SUNSPOT

Nome: Roberto Da Costa

Alias: Sunspot, Reignfire

Team: X-Men, Nuovi Mutanti, X-Force, X-Terminators, X-Corporation, Fallen Angels, Vendicatori, Club Infernale, A.I.M., Bratpack, S.H.I.E.L.D.

Famiglia: Emmanuel Da Costa (Padre), Nina Da Costa (Madre), Reignfire (Copia Genetica)

Nazionalità:

1 app. Novembre 1982 – Marvel Graphic Novel n. 4

1 app.Italia: I Nuovi Mutanti Supplemento al n. 4 de I Nuovi Mutanti (ed. Play Press)

Autori: Chris Claremont, Bob McLeod

Storia:

Roberto, brasiliano di Rio de Janeiro, è figlio di Nina ed Emmanuel da Costa. Il padre viene descritto come un uomo che da solo ha guadagnato la propria ricchezza. All’età di venti anni era già milionario, mentre a trenta era un’icona economica e politica. La sua relazione con Roberto era più quella tra due amici che quella fra padre e figlio. In virtù di questa, Emmanuel spinse il figlio a migliorarsi sempre più e a raggiungere i suoi limiti sia fisici che intellettuali. Grazie al supporto del padre, Roberto riuscì a diventare capitano della squadra di calcio della sua scuola e ad essere selezionato per i Giochi olimpici.

I suoi poteri si manifestarono prima del suo quattordicesimo compleanno durante una partita di calcio. Alcuni tifosi entrarono in campo e cominciarono a lottare contro i giocatori. Roberto prese parte allo scontro, e durante questo, i suoi poteri fecero la loro comparsa, trasformandolo in una creatura di solida energia nera solare. Sorpresi e terrorizzati, gli spettatori e tutti coloro che avevano preso parte allo scontro abbandonarono lo stadio. Solamente la sua fidanzata, Juliana Sandoval, rimase al suo fianco.

Un gruppo anti-mutanti capitanato da Donald Pierce ed affiliato al Club infernale, rapì Juliana e attirò Roberto in una trappola, dove fu sconfitto e catturato. In suo aiuto accorsero Karma e Psyche, e nel corso del seguente scontro, Juliana sacrificò la propria vita per evitare che Roberto fosse ucciso.

Dopo il suo salvataggio, Roberto si unì a Karma, Psyche, Wolfsbane e Sam “Cannonball” Guthrie nel junior team degli X-Men, i Nuovi Mutanti. Durante questa esperienza, Roberto e Sam divennero molto amici. Benché Xavier avesse pensato che dovessero solo essere studenti della sua scuola, i Nuovi Mutanti vissero svariate avventure e crebbero come supereroi, viaggiando in luoghi mistici come Asgard o andando in giro nel tempo, tanto nel passato quanto nel futuro.

Durante un’amichevole partita di calcio, Bobby causò accidentalmente una commozione cerebrale a Sam Gurthrie. Ritenendosi pericoloso per la sua squadra, Bobby scappò via. Dopo aver vissuto per strada, Bobby ha salvato un mutante in fuga chiamato Chance da un gruppo di teppisti. In seguito, Chance lo abbandonò e fuggì con una ragazza aliena di nome Ariel. Bobby fu salvato da Warlock, che cercò di convincerlo a tornare dai Nuovi Mutanti, ma Bobby sentiva di non essere degno di ricongiungersi alla squadra e desiderava essere lasciato un paria. Warlock suggerì di restare uniti.

Bobby decise di diventare un cattivo e derubare una chiesa, ma si ritrovò incapace di farcela. La coppia fu trovata da un duplicato di Jamie Madrox e Siryn, che tentarono di farli tornare con i Nuovi Mutanti. Un cyborg chiamato Gomi propose a Bobby di unirsi ai Fallen Angels, un gruppo composto principalmente da ladri adolescenti mutanti organizzati dal criminale mutante chiamato Svanitore. Tra le sue reclute c’erano la giovane mutante Boom Boom, Gomi e le sue due aragoste potenziate dalla cibernetica Bill e Don, Chance, Ariel, il duplicato di Madrox e Siryn.

Svanitore teletrasportò gli Fallen Angels nella Valle della Fiamma nel mondo dei dinosauri, dove furono raggiunti da Moon Boy e Devil Dinosaur. Dopo che Devil Dinosaur ha schiacciato accidentalmente Don l’aragosta, Gomi ha parlato di non lasciare amici dopo un incidente o una tragedia, che ha colpito una corda con Bobby e ha iniziato a indovinare la sua decisione di lasciare i Nuovi Mutanti.

Dopo che tutti i poteri dei mutanti furono temporaneamente fuori controllo a causa di Chance, Ariel suggerì di andarsene e li teletrasportò nel Coconut Grove, il suo pianeta natale. Gli abitanti di Coconut Grove e il leader, Unipar, catturarono i Fallen Angels, con l’intenzione di condurre degli esperimenti per continuare la loro evoluzione, ma gli Angeli lavorarono insieme per sconfiggerli e tornarono a casa.

Bobby e Warlock tornarono nei Nuovi Mutanti in tempo per aiutarli contro Cameron Hodge e i Right. Durante la battaglia, Doug Ramsey saltò sul percorso di un proiettile destinato a Wolfsbane, uccidendolo. Magneto, ora messo da Xavier a sovrintendere il gruppo di giovani mutanti, ordinò ai ragazzi di non usare mai i loro poteri mutanti senza il suo permesso, un fatto che Bobby sfidò immediatamente e dichiarò che potevano usarli a loro piacimento.

I mutanti non rimasero sotto la cura di Magneto, poiché Cannonball e Mirage decisero di spostare la squadra fuori dal suo controllo. Magneto affermò che gli X-Men e i Nuovi Mutanti dovevano essere il suo esercito contro l’imminente guerra tra umani e mutanti, tuttavia Magneto permise ai Nuovi Mutanti di andarsene, affermando che, col tempo, avrebbero trovato la strada giusta e Bobby sarebbe stato il prima di unirsi a lui. Bobby e Nuovi Mutanti furono accolti da X-Factor e iniziarono a vivere su Nave, fondendosi con gli X-Terminator.

 

 

Quando dal futuro giunse Cable e trasformò il team, nella prima X-Force, Sunspot ne divenne uno dei principali elementi. Durante questo periodo, fu preso in custodia da Gideon degli External, un vecchio uomo d’affari socio di suo padre, recentemente defunto. Gideon condusse esperimenti su Sunspot che gli garantirono nuovi poteri come il volo e l’abilità di sparare raffiche solari. Per un certo periodo, Roberto scomparve nel nulla per mano del mutante Locus, e comparve sulla scena il mutante Reignfire, dall’aspetto molto simile a quello di Sunspot.

Reignfire prese il controllo del Fronte Liberazione Mutanti, rapì Skids (un membro della squadra), e durante un combattimento con X-Force, gettò la maschera e rivelò di essere Sunspot. Grazie alle analisi di Cable, si riuscì poi a comprendere che Reignfire non era altro che un aspetto della personalità di Roberto emersa al tempo delle modifiche effettuate su di lui da Gideon.

Separatisi da Cable, e dopo il congelamento dei beni di Roberto da parte dei giudici, ai membri di X-Force non restò che accettare qualsiasi tipo di incarico veniva loro richiesto. In questo periodo, Roberto ebbe un breve flirt con la fidanzata di Sam, Tabitha “Boom-Boom” Smith.

Durante la sua carriera in X-Force, Roberto fu avvicinato da membri del Club infernale. Gli dissero che dal momento in cui suo padre era morto, il suo posto spettava in eredità a lui. Selene, la Regina Nera, gli promise di resuscitare Juliana se avesse accettato il posto. Roberto decise di rimanere e, assunta la carica di Torre Nera, divenne servitore di Selene, che in cambio richiamò lo spirito di Juliana inserendolo nel corpo di una giovane in stato comatoso.

Senza alcuna spiegazione, la successiva apparizione di Sunspot fu in X-Treme X-Men, come capo della X-Corporation di Los Angeles, insieme al mutante ex Satiro Empath. Quando Sebastian Shaw prese la posizione di Lord Imperiale del Club infernale, offrì la sua precedente carica di Re Nero a Roberto, che convinto dalle parole di Shaw di far diventare il Club una forza benefica e benefattrice accettò.

Ferito in uno scontro con Donald Pierce, Shaw fu rimpiazzato da Sunspot alla carica di Lord Imperiale. Abbandonati gli X-Men, Sage divenne l’assistente di Roberto per fare in modo che non fosse corrotto dal potere di cui adesso disponeva. Dopo gli eventi di House of M, Sunspot conservò sia i poteri che la posizione di Lord Imperiale al Club Infernale, che utilizza per tenere sotto controllo i suoi membri. Assieme all’amico Cannonball, entra nei Vendicatore fondati da Capitan America e Iron Man come gruppo di difesa mondiale.

Durante l’evento, c’è un vuoto di otto mesi, durante i quali Sunspot ha lasciato i vendicatori, ha acquistato l’A.I.M. rilevandone la totalità delle azioni in borsa, e si allea con Hyperion, Thor, Manifold e Pod. All’inizio della serie si reca da Cannonball e da sua moglie (la vendicatrice Smasher) per chiedergli di tornare sulla terra (si erano infatti trasferiti sul pianeta degli Shi’air) per mettere a punto un misterioso piano. Tornati sulla terra aprono un portale che viene attraversato da Thor e Hyperion, a cui nel frattempo si sono uniti gli ex-vendicatori Starbrand e Nightmask e gli esseri cosmici Ex-Nihilo e Abyss, per permettergli di fermare le Incursioni, (fenomeni che causano lo scontro di due terre di dimensioni alternative, e o una terra viene sacrificata, o le due dimensioni muoiono).

Sunspot diventa il membro principale dell’A.I.M. (Avengers Idea Mechanics), ovvero i nuovi Vendicatori, visti però con sospetto dal governo statunitense che sospetta ancora delle reali intenzioni degli ex scienziati criminali. Fa squadra con Wiccan, Hulkling, Tigre Bianca, Power Man, Songbird, Squirrel Girl e il suo scoiattolo Tippy Toe e si scontrano ben presto con il Creatore, il Reed Richards dell’Universo Ultimate, che ha creato una versione distorta della squadra di Da Costa ribattezzandola Rivendicatori.

Quando poi i nuovi Vendicatori decidono di salvare dallo S.H.I.E.L.D. Rick Jones, ora divenuto l’hacker noto come Sussurratore, loro e l’A.I.M. diventano fuorilegge agli occhi del Governo degli Stati Uniti e sono costretti a lasciare la loro base e a fuggire nella Terra Selvaggia, dove a loro si unisce anche Cannonball; gli unici membri della squadra a rimanere sono Wiccan, Hulkling e Squirrel Girl, che al momento di prendere una decisione avevano votato contro l’intervento a favore di Rick Jones e per questo erano stati allontanati da Da Costa stesso affinché non diventassero anche loro dei fuorilegge.

In qualche modo Roberto ha riguadagnato il pieno controllo delle sue abilità e tornando al nome di Sunspot ha aiutato gli X-Men a portare civili locali a Citi Field, rinominato Fort Syndergaard, per sicurezza. Ha collaborato con l’Uomo Multiplo contro i Giganti di Ghiaccio dove ha finito per lanciare un’auto a una delle loro teste uccidendoli. Wolfsbane rimproverò Sunspot perché avevano bisogno di catturarne uno per interrogarlo. Poco dopo Sunspot e gli altri furono presi un’imboscata da un gruppo di Ice Hound guidati da Sabretooth. Essendo in coorte con Malekith, Sabretooth ha scelto Rahne per combattere mentre Sunspot è stato lasciato al branco di lupi.

Ottenendo il sopravvento, Hope disse a Sunspot e al resto degli X-Men di ritirarsi per riorganizzarsi. Ciò diede loro abbastanza tempo per essere salvati da Mirage e Havok che fecero esplodere tutti gli Ice Hound con un’esplosione di plasma causando la fuga di Sabretooth. Quando Roberto ha ricevuto un abbraccio da KarmaKarma, le ha detto che è stato con il gruppo da quando ha lasciato il New Jersey subito dopo l’inizio dell’invasione. Sunspot si chiese dove fosse Illyana ma Karma rispose che pensava che Magik fosse con loro. Rispose che ce n’erano solo cinque, ma quando Roberto si guardò attorno, notò che Rahne era scomparsa.

Dopo essersi riunito con gli X-Men e tutti erano ritornati, inclusa Magik, volevano usare la sua magia ma sapevano che non poteva farlo a causa di una pietra magica. Sunspot la trovò e la afferrò, pensando non gli avrebbe fatto nulla. Invece Sunspot è esploso apparentemente morendo. Magik era ora in grado di usare la sua magia. Mirage stava guardando tutti i corpi dietro di lei: erano tutti fantasmi tra cui Sunspot. Le stava dicendo che l’amava e che era praticamente come una sorella.

Wikipedia & Marvel Fandom

Interpreti:

Adan Canto (X-Men: Giorni di un Futuro Passato)
Henrique Chagas Moniz de Aragão Gonzaga (New Mutants)