VIPER

Nome: Ophelia Sarkissian

Alias: Madame Hydra, Viper, Sovrana di Madripoor, Principessa Guerriera Bianca

Team: Hydra, Club Infernale, H.A.M.M.E.R., Squadra dei Serpenti

Famiglia: Wolverine (ex marito)

Nazionalità:

1 app. Febbraio 1969 – Captain America n.110 (come Madame Hydra) | Dicembre 1974 – Captain America n.180 (come Viper)

1 app.Italia: Capitan America n.26 (Ed.Corno) | Capitan America n.92 (Ed.Corno)

Autori: Stan Lee, Jim Steranko

Storia:

Nata negli anni venti a Székesfehérvár, Ungheria Ophelia Sarkissian perde entrambi i genitori e la sorella da bambina e viene accolta, assieme ad altre 12 coetanee, in una struttura dell’HYDRA dove viene addestrata e cresciuta da Kraken, divenendo, nel giro di soli ventidue anni, la sua miglior studentessa.

In seguito, in circostanze non specificate, diviene la pupilla dell’avventuriera Seraph e conosce Logan. Contemporaneamente riesce a salire sempre di più la scala gerarchica dell’HYDRA iniziando a scontrarsi con Capitan America e lo S.H.I.E.L.D. adottando il nome in codice di “Madame Hydra”.

Art by Davenestler

 

Nella sua prima apparizione, Madame Hydra tenta di contaminare le scorte d’acqua di New York, combatte Capitan America e riesce a far prigioniero sia lui che Rick Jones; dopodiché sconfigge i Vendicatori col gas nel tentativo di seppellirli vivi, ma viene ostacolata da Capitan America e, apparentemente, muore investita dall’esplosione dei missili che lei stessa aveva lanciato contro Rick Jones e il supersoldato sebbene in seguito si scopra che, all’ultimo momento, il “Fantasma dello Spazio” le si era sostituito e, dunque, essa sia sopravvissuta e si trovi in una località sconosciuta.

A seguito dell’esperienza Ophelia recide i legami con l’HYDRA e aiuta il criminale Jordan Stryke a evadere, unicamente per poi ucciderlo e strappargli sia il nome in codice di “Viper” che il comando della Squadra dei Serpenti coi quali rapisce il presidente della Roxxon Hugh Jones per asservirlo alla “Corona del Serpente”, affronta Nomad e Namor e diviene capo della malavita grazie alla sua spietatezza, al tradimento e all’astuzia.

Impadronitasi dell’Helicarrier dello S.H.I.E.L.D. assieme a Boomerang e Silver Samurai per farlo schiantare sulla sede del Congresso, i suoi piani vengono ostacolati dall’Uomo Ragno, la Vedova Nera, Shang-Chi, e Nick Fury. 

Nel successivo tentativo di rapire Michael Kramer, un uomo affetto da una malattia mortale creata in laboratorio che essa intende diffondere sul territorio americano, Viper affronta la Donna Ragno convincendosi di essere sua madre Merriem Drew, creduta morta nel 1931 ed in realtà alleatasi con il demone Chthon in cambio di una innaturale longevità;

 

la terrorista rivela infatti di essere stata una pedina di Chthon per 50 anni e salva la vita della Donna Ragno sconfiggendo il demone per poi catturarla con l’aiuto del Costrittore e torturarla al fine di scoprire se ciò che ipotizza sia vero o se la supereroina le stia in qualche modo facendo credere d’essere imparentata con lei:

in tal modo emerge che è stato lo stesso Chthon a imprimere nella mente di Viper il falso ricordo di aver partorito Jessica come parte di un piano per mantenere le due donne asservite. Viper cattura in seguito Capitan America e pianifica di scatenare la sua nuova peste negli Stati Uniti.

Utilizzando Silver Samurai, Viper cerca di costringere il Team America a rubare un cristallo di cavorite, e si scontra con i Nuovi Mutanti. Durante uno dei suoi atti terroristici, cerca di prendere il controllo della Società dei Serpenti assieme a Slither, Bitis (Davis Lawfers), Cervone, Fer-De-Lance e Black Racer, Cobra e Biacco.

Dopo aver cercato di avvelenare le scorte d’acqua di Washington D.C. con un agente mutageno rettile, la donna ha nuovamente uno scontro con Capitan America alla Casa Bianca. Nel frattempo tenta di assassinare il leader della Società dei Serpenti, Sidewinder, ma viene tradita da Cobra e arrestata.

Successivamente liberata da Tyrannus, Viper lo tradisce e utilizza il suo agente mutageno su alcuni tossicodipendenti per combattere il Punisher dopodiché entra in conflitto con gli X-Men in due differenti occasioni, la prima quando tenta di assassinare Mariko Yashida per conto del suo alleato e presunto amante Silver Samurai e, la seconda quando riesce quasi ad uccidere Rogue e Tempesta.

Per un certo periodo ha una relazione con Teschio Rosso al fine di sfruttarne le risorse per finanziare massacri senza alcun apparente beneficio economico, inoltre istituisce una squadra di sosia (dette “Pit-Vipers”), una delle quali, la numero 12, agendo di propria iniziativa, inizia una relazione col Punisher durante una conferenza internazionale sul crimine a Las Vegas e passa informazioni allo S.H.I.E.L.D. rivelando il piano della vera Viper di rubare missili nucleari a Mosca. Scoperto tutto ciò, è Viper stessa a uccidere la sosia traditrice.

Successivamente costringe col ricatto Wolverine a sposarla per rafforzare il suo impero del crimine a Madripoor e, nonostante fosse un matrimonio di convenienza, esige comunque di consumare l’unione. Nel momento in cui il suo corpo viene posseduto dallo spirito di Ogun e Wolverine la ferisce mortalmente nel tentativo di liberarla, Il mutante canadese la salva aiutandola a trovare assistenza medica e chiede in cambio il divorzio sebbene, più tardi, venga rivelato che Viper abbia nutrito realmente dei sentimenti per Wolverine.

Il suo regno fu successivamente sfidato dal signore della guerra alieno Khan. Viper aiutò a organizzare una forza di resistenza contro il tentativo di invasione della Terra, che aveva fatto della sua spiaggia a Madripoor la testa di ponte, aprendovi una torre portale grazie all’energia ricavata da Gambit, fatto prigioniero.

Viper si scontrò con gli X-Treme X-Men e tradì il loro capo, Tempesta, che fu successivamente catturata e che Khan voleva come sposa. Alla fine, l’invasione fu respinta e Viper tornò a governare Madripoor.

Tempo dopo, la donna diviene membro della nuova incarnazione del Club Infernale e lavora con Courtney Ross, utilizzando per breve tempo il titolo di “Principessa guerriera bianca”. Collabora in seguito con la Mano stringendo nuovamente i rapporti con Silver Samurai e riassumento per un po’ il nome di “Madame Hydra”;

contemporaneamente fortifica il suo regime dittatoriale a Madripoor usandone le risorse per sostenere le sue azioni terroristiche a livello mondiale attraverso l’HYDRA, ma viene poi scalzata da Tony Stark, nuovo direttore dello S.H.I.E.L.D., e da Tyger Tiger, che si insinua al potere al posto suo.

Successivamente all’ascesa e al declino di Osborn, Viper si ricongiunge al Barone von Strucker e al consiglio direttivo dell’HYDRA (Kraken, Madame Hydra VI, Hive e Gorgon) al fine di dare battaglia alle forze di Nick Fury e alla misteriosa organizzazione denominata Leviathan che la cattura per ottenere informazioni su un oggetto sottratto agli Yashida da lei e dalla nuova Madame Hydra, la quale la tradisce e la uccide consegnando quanto richiesto.

Non molto tempo dopo, Hive la riporta tuttavia in vita in una nuova forma dotata di tentacoli ed essa riprende ufficialmente il nome “Madame Hydra”; con la morte di tutti gli altri capi dell’organizzazione terroristica e la fuga di Norman Osborn dal Raft in seguito al periodo della paura, la donna prende il comando dell’H.A.M.M.E.R. e ne sfrutta le risorse per ricostruire l’HYDRA divenendone la nuova leader e riacquisendo fattezze umane grazie a una tecnologia chirurgica sperimentale.

In seguito rivela alla Donna Ragno e a Occhio di Falco di un furto ai danni di un deposito dello S.H.I.E.L.D. organizzato da Mister Negativo ma, mentre i Vendicatori se ne occupano, essa attacca un altro edificio dell’organizzazione spionistica liberando diversi prigionieri Skrull internativi dopo la fallimentare invasione segreta e conduce poi un attacco contro la Torre dei Vendicatori approfittando della loro assenza venendo però sconfitta da Angelo e la sua controparte giovane di una precedente linea temporale.

Nel momento in cui il dottor Cornelius mette una taglia sulla testa di Wolverine essa fa in modo di attirarlo a sé e tenta di farlo uccidere da Sabretooth, assuefatto al suo volere tramite droghe; il suo piano viene tuttavia ostacolato da Lady Deathstrike, che la costringe alla fuga. Tempo dopo accoglie Sin nella nuova HYDRA pur rimanendo scettica sui metodi usati da quest’ultima.

Interpreti:

Sandra Hess (Nick Fury)
Svetlana Khodchenkova (Wolverine – L’Immortale)
Mallory Jansen (Agent of SHIELD)