MATTHEW RISMAN

Nome: Matthew Risman

Team: Consiglio Umano, Purificatori

Famiglia: Piper Risman (moglie), Gracie Risman (figlia)

Nazionalità:  

1 app. Marzo 2006 – New X-Men  n. 22

1 app.Italia: X-Men Deluxe n. 139 (ed. Marvel Italia)

Creatori: Craig Kyle, Christopher Yost, Mark Brooks

Storia:

Matthew Risman era un cecchino divenuto un killer a contratto: mentre stava per uccidere Bob Forward ha ha ricevuto una chiamata che gli diceva di tornare a casa per salvare la sua famiglia. Risman si precipitò a casa, trascinando sua moglie Piper e la figlia Gracie fuori dalla loro casa pochi secondi prima che una valanga si abbattesse su di essa. 

L’uomo che aveva informato Risman del disastro imminente era William Stryker, che convinse Risman di avere accesso a eventi futuri: fu così che Stryker reclutò Risman nei Purificatori, un gruppo di fanatici religiosi la cui santa missione era quella di sradicare i pochi mutanti rimasti dopo l’M-Day. Con la conoscenza acquisita da Nimrod, una Sentinella proveniente dal futuro, i Purificatori iniziarono il loro assalto contro la popolazione mutante. 

Lo stesso Risman uccise Wallflower, membro dei New X-Men, poi i Purificatori assaltarono lo Xavier Institute ma furono sconfitti, Stryker fu ucciso da Elixir e Risman rimase orribilmente sfregiato da Dust. Da allora Risman ha assunto la guida dei Purificatori per continuare la sua guerra contro i mutanti.

Ciclope inviò Rictor ad infiltrarsi nei Purificatori e a spiare i loro piani per uccidere il primo nuovo mutante nato dall’M-Day. Surge nel frattempo guidò una squadra, i New X-Men composta da Anole, Corazza, Satiro, Mercury, Rockslide e X-23 in un attacco preventivo contro i Purificatori.

Durante l’assalto, Satiro ha cercato Risman per il suo ruolo nell’omicidio di Laurie Collins. Durante la battaglia, molti Purificatori furono feriti o uccisi, ma anche Satiro fu ridotto in fin di vita da Lady Deathstrike, unitasi ai fanatici religiosi, e la copertura di Rictor fu fatta saltare. I New X-Men furono costretti a ritirarsi; Risman ha quindi inviato Lady Deathstrike e i suoi Reavers a caccia di Cable e della prima bambina mutante nata dopo l’M-Day.

Dopo aver fallito l’obiettivo di uccidere la messia mutante, Risman raggruppò i Purificatori e riuscendo a “resuscitare” Bastion: tuttavia Risman si rese presto conto che Bastion lo stava costringendo ad abbandonare il suo ruolo di leader a suo favore, resuscitando molti importanti assassini di mutanti (tra cui William Stryker, Bolivar Trask, Graydon Creed) e infettandoli con un virus tecno-organico, derivato da Magus, per formare una nuova alleanza in grado di distruggere tutti i mutanti.

Risman ha quindi inviato il suo nuovo esercito personale, il Coro, formato da uomini a cui erano state installate ali realizzate dalle ali che Apocalisse aveva innestato ad Arcangelo, ad attaccare Bastion e quei Purificatori fedeli al resuscitato tecnarca Stryker. Risman ha affermato che Bastion e coloro che ha resuscitato non erano umani e che gli empi abomini dovevano essere distrutti. Prima che potesse fermare Bastion, Arcangelo è arrivato alla ricerca di coloro che hanno preso le sue ali. 

Durante il caos causato da Arcangelo e dall’arrivo della X-Force, Risman inseguì Magus ma sorprese Eli Bard, suo braccio destro, che assorbiva parte dello stesso Magus. 

Risman ha cercato di sparare a Eli ma i suoi proiettili lo hanno attraversato; proprio mentre Eli stava per assorbirlo, Risman è stato colpito alla testa da X-23, morendo sul colpo.