CALLISTO

Nome:  Sconosciuto 

Alias: Callisto, Cavaliere Bianco

Team: Morlocks, Excalibur di Genosha, X-Cell, Hellfire Trading Company

Nazionalità: 

1 app. Maggio 1983 – Uncanny X-Men n.169

1 app.Italia:  Gli Incredibili X-Men n.3

Autori: Chris Claremont, Paul Smith

Storia:

Quando Callisto era giovane e bella, la sua vita sembrava perfetta ed invidiabile. Ma tutto precipitò mentre apprendeva che vivere come un mutante non sarebbe stato facile: fu accecata all’occhio destro e rimasta orribilmente sfigurata. Spaventata e sola, si ribellò alla società e decise di andare sottoterra dove era al sicuro e dove poteva sfuggire ad occhi indiscreti e giudicanti. Trovò un enorme tunnel militare abbandonato chiamato “The Alley” costruito sotto Manhattan negli anni ’50 e ne fece la sua casa.

Con l’aiuto di Calibano, mutante con il potere di localizzare altri mutanti, del devoto Sunder e del traditore Masque, organizzò una comunità di emarginati mutanti chiamati Morlocks e li portò a vivere nel Vicolo (Alley). Ciò che Callisto non sapeva è che  l’esistenza dei Morlocks è stata orchestrata dal sadico Bestia Oscura, una versione alternativa contorta di Hank “Bestia” McCoy proveniente dall’Era di Apocalisse.

Callisto, apparentemente spinta all’irrazionalità dalle sue responsabilità, ha rapito Angelo per renderlo suo consorte. I compagni di squadra di Angelo, gli X-Men hanno invaso il Vicolo ma sono stati catturati. La leader del team, Tempesta, ha sfidato Callisto in combattimento: Ororo vinse e quasi la uccise, ottenendo così il mantello di leader Morlocks.

Nel tempo, i legami tra X-Men e Morlocks si sono avvicinati, le due squadre si sono costantemente confrontate e si sono aiutate a vicenda. La rivalità di Callisto con Tempesta fu mitigata mentre si unirono per combattere contro Kulan Gath.

Inizialmente odiando Tempesta, Callisto, de facto leader in assenza della X-Men, crebbe fino a rispettare Ororo e gli X-Men. I Morlocks e gli X-Men hanno sviluppato un senso ancora maggiore di rispetto reciproco quando il fondatore degli X-Men, il Professor X, ha salvato la vita da Callisto dopo un pestaggio di manifestanti anti-mutanti.

Callisto e la sua crescente banda di emarginati sono diventati le vittime di un massacro, orchestrato da Sinistro e messo in atto dalla sua squadra, i Marauders. I pochi sopravvissuti, incluso Callisto, furono curati da Moira MacTaggart sull’isola di Muir, in Scozia; in segno di gratitudine, Callisto si è nominata guardia del corpo di MacTaggart e ha aiutato Ciclope contro Master Mold.

Tuttavia, fu catturata da Masque, che tramite il giovane telepate Brain Cell aveva schiavizzato i restanti Morlocks. Per deriderla, Masque ha ripristinato la bellezza perduta da tempo di Callisto, l’ha controllata attraverso i poteri di Bliss, quindi l’ha liberata a New York City, creando una carriera da modella per tormentarla. Tuttavia, l’ex X-Man Colosso, senza i suoi ricordi, aiutò Callisto a liberarsi da Masque. Poco dopo, Callisto e Colosso si separarono quando il Re delle Ombre manipolò psichicamente Colosso per diventare uno dei suoi schiavi.

Quando Masque fu creduto morto, i rimanenti Morlocks impazzirono e attaccarono Callisto, chiedendole di tornare come loro leader. Callisto e il suo collega Morlock, Guaritore, sono riusciti ad uscirne vivi, anche se gravemente feriti, e hanno cercato l’aiuto degli X-Men. All’X-Mansion, Guaritore usò le sue ultime forze per guarirla, sacrificando se stesso; il processo ebbe successo, ma riportò Callisto al suo aspetto sfregiato. 

Mikhail Rasputin, il fratello di Colosso, convinse Callisto ad unirsi a lui nel distruggere i tunnel e uccidere se stessi e gli altri Morlocks. Tuttavia, Mikhail riuscì a trasportare se stesso, Callisto e i Morlocks alla Collina, una dimensione dove il tempo scorreva velocemente.

Lì i sopravvissuti, tra cui Callisto, costruirono una nuova società basata sulla sopravvivenza dei più forti. La generazione più giovane fuggì sulla Terra e divenne l’unità terroristica nota come Gene Nation. Callisto seguì la Gene Nation sulla Terra e reclutò di nuovo gli X-Men per fermare i ribelli, che in seguito cercò di riabilitare nel Vicolo.

Quando la persecuzione anti-mutante del governo aumentò, Callisto e la sua protetta Marrow attaccarono il funzionario Henry Gyrich ma furono respinti da Spider-Man, che a sua volta li aiutò a combattere le Sentinelle Prime. Ferita gravemente, Callisto fu curata da Marrow, che era diventata nel frattempo una X-Men.

Callisto ha spesso insistito sul fatto che Marrow avrebbe dovuto cogliere questa opportunità ed essere in pace con gli X-Men, si sarebbe persino unita di nuovo con la sua rivale di lunga data, Tempesta, per aiutare Marrow ad adattarsi alla sua nuova vita. Callisto fu finalmente guarita, grazie agli sforzi della Bestia Oscura, che aveva piani sia per lei che per Marrow riguardo agli X-Men.

Callisto riemerse come una gladiatrice mutante in una misteriosa versione rinnovata dell’Arena di Tokyo. Il suo corpo aveva ora al posto delle braccia dei tentacoli, modifica fatta da Masque, che intendeva tormentarla ancora una volta. Tuttavia, quando Tempesta fu costretta a esibirsi nell’arena, Callisto si unì ad Ororo e ai suoi alleati, Forzuto e Yukio, e  per sconfiggere Masque.

Masque ha tentato di contrattare per la sua vita promettendo di riportare Callisto al suo aspetto perfetto. Callisto ha rifiutato, ammettendo di essere perfetta com’era, nonostante i tentacoli e la benda.

Su richiesta di Tempesta, Callisto si unì agli sforzi del Professor X per ricostruire la nazione decimata di Genosha. Come membro del team Excalibur di Genosha, Callisto ha fornito una prospettiva alternativa alle opinioni del Professor X e Magneto. Come parte del gruppo Genoshan, ha combattuto contro Troll, i Weaponeers che avevano invaso Zanzibar con l’aiuto di Viper, e altre svariate minacce.

All’indomani dell’M-Day, Callisto fu tra i molti mutanti che persero i suoi poteri, anche le sue braccia / tentacoli mutati andarono persi. Sempre a Genosha, fu vista autolesionarsi, quando fu trovata da Quicksilver che le offrì le Nebbie Terrigene, rubate agli Inumani, come un modo per ripristinare i suoi poteri.

Callisto accettò volentieri l’offerta e la Nebbia ripristinò effettivamente tutte le sue abilità precedenti (meno le sue deturpazioni e tentacoli del braccio). Senza alcun controllo sui suoi poteri, i suoi nuovi sensi erano così acuti che persino una goccia di pioggia le causava un dolore tremendo. È stata portata al Victoria Hospital sull’isola di Mahé alle Seychelles da Hub, aiutando gli Inumani a trovare la scia delle nebbie, usando le informazioni fornite dai Fantastici Quattro. Alla fine i suoi sensi acuti svanirono, lasciandola di nuovo impotente.

Callisto tornò in America e si unì al gruppo terroristico X-Cell, formato da altri mutanti depotenziati che credevano che il governo fosse responsabile dell’M-Day. Tentò di avvertire loro e altri mutanti di non accettare l’offerta di Quicksilver di potenziarli usando le Nebbie di Terrigen, ma riuscì solo a convincere Marrow a rinunciare alla Terrigenesi. Quando Layla Miller arrivò con la prova che Quicksilver e Scarlet Witch avevano causato l’M-Day, la coppia di Morlocks combatté contro Pietro e alla fine fuggì attraverso le fogne mentre X-Cell stava cadendo a pezzi.

Callisto si trasferì nei tunnel sottostanti Manhattan fino a quando dei fuggiaschi adolescenti iniziarono a presentarsi nelle metropolitane. Ha deciso di portarli con sé e dar loro una casa. Pensando che una fuggiasca chiamata Angie fosse stata rapita, Tempesta andò a cercarla nelle fogne. Callisto la affrontò e Tempesta fino a quando non apprese la verità.

Ororo li aiutò a ripulire il disastro che aveva creato, caricò le batterie di riserva e le disse che Nightcrawler avrebbe consegnato un’unità di depurazione delle acque. Prima di andarsene, Tempesta confessò a Callisto che, nonostante la loro storia, sapeva che i bambini erano al sicuro con lei. Callisto e Angie in seguito hanno visto l’aurora globale che Tempesta realizzò in omaggio a Wolverine, recentemente scomparso.

A causa della comparsa del fenomeno dell’M-Pox, la quantità di mutanti che vivono sottoterra è aumentata in modo significativo. Oltre ai mutanti, Callisto ha anche dato il benvenuto agli umani che avevano paura del panorama globale. Lavorando insieme come incarnazione del sogno di Charles Xavier di convivenza umana e mutante, questo gruppo di mutanti e umani viveva insieme come i New Morlocks.

Non molto tempo dopo, Callisto fu catturata e iniziò a servire come detenuta presso il carcere Robert Kelly Correctional Facility per mutanti. Non è chiaro se le sue abilità mutanti fossero attive.

Callisto fu infine accolta nella nuova isola mutante di Krakoa, creata da Xavier, Magneto e Moira X. Entrò attraverso la porta del teletrasporto insieme ad altri mutanti malvagi, che erano stati invitati a unirsi alla nazione per guarire il popolo mutante e iniziare insieme come una specie unita.

Come cittadino di Krakoa, a Callisto è stato chiesto da Emma Frost di unirsi alla Hellfire Trading Company come cavaliere bianco, fungendo da ambasciatore per Emma per affrontare i diffidenti mutanti.

Callisto ha ricevuto un abito bianco disegnato da Jumbo Garofano quando ha accettato la sua nuova posizione e gli ha dato uno dei suoi coltelli in cambio.

Come cavaliere bianco, Callisto fu poi assegnato all’Isola M con il compito di accogliere i Marauders di Kitty Pryde e diversi mutanti che avevano salvato. Usando i soldi che aveva ricevuto dalle sue missioni per la Hellfire Trading Company, Callisto fu quindi in grado di permettersi una vita di lusso per se e per i Morlocks.

Interpreti:

Dania Ramírez (X-Men: Last Stand)
Dania Ramírez (X-Men: Last Stand)