WILLIAM STRYKER

Nome:  William Stryker

Team: Purificatori, Alto Consiglio Umano, Weapon X

Famiglia:  Marcy Stryker (moglie, deceduta), Jason Stryker (figlio)

Nazionalità: 

1 app. Gennaio 1983 – Marvel Graphic Novel n.5: X-Men: God Loves, Man Kills

1 app.Italia:  X-Men: Dio ama, l’Uomo uccide – Labor n.4 (Labor Comics)

Creatori: Chris Claremont, Brent Anderson

Storia:

William Stryker era un sergente dell’esercito e potrebbe essere stato coinvolto nel programma Arma X, che ha portato Logan a ricevere il suo scheletro di Adamantium. Mentre il sergente Stryker era di stanza in una struttura di test nucleari, sua moglie, Marcy Stryker, era rimasta incinta. Dopo il suo tour, il sergente. Stryker e sua moglie decisero di far visita i suoi genitori, a Phoenix, in Arizona, ma un incidente d’auto li lasciò nel deserto del Nevada. Marcy andò in travaglio e il sergente. Stryker fu costretto a far nascere lui stesso il bambino. Alla nascita, il bambino era mutato fisicamente e il sergente. Stryker, credendo che fosse un mostro, pugnalò il neonato. Quando sua moglie si svegliò dall’incoscienza e chiese se il bambino stava bene, il sergente Stryker l’abbracciò e le spezzò il collo. Inorridito dalle sue azioni, Stryker notò che la macchina stava perdendo benzina e rimise la sua famiglia in macchina, si sedette al posto di guida e accese un fiammifero. L’auto esplose, ma il sergente Stryker fu gettato dalla macchina e risparmiato dalla morte. Dopo il funerale, fu dimesso con onore.

Dopo aver toccato il fondo, mesi dopo l’incidente, Stryker stava leggendo un articolo di notizie, scritto dal professor Charles Xavier e si rese conto che suo figlio era un mutante. Styker si convinse che Satana aveva un complotto per corrompere l’umanità, conquistando le loro anime mentre erano ancora nel grembo materno, provocando le loro mutazioni. Stryker concluse inoltre che l’unica ragione per cui Dio avrebbe permesso a suo figlio di essere un mutante era dirigerlo verso la sua vera vocazione: liberare il mondo dai mutanti. Quel giorno, Stryker giunse alla conclusione che fu salvato dall’esplosione per fare il lavoro di Dio, distruggendo tutti i mostri che Satana ha creato: i mutanti.

Nella serie Dio ama, l’Uomo uccide, William Stryker viene presentato come un fondamentalista, fanatico e predicatore televisivo. E’ un personaggio caratterizzato da un profondo odio per tutto il genere mutante, tanto da essersi spinto fino al massacro di una parte di esso, ed alla modificazione, tramite il progetto Arma X, delle caratteristiche genetiche e fisiche di alcuni di essi. Convinto che dietro la nascita di ogni mutante ci sia l’ombra di Satana, giunse fino all’omicidio della moglie e del figlio ancora infante pur di risparmiargli una vita segnata dal male. Grazie a una serie di prove di fede a cui fu sottoposto durante l’arco della sua vita, si convinse che Dio gli avesse mandato proprio quel figlio per spingerlo ad adempiere al suo fine ultimo, vale a dire il genocidio completo della popolazione mutante su scala mondiale.

Ormai convinto di questo suo nuovo progetto di fede, Stryker divenne un popolare predicatore televisivo, nascondendo dietro questa sua facciata l’assembramento di un corpo paramilitare, i Purificatori, con il compito di eliminare la minaccia mutante. Venuto a sapere che il noto Charles Xavier apparteneva a quelli che ormai definiva figli di Satana, lo catturò, manipolò e rivolse contro i suoi stessi X-Men che, nella speranza di salvarlo, unirono le forze con Magneto. Quando la situazione divenne pericolosamente tragica e i suoi crimini noti al pubblico, Stryker cercò di salvarsi uccidendo in diretta la giovane Shadowcat, ma uno dei suoi purificatori, compresa la gravità e crudeltà delle sue azioni gli sparò, fermandolo.

Tornato in scena sulle pagine di X-Treme X-Men, Stryker viene salvato prima di ritornare alla prigione dalla quale era stato trasferito giusto il tempo di dare l’ultima benedizione ad un condannato a morte. Infiltratasi sull’aereo, Lady Deathstrike riesce a liberare il suo amante e a far ricadere la colpa sugli X-Men e, raggiunta una località segreta, i due mettono a punto un piano per rapire Shadowcat e il gruppo di mutanti guidato da Tempesta. Presa la giovane, Stryker raggiunge la località di Mount Heaven dove apparentemente mutanti e umani coesistono pacificamente, solo per scoprire che il tutto è un inganno architettato da una intelligenza artificiale. Convinto da Kitty, Stryker decide di sacrificare se stesso per fermare l’intelligenza artificiale, e fondendosi con essa la intrappola all’interno di un bozzolo cibernetico.

Stryker è tornato dopo il M-Day, ritenendo che l’improvvisa riduzione del numero della popolazione mutante fosse un segno di Dio, dicendo “Ha fatto il primo passo e ora dobbiamo fare il prossimo”, fondamentalmente chiedendo il genocidio in TV. Con l’aiuto di Icaro, uno degli studenti dell’Istituto Xavier, fece esplodere un autobus, uccidendo circa 1/4 degli studenti depotenziati dell’Accademia.

Quindi pianificò l’assassinio di Wallflower, ordinando a uno dei suoi cecchini di spararle alla testa. Successivamente tentò di uccidere Dust, anche se X-23 sventò il tentativo vestendosi nei panni di Sooraya e prendendo il proiettile da solo. Le morti di Wallflower e Dust erano gli obiettivi principali di Stryker, poiché era stato informato da Nimrod che entrambe le ragazze sarebbero state fondamentali in la distruzione del suo esercito. Alla fine ha attaccato l’istituto con i suoi “depuratori”, uccidendo Quill, lasciando Onyxx e Cannonball feriti in modo critico e ferendo Alfiere, Emma Frost e altri studenti. Dopo che i Purificatori di Stryker furono sconfitti, fu ucciso da Elixir.

Stryker fu successivamente resuscitato dai Purificatori usando la tecnologia Technarch e controllato da Bastion. Ha ripreso il controllo dei Purificatori ora combinato con la Lega Sapien. Quando Bastion trova Hope Summers e Cable, invia il reverendo e i suoi depuratori per eliminarli. Sono intercettati da un gruppo di X-Men con l’aiuto di un’arma detta “rituale armato”, in grado di eliminare Magik dal combattimento. Inoltre neutralizza temporaneamente il teletrasporto di Nightcrawler. Con gli X-Men incapaci di teletrasportarsi a volontà, sono circondati dai Purificatori. Sentendo che la battaglia è cambiata e non è più a loro favore, Wolverine incarica Angel di trasformarsi in Arcangelo. Fu in grado di cacciare rapidamente i Purificatori e uccise William Stryker tagliandolo a metà.

Diversi anni dopo, il Reverendo Stryker è stato in qualche modo riportato in vita con un corpo robotico. Come direttore di una nuova incarnazione del programma Weapon X, Stryker ha puntato gli occhi sull’eradicazione del mutantkind con la creazione di mortali cyborg Adamantium. Questi cyborg sono stati creati da umani normali che Stryker ha attirato nella sua causa. Come parte del processo per affinare i loro cyborg, Weapon X ha preso di mira diversi mutanti con abilità speciali di loro interesse, vale a dire Logan, Sabretooth, Warpath, Domino e Lady Deathstrike.

Una volta che Arma X catturò Lady Deathstrike e raccolse materiale genetico per i loro cyborg, inviò i loro robot dopo i restanti quattro bersagli. Mentre non riuscivano a catturare Logan e Sabretooth, acquisirono campioni di tessuto. Nel frattempo, Warpath è stato arrestato con successo. Quando i cyborg di Arma X attaccarono Domino, Logan e Sabretooth si erano uniti costretti a indagare sui loro aggressori e riuscirono a salvarla. Per migliorare la resistenza e la forza dei cyborg, gli scienziati di Weapon X hanno convinto Stryker a puntare su Hulk.

Anche se i cyborg che hanno attaccato l’Hulk sono riusciti a far inviare un campione di sangue al loro centro di comando prima di essere sconfitti e costretti a autodistruggersi, il loro attacco ha spinto Cho a indagare sulla situazione e unire le forze con gli altri obiettivi di Arma X. I dati recuperati da un cyborg parzialmente conservato hanno permesso a Hulk e ai suoi nuovi alleati di determinare la posizione di uno dei centri di produzione dei cyborg. Quando tale struttura è stata saccheggiata da Hulk e dai mutanti, Stryker si è auto-distrutto, uccidendo i suoi dipendenti nel processo. I mutanti e Hulk sopravvissero e riuscirono persino a salvare Warpath e Lady Deathstrike dal contenimento. Con il campione di sangue di Hulk ancora in loro possesso,Arma X passò alla creazione di ibridi Hulk mutanti.

Dopo aver indagato ulteriormente su Arma X, Hulk e i mutanti localizzarono e razziarono il loro comando centrale. Durante l’evacuazione, Stryker fu intercettato da Sabretooth, Logan e Lady Deathstrike, che tentarono di ucciderlo. La vita di Stryker fu salvata da Hulk, poiché il giovane eroe non era disposto a lasciar uccidere nessuno dei suoi alleati attorno a lui. Quella breve disputa tra alleati diede a Stryker abbastanza tempo per completare la sua fuga. Dopo la fuga, Stryker iniziò a rintracciare l’ibrido mutante Hulk mutante di Arma X di nome H-Alpha per riprendere il controllo di lui. Mandò i cyborg di Arma X a recuperarlo, ma H-Alpha uccise tutti i cyborg e ferì gravemente Stryker prima di fuggire. Stryker è stato trovato dal team di Weapon X e dal nuovo Wolverine. Con il suo corpo robotizzato troppo danneggiato per muoversi, Stryker accettò di dire loro tutto ciò che dovevano sapere per sconfiggere H-Alpha.

Mentre i mutanti stavano combattendo l’H-Alpha, Sabretooth rubò il reattore nucleare che alimentava la nave della sua squadra e intendeva usarlo sul nemico. Ha inoltre legato il busto di Stryker con l’intenzione di uccidere due uccelli con una fava. Quando Creed si unì alla rissa, il busto di Stryker si perse nella confusione. Riapparve in Nebraska non molto tempo dopo, dopo aver innestato gli arti che gli mancava al busto e avviato una piccola chiesa che stava rapidamente guadagnando nuovi seguaci.
Avendo stabilito che Dio non sosteneva la sua propaganda anti-mutante, la chiesa di Stryker divenne satanica e si dedicò agli usi della magia oscura. Un nuovo seguace chiave per cui Stryker riuscì ad acquisire era Mentallo, che era in grado di controllare mentalmente numerosi mutanti per fare le offerte di Stryker come membri sacrificali del suo culto.

Monet, vittima di Mentallo, fu attirata dal culto: il team di X-Force ha liberato con successo Monet, insieme a tutti i mutanti che erano stati precedentemente sottoposti al lavaggio del cervello da Mentallo, che apparentemente ha abbattuto la Chiesa del potenziale umano. Stryker era l’ultimo in piedi ma non era disposto a scendere facilmente. Weapon X-Force e l’esercito di mutanti hanno attaccato Stryker e sono riusciti a ucciderlo, ma nota il suo patto con l’inferno e giura che tornerà per uccidere l’Weapon X-Force. Gli altri mutanti hanno temuto di aver abbandonato l’Weapon X-Force per affrontare Stryker mentre si accordavano per portargli la battaglia all’inferno.

In cerca di assistenza per arrivare all’Inferno, la squadra andò ad Azazel. Sebbene scoppiò uno scontro, Azazel alla fine aiutò la squadra e accolse la loro richiesta. La squadra si imbatté in Marduk Kurios, che risiedeva in quel regno dell’Inferno. Li indicò la direzione del castello di Stryker e avvertì che dovevano fermarlo prima della sua risurrezione. Presero d’assalto il suo castello e ripresero la battaglia fino all’apertura di un portale di visione, mostrando a Mentallo che sacrificava i cultisti per far rivivere il suo capo. Sabretooth ordina alla squadra di tornare ad Azazel in modo che possano essere teletrasportati ad Aspen in tempo per fermare Mentallo mentre uccide Stryker.

Sabretooth ha combattuto contro Stryker e i suoi demoni fino a quando un altro portale di visione ha rivelato che un Mentallo potenziato dal potere ha sopraffatto la sua squadra. Mettendo da parte Stryker, si rianimò e chiese ad Azazel di mandarlo nella sua squadra. Dopo una feroce battaglia, Victor viene ucciso da Mentallo venendo buttato nella fossa del sacrificio, essendo l’ultimo sacrificio di cui Stryker ha bisogno per rinascere. Stryker era divertito dall’ironia del fatto che Creed fosse il sacrificio per rianimarlo, ma Creed ha altri piani. Mentre scendeva, riuscì a decapitare quello di Stryker, distruggendo efficacemente la sua anima e finendolo per sempre. Invece usa il suo sacrificio per far rivivere suo figlio Graydon, che aveva trovato prima e aveva promesso di tornare a casa.

Interpreti:

Brian Cox (X Men 2)
Danny Huston X-Men Origins: Wolverine)
Josh Helman (X-Men: Giorni di un Futuro Passato, X-Men: Apocalypse)