibile ritorno di Logan e, nel caso fosse vivo, ucciderlo ancora una volta, Daken ha accettato e si è unito a loro. Usando i dati dei satelliti militari, il team ha rintracciato una firma di adamantio simile a quella di Logan a Maybelle e ha scoperto che una società di nome Soteira stava conducendo lì degli esperimenti che hanno portato la città ad essere infestata da zombi. Lungo la strada il trio ha scoperto che il loro fattore rigenerante non funzionava e che i morsi di quegli zombi potevano essere letali anche per loro. In testa agli zombi, una squadra di sicari di Soteira composta da due soldati ha attaccato il trio. Con grande sorpresa di Yuriko, uno dei soldati si rivelò essere il padre morto: Lord Ventonero.

Sconvolta da questa rivelazione, Lady Deathstrike abbassò la guardia, fu pugnalata e cadde a terra in balia di suo padre. Mentre Lord Ventonero stava per ucciderla, Daken intervenne e combatté contro di lui, ma non poteva competere con Ventonero che lo uccise. Riacquistando i sensi, Yuriko fu in grado di evitare l’attacco di uno zombi e affrontò suo padre, capì che la firma di adamantio che stava seguendo non era quella di Logan ma di suo padre. Nel mezzo della battaglia, Lord Ventonero ha tagliato la mano sinistra di Yuriko con la sua spada spingendola a pugnalarlo al collo con gli artigli.

Quindi andò a caccia di Sabretooth e pugnalò anche il suo aggressore al collo, Lady Deathstrike e Sabretooth poi decisero di lasciare indietro il cadavere di Daken e in seguito trovarono uno strano dispositivo luminoso verde responsabile della soppressione del loro fattore di guarigione. A corto di tempo dopo aver appreso che la città stava per essere incendiata da Soteira, Sabretooth ha distrutto il dispositivo e, di conseguenza, i loro poteri di guarigione sono tornati. Il giorno successivo Yuriko e Sabretooth hanno dirottato un’auto e lasciato la città. Subito dopo che Logan ha ceduto la leadership sul campo a Sabretooth a causa della sua, Lady Deahtstrike è venuta a conoscenza delle intenzioni di Victor di tornare ai suoi modi mercenari ed ha espresso il suo interesse ad unirsi a lui. Dopo il reclutamento di Omega Red, Warpath lasciò la squadra a causa del suo disaccordo con il comportamento di Sabretooth.

Dopo diverse missioni riuscite, la squadra decise di salvare Monet, caduta sotto l’influenza di un culto segretamente guidato da Mentallo. Dopo aver liberato Monet ed essere stati raggiunti da Deadpool, il team decise di abbattere il culto e scoprì che il suo vero leader era William Stryker. Lungo la strada la squadra fu catturata e costretta a combattere in un’arena contro diversi mutanti sotto il controllo di Mentallo ma grazie alle pillole Nuke che Lady Deathstrike tenne dopo la missione di Santo Marco, furono in grado di liberare tutti i mutanti dal controllo e uccise Stryker. Ma dopo aver appreso che Stryker è andato all’Inferno e ha pianificato di tornare, la squadra ha deciso di andare lì per trattare con lui una volta per tutte; a tal fine si sono incontrati con Azazel. Dopo un breve combattimento, accettò di mandarli all’Inferno; la squadra fu quindi in grado di fermare Stryker, ma Sabretooth sacrificò la sua vita.

Interpreti:

Kelly Hu (X-Men 2)
Kelly Hu (X-Men 2)