WOLVERINE

Nome: James “Logan” Howlett 

Alias: Wolverine, Arma X, Patch, Il Guercio

Poteri: fattore rigenerante. Tre artigli retrattili per mano.

Gadget:

  • Scheletro coperto di adamantio

Team: X-Men, X-Force, Weapon X, Alpha Flight, Avengers, Avengers: Squadra Unione, X-Treme X-Men

Famiglia: Mariko Yoshida (ex-moglie), Akihiro “Daken” (figlio avuto con Itsu), Laura “X-23” Kinney (clone), Gabrielle Gabby “Scout” Kinney (clone), Raze (figlio avuto con Mystica), Sara “Witchblade” Pezzini (ex-moglie), Viper (ex-moglie)

Nazionalità:

1 app. Ottobre 1974 –  The Incredible Hulk n.180

1 app. Italia: Uomo Ragno n.192 (ed.Corno)

Creatori: Len Wein, Herb Trimpe, John Romita Sr.

Wolverine Hulk 180

Storia:

Wolverine

XIX SECOLO

Wolverine, il cui vero nome è James Howlett, nacque a Cold Lake, Alberta, Canada, tra il 1882 e il 1885, figlio illegittimo di Elizabeth Howlett (che era sposato con John Howlett, proprietario di una grande tenuta) e il giardiniere degli Howlett, Thomas Logan. Da ragazzo, James era particolarmente fragile e incline agli attacchi di attacchi allergici.

Il fratello maggiore, John Jr., muore ancora bambino a causa di una malattia sconosciuta e questo porterà la madre alla pazzia e al ricovero per alcuni anni in manicomio. La donna presenta inoltre delle lunghe e profonde cicatrici sulla schiena, che si procurò in circostanze misteriose.

Il rapporto con la famiglia era dunque molto complicato, dato che la madre era spesso colta da attacchi di panico ed il nonno paterno era un burbero e violento proprietario terriero, che, con la scusa del “severo ma giusto”, sfogava la sua rabbia picchiando violentemente chiunque, familiari e servi compresi.

James trascorse la maggior parte della sua infanzia nella tenuta Howlett con due compagni di giochi che vivevano nella tenuta con lui: Rose O’Hara, una ragazza irlandese dai capelli rossi che fu portata dalla città per fargli compagnia, e Dog Logan, figlio di Thomas Logan e dunque fratellastro di James.

In adolescenza, gli abusi subiti da Dog fecero aumentare l’invidia nei confronti del giovane rampollo: quando James riferì al padre le molestie che riservava a Rose lui, per rappresaglia, uccise Callie, il suo cucciolo. Questo episodio portò all’allontanamento dalla tenuta sia di Dog che di suo padre Thomas.

Thomas, armato di un fucile, invase la proprietà Howlett con suo figlio per tentare di portar con sé la sua ex amante Elizabeth: John, Sr. tentò di fermarlo ma Thomas gli sparò alla testa, uccidendolo. James, appena entrato nella stanza ebbe uno shock che fece apparire per la prima volta la sua mutazione: dal dorso delle sue mani uscirono degli altrigli di osso.

Attaccò gli intrusi con insolita ferocia, uccidendo Thomas e sfregiando il viso di Dog. Già emotivamente disturbata dalla morte del suo primo figlio, Elizabeth, completamente sconvolta, portò via James e si tolse la vita subito con l’arma di Thomas.

A seguito dello shock causato dall’assalto alla villa, James ebbe un’amnesia: non si ricordava più come si chiamasse e si convinse d’aver ucciso suo padre. Suo nonno lo cacciò di casa assieme a Rose, anche perché Dog, sopravvissuto, disse alla polizia che era stata lei ad uccidere i coniugi Howlett.

I due si trasferiscono nello Yukon, rifugiandosi in una cava di pietra della British Columbia, dichiarando di essere cugini: sarà qui che per la prima volta, Rose disse che il ragazzo si chiamava Logan, nome che Wolverine si porterà per tutta la vita. Notato dal suo capo, Smitty, lo prende in simpatia e lo protegge dalle angherie del cuoco Malone, decidendo anche di promuoverlo ad artificiere.

In questo periodo Logan sviluppa la sua fama di uomo duro e scopre di avere molte affinità con le bestie selvagge, tanto che verrà soprannominato Wolverine, nome dell’Orso Ghiottone.

Tempo dopo Logan ebbe un incidente, causato da Malone che aveva manomesso la dinamite, in cui rischia la vita per salvare un bambino: durante la convalescenza, lesse un libro da Nagasaki sui Samurai e comincia a sviluppare un particolare interesse per la cultura giapponese.

Nel frattempo Logan si era innamorato di Rose, ma, oltre al non poter far saltare la copertura di essere “cugini”, lei e Smitty si innamorarono e, qualche tempo dopo, decisero di abbandonare la miniera per cercar vita migliore. Smitty, contro il parere della stessa Rose, e Logan si inscrissero al locale del paese ad un torneo di lotta con in palio una grossa somma di denaro. Arrivato in finale contro Smitty, Logan decide di farsi battere per permettere a Rose e all’amato di partire con i soldi della vincita.

 Nel frattempo Dog Logan li rintraccia per conto del vecchio signor Howlett, pentitosi di aver lasciato fuggire il nipote, e quando trova Logan appena dopo lo scontro del torneo lo aggredisce alle spalle, davanti a Rose. Durante lo scontro Logan si ricorda finalmente del suo passato, dell’omicidio di suo padre, della tragedia di sua madre: sfoderò gli artigli e sconfisse Dog ma, mentre lo stava per uccidere, Rose cercò di fermarlo ma cadde accidentalmente ed rimase infilzata sui suoi artigli, morendo.

Sconvolto dall’accaduto, Logan decise di abbandonare il mondo civilizzato e andò nei boschi a vivere con i lupi. Il diario di Rose, in cui lei aveva annotato tutti gli anni in cui visse con Logan, venne bruciato da Malone.

INIZIO XX SECOLO

Negli anni che seguirono, Logan fu rintracciato ancora una volta da Dog, poi incontrò Nathaniel “Sinistro” Essex e diversi membri della famiglia Creed prima di tornare finalmente alla civiltà: incontrò anche per la prima volta la sua nemesi, Victor Creed, il futuro Sabretooth, che voleva vendicarsi per quello che Logan aveva fatto alla sua famiglia, Victor lo catturò e lo mandò all’Istituto Ravencroft dove fu nuovamente torturato e sottoposto ad esperimenti da Nathaniel Essex, ma grazie all’aiuto di uno dei dottori, Logan riuscì a fuggire.

Presumibilmente in questo periodo, incontrò Romulus, un essere immortale che usò e manipolò per decenni i membri della famiglia Hudson, la famiglia della madre di Logan. Apparentemente sotto la guida di Romulus, viaggiò in Giappone e a Madripoor, dove incontrò Seraph, che lavorava per Romulus, la Mano, ed affrontò ancora una volta Victor Creed, che ora adottò il nome di Sabretooth, anch’egli al lavoro per Romulus.

Logan tornò poi in un’altra comunità di frontiera nelle Montagne Rocciose canadesi e incontrò una giovane donna indiana Blackfoot, di nome Silver Fox, di cui si innamorò. I due vissero assieme e per un pò furono felici fino a che, un giorno del compleanno di Logan, Sabretooth, probabilmente agli ordini di Romulus, violentò ed uccise Silver Fox. Infuriato, Logan lo attaccò in un bar, ma venne sconfitto e quasi ucciso. Sabretooth lo manipolò e gli fece credere che le persone di una città vicina avessero ordinato la morte di Silver Fox, spingendo Logan a massacrare gli abitanti della città e cadere sotto il controllo di Romulus.

Negli anni che seguirono la morte di Silver Fox, le informazioni sulle attività di Logan divengono frammentarie: combattè durante la Grande Guerra insieme alla spedizione americo-canadese del 1917 e durante la Seconda Guerra Mondiale andò in missione a Madripoor, probabilmente per conto dei servizi segreti canadesi. Logan viaggiò in tutto il mondo, divenne un soldato, un mercenario, un assassino e un fuorilegge, una spia e un samurai, combattendo in molte guerre. È in quel periodo che Logan incontrò per la prima volta il suo maestro e figura paterna Lord Ogun, ma anche diversi nemici come Cyber, Mystica, Nuke e Bloodscream.

Logan incontrò anche diversi personaggi ed eroi come Natalia “Vedova Nera” Romanoff, che addestrò nelle arti marziali, il cacciatore di vampiri Eric Brooks, Bucky Barnes, Nick Fury e, Steve “Captain America” Rogers, con cui partecipò a diverse azioni durante la Seconda Guerra Mondiale. Fece anche parte di un’unità di paracadutisti nota come Brigata del Diavolo assieme a Sabretooth.

ARMA X

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, Logan, sotto il consiglio di Ogun, cercò la redenzione per le sue azioni passate a Jasmine Falls, in Giappone, dove studiò con Bando Saburo, per imparare a essere un uomo e lasciarsi alle spalle la sua natura guerriera. Qui si innamorò di una donna del posto di nome Itsu. Si sposarono ed ebbero un figlio che riempì Logan di gioia, ma Itsu fu assassinata da Bucky Barnes, a cui era stato fatto il lavaggio del cervello e che ora era noto come Soldato d’Inverno agli ordini di Romulus.

Credendo che sia sua moglie che suo figlio fossero morti, Logan scomparve. Per vendicare la loro morte andò a trovare uno spadaccino immortale di nome Muramasa, che usò un pezzo dell’anima di Logan per forgiare una potente lama che Logan avrebbe rivendicato anni dopo. Logan venne ricatturato dall’organizzazione di Romulus che gli fecero nuovamente il lavaggio del cervello, ma a sua insaputa, Romulus prese anche il bambino dal grembo di Itsu, e lo dette in adozione ad una coppia giapponese. Questo bambino si chiamava Akihiro, ma alla fine prese il nome Daken, che significa bastardo.

Nel 1961, Logan, noto ora come Wolverine, si unì al progetto Arma X, parte del programma Arma Plus, creato per combattere la minaccia mutante. Fu inserito nella squadra Black Ops gestita dalla C.I.A., chiamata Team X, assieme a Sabretooth, Silver Fox, sorprendentemente sembrava essere viva e senza ricordi del tempo passato con Logan, Maverick, Kestrel e Mastodon. Durante questo periodo, Logan e gli altri ricevettero impianti di memoria che rendevano i loro ricordi organizzati, manipolati telepaticamente da Aldo Ferro e da altre tecnologie. Arma X riuscì anche a duplicare il fattore di guarigione di Wolverine e lo impiantò nei membri del Team X, rallentando i loro processi di invecchiamento.

Nel 1966, Logan aiutò nuovamente Nick Fury, questa volta a trattare con i Sym-Soldiers in Vietnam, dove scoprì l’esistenza di vita aliena e venne posseduto da un simbionte.

Wolverine viene reclutato da James McDonald Hudson (Guardian) e da sua moglie Heather (Vindicator) per entrare a far parte del primo super gruppo canadese, Alpha Flight. Ma è una breve parentesi non del tutto chiara e forse c’è stato anche un coinvolgimento di Hudson nell’esperimento con l’Adamantio.

Più o meno in questo periodo gli X-Men entrano nella sua vita, per non uscirne più. Logan entra a far parte della seconda generazione di X-Men non molto tempo dopo il suo fallito tentativo di catturare Hulk che si rivela un piano dei suoi superiori per farlo entrare nelle grazie del Charles Xavier che avrebbe dovuto uccidere, ma dopo una colluttazione il professore imprigiona Logan e gli pone delle barriere psichiche cancellando o manomettendo i ricordi del mutante che di lì a breve si unirà al rinato gruppo di mutanti nella missione di salvataggio dei membri originali.

Con gli X-Men vivrà moltissime avventure; verrà anche privato da Magneto dell’adamantio che gli ricopre le ossa, che poi recupererà. Conosce anche Jean Grey con cui avrà sempre un rapporto tormentato.

Logan, dietro la scorza, ama stare nella squadra del Professor Xavier per gli ideali che rappresenta e svela, a poco a poco, che il suo cinismo è solo una maschera, con cui si difende dai dolori del suo angoscioso passato, rivelandosi un compagno di battaglia quanto mai affidabile. Non sarà mai il vero leader degli X-Men per il suo carattere di solitario e tutto sommato introverso, non certo per mancanza di carisma.

Successivamente a questi eventi, la setta dell’Alba della Luce Bianca (guidata dal crudele e mutante Gorgon), che trama congiuntamente con l’HYDRA, un’organizzazione criminale internazionale di matrice nazista, lo uccide e riporta in vita con un condizionamento che lo costringe a compiere missioni omicide per loro conto, per poi riportare in vita le eventuali vittime (altri supereroi) e asservire anche loro. Sotto il controllo dell’HYDRA ha ucciso il compagno X-Men Northstar, poi fortunatamente resuscitato.

Il tutto fa parte di un complotto più grande, che ha come obiettivo destabilizzare e sottomettere gli Stati Uniti d’America. Logan viene poi salvato e de-condizionato dallo S.H.I.E.L.D., che lo arruola come agente per sconfiggere definitivamente l’HYDRA e la setta. Dopo aver distrutto molte basi delle varie organizzazioni criminali assieme a Elektra si scontra con Gorgon e dopo una battaglia in cui rischia la morte, riflette il terribile sguardo pietrificante del criminale con gli artigli, riuscendo a trasformarlo in pietra e frantumandolo in mille pezzi.

 Poco dopo essere stato de-condizionato dal trattamento subito dall’HYDRA, Logan si reca nella Terra Selvaggia, dove aiuta i Nuovi Vendicatori, che lo invitano ad unirsi al gruppo. Wolverine, dopo le vicende di Vendicatori Divisi, è diventato membro dei Nuovi Vendicatori, il più importante supergruppo Marvel, insieme con altri eroi famosi come l’Uomo Ragno, Capitan America ed Iron Man. Wolverine viene descritto come ateo. Ha preso parte alla riunione di eroi (Vendicatori e X-Men) per decidere il fato di Scarlet, nel crossover House of M di cui è uno dei protagonisti.

Nel nuovo mondo infatti Scarlet ha cercato di esaudire i desideri delle persone che le si potevano opporre, senza pensare che il più grande desiderio di Wolverine è sapere tutto sul proprio passato. Per questo Wolverine è l’unico a ricordarsi del mondo reale e si impegna a risvegliare i ricordi degli altri eroi. Una volta tornato al vero mondo Wolverine manterrà questi ricordi del proprio passato, anche se confusi e comincerà un viaggio per poterli comprendere meglio.

Wolverine: Origins è il titolo della seconda serie regolare dedicata al personaggio, che prende spunto dagli eventi di House of M, crossover durante il quale Wolverine recupera tutti i suoi ricordi. Le sue esperienze personali non sono però sufficienti a fargli capire chi lo ha manipolato molto prima del suo coinvolgimento nel programma Arma X; così decide di partire alla ricerca della verità. 

La sua decisione mette in allarme lo S.H.I.E.L.D. e i governi di mezzo mondo, facendo entrare in scena parecchi personaggi legati alla sua storia passata: Capitan America, il primo tentativo di ricreare in laboratorio un soldato perfetto già esistente in natura (cioè lo stesso Logan); il supersoldato Nuke (che era stato ferito a morte in Devil: Rinascita) che lui stesso ha contribuito a creare; Bucky Barnes (che anni prima come Soldato d’Inverno uccise sua moglie incinta); i suoi vecchi nemici Victor Creed (Sabretooth) e Sylas Burns (Cyber), rispettivamente reclutatore ed addestratore per l’individuo che manovra da dietro le quinte.

Appare inoltre Daken, il figlio avuto da Itsu, la moglie uccisa, sopravvissuto grazie al fattore rigenerante ereditato dal padre e caduto nel suo stesso destino. Daken odia il padre e sta cercando in tutti i modi di ucciderlo. La serie comincia a dare delle risposte, fra cui spiccano gli indizi disseminati a proposito del nome Hudson. Questo è il cognome dei coniugi fondatori di Alpha Flight (si dice che James Hudson, membro del Dipartimento H, sia fratellastro di uno degli scienziati che hanno avuto a che fare con esperimenti sull’adamantio da parte del progetto Arma X).

Hudson ricorre anche in Hudson Bay Company, nome di una società che nell’Ottocento aveva in gestione dal governo una grossa parte selvaggia del Canada, e che poi è cresciuta ulteriormente. La collocazione cronologica di queste storie non è certa: di sicuro dopo House of M e probabilmente dopo il primo arco di storie di New Avengers.

Wolverine

Nella miniserie Wolverine: Evoluzione di Jeph Loeb e Simone Bianchi Logan sconfigge, stavolta pare definitivamente, Sabretooth (decapitandolo con la katana Muramasa, la cui lama è in grado di annullare gli effetti del fattore di guarigione). Logan ha scoperto che dietro ogni evento terribile della sua vita c’è il misterioso Romulus, un individuo che lo ha manovrato a sua insaputa per decenni, rendendolo un assassino spietato.

Inoltre, grazie all’aiuto del Soldato d’Inverno e a quello, inconsapevole, di Deadpool, Logan è riuscito a catturare Daken, e adesso sta cercando un modo di guarirlo da tutti gli orrori a cui Romulus l’ha sottoposto e che l’hanno reso uno spietato omicida come lui: per questo ha chiesto l’aiuto di Charles Xavier, ma sembra che neanche il Professor X sia in grado di aiutarlo.

Fu Xavier a cancellare il controllo di Romulus (che lo voleva una spietata macchina assassina) e a renderlo un leale X-Man, quando si unì al gruppo. Sembra invece che su Daken non sia possibile effettuare lo stesso procedimento, in quanto Romolus ha installato trappole psichiche nella mente del giovane mutante. Tuttavia, Xavier ha mostrato a Daken che non fu Logan ad uccidere sua madre Itsu ma Romulus; ora padre e figlio sembra vogliano entrambi vendicarsi di lui.

Wolverine

Seguono le sue tracce fino in Africa, dove Logan incontra il suo vecchio nemico Cyber, che pare voler offrire a padre e figlio un accordo per aiutarli a trovare e uccidere Romulus; lui e Daken rifiutano, ma in seguito il ragazzo decide di tradire il padre e allearsi con Cyber. In realtà si scopre che il sodalizio tra i due e il tradimento di Daken furono orchestrati da Wolverine stesso, allo scopo di impadronirsi delle informazioni del vecchio nemico.

Quando Daken però viene a sapere ciò che voleva, abbandona il padre senza condividere le informazioni con lui. Logan rimane solo, ma viene rintracciato da Nick Fury, che ha parecchie informazioni per lui. Oltre a informarlo dell’alleanza che Daken ha stretto con Norman Osborn, unendosi ai suoi Oscuri Vendicatori, rivela di essere a conoscenza di diverse informazioni su Romolus, avute tempo prima da Cyber stesso.

Pare infatti che ci fosse lo stesso Romolus dietro il progetto Arma X. Il suo scopo era rendere il suo agente (lo stesso Logan) un’arma invincibile in grado di uccidere i supereroi di nuova generazione, come Hulk, affrontato da Logan poco dopo l’assunzione dell’adamantio. Quando si unì agli X-Men però, Logan non fu più reperibile, a causa della protezione psichica di Charles Xavier.

Romolus allora decise di puntare su Daken. Secondo Fury, lo scopo attuale di Romolus è potenziare nuovamente la sua arma, questa volta con il metallo della spada Muramasa, in grado di annullare gli effetti del fattore rigenerante e quindi di uccidere lo stesso Wolverine. Daken riesce, con l’aiuto del Riparatore, a farsi rivestire due artigli con il metallo preso dalla spada Muramasa. Giunto per fermare l’operazione, Wolverine lotta con il figlio, che lo colpisce con gli artigli privi del metallo di Muramasa, facendo sì che Wolverine possa sopravvivere.

Wolverine

Logan continua la caccia a Romulus. Segue le tracce di uno degli uomini di Romulus, Victor Hudson, che lo portano in Russia. Qui Hudson gli tende una trappola. Si fa seguire fino a un carcere per poi sparire nel nulla. Nel carcere Logan, ignaro di tutto, trova ad aspettarlo il suo vecchio nemico Omega Red. Lo scontro tra i due è estenuante. Dopo essere riuscito ad avere la meglio, Wolverine, stremato, sviene. Viene ritrovato da Wild Child, suo vecchio nemico, che intende ucciderlo gettandolo all’interno di una fonderia.

Omega Red, in cerca del sintetizzatore di carbonadio in possesso di Logan, irrompe nell’acciaieria e dà a Wolverine l’occasione di liberarsi e fuggire. Omega Red uccide Wild Child nel modo in cui questi voleva liberarsi di Logan, per poi morire a causa della spada Muramasa, con la quale Logan lo trafigge. 

Wolverine capisce che tutti i duelli a cui ha preso parte da quando ha recuperato i suoi ricordi sono stati orchestrati da Romolus, che in questo modo si è liberato di ogni suo ex agente (Sabretooth, Cyber, Nuke, Wild Child e Omega Red), fatta eccezione per Daken. Logan ha finalmente modo di affrontare faccia a faccia il suo persecutore, ma quando è sul punto di ucciderlo capisce che è questo ciò che vuole Romulus e decide di risparmiarlo, rimandando a un’altra volta la resa dei conti.

Wolverine

Successivamente Wolverine decide di formare una squadra per mettere fine al regno di Romulus. Ha un piano talmente fuori dagli schemi che neanche Romulus potrebbe immaginarlo. Alla fine si rivela essere un piano di Deadpool. I primi che Wolverine riesce a far entrare nel suo gruppo sono Bruce Banner (che per il momento non è più in grado di trasformarsi in Hulk) e suo figlio Skaar.

Entrano poi Cloak e Silver Samurai, che allena Wolverine a utilizzare la spada Muramasa. Intanto Dagger, compagna di Cloak, viene rapita da Victor e altri scagnozzi di Romulus, ma viene salvata da Wolverine e Cloak, che si teletrasportano sul posto.

Il piano prevedeva anche la liberazione della criminale Ruby, che però si rivela una traditrice, riferendo informazioni segrete a Romulus. Prevedendo tutto ciò, Wolverine riesce a sconfiggerla e rimandarla in carcere con la sua squadra. In seguito Wolverine cerca di allearsi con suo figlio Daken contro Romulus.

Anche Daken però si rivela inaffidabile. Si allea col nemico e inizia uno scontro col padre che viene interrotto quando Romulus riesce a fuggire dopo aver sconfitto Skaar. Daken, una volta raggiunto il suo nuovo alleato, cambia idea e infilza Romulus per prendere il suo regno. Prima che lo uccida, Cloak teletrasporta Romulus da Wolverine, che con la spada di Muramasa sta per dargli il colpo di grazia, ma poi decide di intrappolarlo per sempre nella dimensione oscura di Cloak.

Daken, infuriato col padre, lo attacca, dando vita alla sfida finale, che vede vincitore Wolverine, che infine con la spada Muramasa priva Daken dei due artigli (uno per braccio) ricoperto dello stesso metallo della sua spada e che quindi potevano annullare i benefici del fattore di guarigione. Alla fine Wolverine seppellisce la spada Muramasa e gli artigli di metallo amputati a Daken, in modo che nessuno abbia più la possibilità di uccidere lui e suo figlio.

Wolverine

Durante gli eventi raccontati in Civil War, Wolverine si mette sulle tracce di Nitro, per punirlo della strage di Stamford. Dopo che Nitro viene preso da Namor e dai suoi agenti per vendicarsene (aveva ucciso Namorita, sua cugina), Logan ritorna in superficie dove viene catturato da Sentry e consegnato allo S.H.I.E.L.D. poiché non registrato. Wolverine scappa da un eliveivolo e perfora il cranio a Walter Declun di Damage Control, responsabile di aver passato l’OGM (ormone della crescita mutante) a Nitro così da potenziarlo.

Si unisce alla fazione di Capitan America. Dopo la morte di Capitan America, Wolverine si introduce a bordo dell’elivelivolo S.H.I.E.L.D., con l’aiuto del Dottor Strange e di Devil, per accertarsi che il corpo che stavano custodendo fosse realmente quello di Steve Rogers e non una copia fasulla.

Sull’elivelivolo Wolverine interroga anche Crossbones, il cecchino, per scoprire chi sia il mandante ma il criminale aveva subito un parziale lavaggio del cervello che impedisce l’identificazione da parte del Dottor Faustus. Wolverine non può che constatare che il cadavere a bordo è realmente quello di Cap, e decide di tornare dai Nuovi Vendicatori per informarli. Prima di andare minaccia Stark dicendo che, qualora avesse scoperto che dietro la morte di Cap ci fosse stato lui, lo avrebbe ucciso.

Quando lui e i suoi compagni Vendicatori scoprono che Elektra era in realtà uno Skrull, Logan comincia a sospettare di essere sotto assedio da parte della razza aliena mutaforma, dichiarando di non potere più fidarsi di nessuno, nemmeno di loro, in quanto chiunque potrebbe essere uno Skrull infiltrato; in seguito Jessica Drew (la Donna Ragno) preleva il cadavere dell’alieno per portarlo da Tony Stark. Subito dopo questi eventi Logan si è recato in un locale, dove ha scoperto il misterioso Hood che aveva rubato ad un’asta criminale il cyborg Deathlok, con l’intento di usarlo contro la Stark Tower; i due si battono ma Hood si tramuta in un demone cibernetico e riesce a fuggire. 

Wolverine allora torna dai suoi compagni, tutti decisi a darsi fiducia reciprocamente e a correre in aiuto della squadra di Stark, benché siano loro nemici. Logan assieme agli altri eroi va all’assalto degli skrull a New York, ma viene anticipato da Norman Osborn nel dare il colpo di grazia alla regina aliena. Osborn viene promosso nel ruolo di Stark mentre Logan e gli altri Nuovi Vendicatori sono sempre più ricercati. Sia come Vendicatore che come X-Man, Wolverine si è trovato in diverse occasioni a combattere contro Norman Osborn (ora noto come Iron Patriot) e i suoi Oscuri Vendicatori.

Inoltre, su richiesta di Ciclope, Logan ha formato una nuova X-Force, grazie alla quale ha liberato Charles Xavier e numerosi altri mutanti da Alcatraz, dove venivano torturati dalla Bestia Nera. Wolverine inoltre ha contribuito a fare dell’isola Utopia una terra libera per tutti i mutanti: abbandonerà l’isola quando si troverà in disaccordo con la filosofia di Ciclope (aveva deciso di uccidere il Club Infernale di Kade Kilgore). Quand’era sotto il controllo di Romulus, Logan in passato ha compiuto numerose azioni violente e sanguinarie di cui non va fiero, dunque il far parte di così tanti gruppi è un modo di fare ammenda per i suoi numerosi peccati.

Wolverine

Interessato all’acquisizione delle tecnologie sviluppate nel Mondo, Osborn invia sul campo una squadra di sperimentali Deathlok per prenderne il controllo. Informato di ciò da alcune fonti Noh-Varr chiede l’aiuto di Wolverine per impedire che il suo ex-boss riesca nel suo piano ed insieme si dirigono al Mondo dove vengono subito attaccati da un esercito di fedeli creati da Arma XVI, la religione vivente.

Soccorso da Fantomex, Noh-Varr si lascia da lui guidare al centro operativo dell’esercito mentre Wolverine viene condizionato in modo da ingrossare le file di Arma XVI. Giunti al cervello del Mondo, ora senziente, mentre Fantomex si occupa di tenere a bada l’esercito di fedeli Noh-Varr disabilita Arma XVI baciandolo e mostrandogli un po’ di affetto e compassione. Ritornato alla normalità, Wolverine affianca gli altri due nello scontro con i Deathlok di Osborn, sconfiggendoli e facendo fallire i suoi piani di conquista.

L’anima di Wolverine viene spedita all’Inferno da un’organizzazione sconosciuta, di cui faceva parte anche Mystica. All’Inferno, Wolverine combatte tutti i suoi vecchi nemici uccisi e viene sottoposto a torture dal Diavolo stesso. Intanto, il corpo di Logan è posseduto da moltissimi demoni che lo controllano e cercano di uccidere tutte le persone care a lui: Yukio, Melita Garner (la fidanzata di Wolverine) e anche gli X-Men: acceca Angelo, brucia l’Uomo Ghiaccio e combatte con Colosso che è ormai sull’orlo della morte. All’Inferno, dopo aver incontrato la defunta Mariko e anche Silver Samurai, Wolverine compie l’impossibile, riuscendo a combattere e a sconfiggere il Diavolo. Sabretooth, anch’egli defunto, recupera la spada che ha usato il Diavolo nel combattimento, ma viene fermato e ridecapitato da Wolverine.

Logan rinuncia alla spada e quindi anche a diventare il nuovo Diavolo e ferisce il padre che voleva costringerlo ad esserlo. Intanto, grazie all’aiuto di Mystica (che adesso vuole salvare Logan), Melita e i Ghost Rider, Daimon “Figlio di Satana” Hellstrom riesce a far tornare l’anima di Wolverine nel suo corpo, ma arrivano gli X-Men che devono uccidere Wolverine nel caso non riesca a riprendere possesso del suo corpo. I molteplici demoni dentro il corpo di Wolverine prendono il controllo, riuscendo a sconfiggere i più potenti membri degli X-Men: Emma Frost, Magneto, Namor e Ciclope.

Intanto Wolverine combatte con i demoni nella sua mente con l’aiuto di Rogue, Melita, Jubilee e altre ancora. Il corpo di Wolverine posseduto, nel frattempo, viene messo in seria difficoltà dai rinforzi degli X-Men, ma Wolverine riesce a riprendere il controllo sul suo corpo appena prima di essere distrutto, grazie anche all’aiuto del risveglio di Jean Grey e Nightcrawler nella sua mente. Ormai Logan è libero ed è pronto a vendicarsi di chi l’ha mandato all’Inferno, a partire da Mystica.

Wolverine

Wolverine sfida Mystica e alla fine riesce a ucciderla. Poi si scontra con i “Bastardi”, killer professionisti che hanno orribili passati rovinati dallo stesso Logan quando era sotto il controllo di Arma X o di Romulus. Il canadese riesce a ucciderli e a trovare il capo dell’organizzazione, che si suicida con tutti i suoi seguaci. A questo punto scopre che i “Bastardi” in realtà erano suoi figli e ora non può prendersela che con se stesso. Wolverine torna a vivere sulle montagne canadesi con la speranza di dimenticare tutto.

In Avengers vs. X-Men, Wolverine è schierato inizialmente con gli Avengers di Capitan America, il quale ben presto lo congeda con la forza lasciandolo tramortito in una landa gelida, poiché lo riteneva troppo coinvolto nella vicenda. Lì incontrerà Hope e dopo essersi ripreso aiuterà la giovane messia a raggiungere la zona blu della luna per intercettare la forza fenice. Tuttavia il tutto si rivelerà una trappola ordita da Logan che, ormai in procinto di consegnare Hope ai Vendicatori, vedrà i suoi piani rovinati dall’arrivo degli X-Men di Ciclope. Durante il combattimento fra i due super gruppi Wolverine sperimenterà sulla sua pelle il colpo della fenice effettuato per caso dalla messia mutante.

Dopo essersi ripreso, assieme agli Avengers ed altri supereroi affronterà dure missioni contro le 5 fenici. In una combatterà Namor che, sebbene attaccato dai Vendicatori e Wanda Maximoff, va vicino alla totale eliminazione del Wakanda di Pantera Nera. In un’altra missione si infiltrerà, con i supereroi che non sono caduti, in un vulcano in Siberia, presidiato da Colosso e Magik, per liberare i supereroi sconfitti e lì imprigionati. Prenderà infine parte, come tutti i supereroi, alla battaglia finale contro Fenice Nera, ossia Scott Summers. Dopo la battaglia, lo si rivide mentre discuteva con Capitan America nella cella di Ciclope.

Wolverine

Wolverine è uno dei pochi sopravvissuti allo sterminio della razza umana operato da Ultron. Decide, per impedire questo avvenimento, di uccidere Hank Pym, creatore dell’androide, prima che potesse dargli vita. Il piano, nonostante l’intervento della Donna invisibile, va come previsto, ma così facendo altera il presente, creando un mondo distopico. Tornato nuovamente indietro nel tempo, impedisce la morte di Pym e fa in modo che questi installi, nel robot, un codice che lo avrebbe fatto autodistruggere.

Ultron, così, viene totalmente distrutto durante uno scontro con i Vendicatori. Wolverine si unisce successivamente alla Squadra Unione dei Vendicatori, una squadra composta da Vendicatori ed ex-X-Man, con i quali riaffronterà anche suo figlio Daken, riportato in vita dai Gemelli Apocalisse. Durante una missione solitaria nel Microverso, Logan contrae un virus che inibisce il suo fattore rigenerante. Anche quando riesce a liberarsi dell’infezione, il suo fattore rimane inattivo, costringendolo a cercare una cura. In questo periodo, inoltre, torna a farsi vedere Sabretooth, misteriosamente in vita.

Wolverine

Privo del fattore rigenerante, Logan viene bersagliato di continuo da killer e assassini di ogni tipo e varietà, tutti assunti dalla sua ex-moglie Viper, che anni prima era diventata (anche grazie al loro breve matrimonio) sovrana di Madripoor. In realtà Viper ha solo subscontrattato un ingaggio da qualcun altro. Kitty Pride, intervenuta per aiutare Wolverine, rivela che dietro tutto c’è un certo Abraham Cornelius, nome che Logan conosce molto bene. È l’uomo che eseguì materialmente l’esperimento del programma Arma X.

Da allora Cornelius ha tentato di ricreare il risultato per migliorare i soggetti, dato che considera Logan solo un animale. Anche se ferito e morente, Logan si reca nel laboratorio di Cornelius e riesce a ucciderlo e a salvare le sue cavie. Per fare ciò distrugge un contenitore di adamantio fuso che gli cola addosso. Ormai sfinito, Logan esce dal laboratorio e si inginocchia, morendo e diventando una statua di adamantio. 

Dopo la sua morte alcuni misteriosi individui rapiscono e rinchiudono i personaggi dell’universo Marvel più strettamente legati a lui per interrogarli (Death of Wolverine: the Logan legacy). Si tratta del suo clone femminile X-23, la sua nemesi Sabretooth (tornato in vita tempo prima), la letale cyborg-samurai Lady Deathstrike, suo figlio Daken, la mutaforma Mystica, Elixir e Fantomelle. Logan ha anche una relazione con Domino in X-Force: Sex and Violence, dove i due danno libero sfogo ad una passione risalente alla loro avventura in Giappone.

Wolverine Costume Evolution

Interpreti:

Hugh Jackman
Troye Sivan (X-Men Origins: Wolverine)