MARROW

Nome:  Sarah 

Alias: Marrow, Sarah Rushman

Team: Morlocks, X-Men, Weapon X, X-Cell, S.H.I.E.L.D., Confraternita dei Mutanti Malvagi, Gene Nation, X-Force

Nazionalità: 

1 app. Settembre 1994 – Cable n.95

1 app.Italia:  Marvel Miniserie n.24

Autori: Jeph Loeb, David Brewer, Scott Lobdell,Joe Madureira

Storia:

Da bambina, Sarah era una dei Morlocks che abitavano nel sottosuolo. Quando Callisto, la leader dei Morlocks, rapì l’X-Man Angelo per farlo diventare suo marito, Sarah credeva fosse bellissimo: sarebbe diventato il suo adorato idolo.

 

Quando i Marauders massacrarono la comunità di Morlocks, una giovane Sarah fu salvata da Gambit, che non era ancora noto agli X-Men. Anni dopo, la maggior parte dei Morlocks sopravvissuti (compresa Sarah) apparentemente furono uccisi da Mikhail Rasputin, sebbene in realtà fossero stati portati in un’altra dimensione.

In questa dimensione, Mikhail si era stabilito una cittadella sulla cima di un’imponente collina. La filosofia sociale darwinista di “sopravvivenza del più adatto” era l’unica legge che governava la società. Se qualcuno riusciva a raggiungere la cima della collina, veniva considerato degno di far parte di Gene Nation.

L’ex leader dei Morlocks Callisto si prese cura di Marrow durante questo periodo e mostrò un atteggiamento materno nei confronti della giovane mutante. Quando i suoi poteri si manifestarono completamente, fu costretta a “salire la collina”, diventando selvaggia e uccidendo i suoi avversari per sopravvivere. 

Art by Hector Sevilla Lujan
Art by Hector Sevilla Lujan

Riuscita a raggiungere la vetta, Mikhail ha ritenuto che fosse in grado di unirsi alla sua squadra di combattimenti d’élite Gene Nation, che alla fine divenne un gruppo terroristico la cui missione era quella di punire gli umani per il loro odio verso i mutanti.

Il tempo passò rapidamente in quella dura dimensione; quando Marrow e molti altri membri di Gene Nation (di cui era diventata leader) tornarono sulla Terra, scoprirono che erano trascorsi solo pochi anni durante la loro assenza. Marrow e gli altri membri di Gene Nation iniziarono una campagna terroristica omicida contro umani, detti “residenti in superficie”.

Dopo battaglie inconcludenti con gli X-Men e Generation X, Gene Nation fu sconfitta dagli X-Men. Marrow ha però innestato una bomba a orologeria nel suo cuore per forzare la X-Man Tempesta, che in passato aveva guidato i Morlocks, ad arrendersi o ucciderla;

Tempesta strappò il cuore di Marrow. Tuttavia, grazie alla sua mutazione Marrow aveva due cuori, per compensare la sua crescita ossea casuale e le sue capacità rigenerative sovrumane, e sopravvisse.

Alla fine Marrow si riunì a Callisto e mentre continuavano le loro attività terroristiche, incluso un attacco a un concerto di Lila Cheney che le portarono a scontrarsi con Cable, Callisto cercò di trattenere i modi sempre più violenti di Marrow.

Quando Marrow e Callisto attaccarono Henry Peter Gyrich per il suo coinvolgimento nell’Operazione: Zero Tolerance, Callisto fu ferita da una Sentinella Prime; ha inviato allora Marrow a cercare l’aiuto degli X-Men. Dopo aver collaborato con Uomo Ghiaccio e Cecilia Reyes, Marrow li seguì allo Xavier Institute. Si è unita agli X-Men per un po’, passando sotto la guida di Wolverine ed infatuandosi del suo compagno di squadra Cannonball.

Durante un’avventura in un’altra dimensione, Gambit, incapace di controllare i suoi poteri, ferì accidentalmente Marrow. In seguito fu ricoverata in un ospedale Shi’ar nel mondo degli Skrull e grazie alla tecnologia aliena Marrow ha acquisito un maggiore controllo sui suoi poteri, dandole un aspetto “più carino”.

Ciò portò a un forte ammorbidimento della sua personalità, al punto in cui che consolò Jubilee in seguito alla recente scomparsa di Wolverine. In seguito alla riorganizzazione del roster degli X-Men è scomparsa dal team.

Successivamente ha subito il lavaggio del cervello ed è stata utilizzata come agente dormiente dallo S.H.I.E.L.D. sotto lo pseudonimo di “Sarah Rushman” (un alias che era stato usato anche dalla Vedova Nera). Aveva una doppia personalità (la mutante Marrow e Sarah, adolescente umana) e doveva essere periodicamente trattata per farle conservare i ricordi impiantati. Con l’aiuto di Spider-Man, si è liberata dal controllo dello S.H.I.E.L.D. fingendo il suicidio.

In seguito Marrow fu reclutata dalla più recente incarnazione di Weapon X, che di nuovo normalizzò il suo aspetto e i suoi poteri. Ha tradito l’organizzazione scoprendo la loro natura anti-mutante. Riformò la cellula terroristica Gene Nation e, come loro leader, condusse diversi attacchi terroristici contro Weapon X fino a quando il resto del gruppo non fu massacrato dall’Agente Zero. L’Agente Zero la lasciò sola, non volendo che diventasse una martire, ma la avvertì che sarebbe tornato da lei dopo aver dato la caccia ai membri rimanenti di Gene Nation.

Successivamente, dopo l’M-Day, Marrow fu vista come portavoce di una banda di Morlocks. Ha rilasciato un’intervista a Sally Floyd per i suoi ex diari mutanti. Marrow è rimasta sottoterra per proteggere e dare speranza ai pochi mutanti rimasti e quelli che temevano di andare in superficie per vivere una vita normale.

L’intervista di Marrow è stata pesante con un sottotesto contro l’imminente Atto di Registrazione dei Supereroi. Marrow disse a Sally Floyd che il più forte membro del Congresso Sykes chiedeva la registrazione dei mutanti. Gli americani erano già stati etichettati e registrati in centinaia di modi diversi, come numeri di previdenza sociale e carte di credito. Spider-Man ha spiegato che si era fidato di Sally Floyd dopo questa intervista con Marrow.

Marrow si unì al gruppo terrorista X-Cell, affrontando Siryn e M prima che potessero assaltare Blob e Fatale. Aveva ancora diverse escrescenze ossee sulla fronte, ma senza potere, fu costretta a usare coltelli da lancio come armi.

Inizialmente voleva che Quicksilver usasse le Nebbie Terrigene per ripristinare i suoi poteri, ma Callisto la convinse a non farlo poiché sapeva che il metodo di Quicksilver andava sempre a finir male. Marrow e Callisto in seguito aiutarono X-Factor a sconfiggere Quicksilver.

Ad un certo punto, Marrow rimase incinta. Durante la gravidanza, si avvicinò a Volga per una procedura sperimentale per ripristinare i suoi poteri, nonostante i grandi rischi che ciò comportava per suo figlio. La procedura ebbe esito positivo e i poteri di Marrow furono ripristinati a spese del figlio e fu lasciata morta durante l’incidente di Alessandria.

È stata trovata da Cable, che le ha fornito un collare inibitore costruito dal Dr. Nemesis per sopprimere i suoi ricordi e controllare i suoi poteri. È entrata a far parte del nuovo team X-Force di Cable, un team operativo di black-ops con lo scopo di prendersi cura degli interessi mutanti. Anche la sua personalità era notevolmente diversa: molto più maniacale e perfino infantile.

Marrow è stata avvicinata da Emma Frost per unirsi alla sua nuova incarnazione del Club Infernale. Ha portato Marrow a fare shopping per vestirsi in modo più adatto per la sua nuova posizione. Dopo aver lasciato il negozio, Marrow vide i compagni di Emma Frost circondati da soldati guidati dal generale Callahan. Callahan fece visita a Frost perché non era contento della fine del loro accordo, quindi uccise lo Svanitore con un proiettile riempito con il siero di cura creato dalla Bestia per inviare un messaggio.

Marrow era appesa fuori da una tavola calda con Elisir mentre Emma parlava Ciclope rianimato. Dopo che i loro affari furono conclusi, il giorno seguente, Marrow fu gettata nell’attico di Emma da un soldato O.N.E. in modo che Callahan potesse parlare con la Frost.

Più tardi quella notte, Marrow era nel garage del Club Infernale quando Mystica, tramutatasi in Capitan America, consegnò Sinistro. Marrow chiese se Sinistro sarebbe stato consegnato a Callahan, ma prima che Emma potesse finire di parlare, il gruppo notò che Wolverine e Kwannon sembravano aver rotto la festa.

Alla fine Marrow fu accolta nella nuova isola mutante di Krakoa, creata da Xavier, Magneto e Moira X. Entrò attraverso la porta del teletrasporto insieme ad altri mutanti malvagi e fratturi, che erano stati invitati a unirsi alla nazione per guarire il genere mutante e iniziare insieme come una specie intera.

Interpreti:

Unknow (Deadpool)
Unknow (Deadpool)