SIRYN

Nome:  Theresa Maeve Rourke Cassidy

Alias: Siryn

Team: X-Force, X-Factor Investigations, X-Corporation

Famiglia: Sean “Banshee” Cassidy (Padre), Thomas Samuel Eamon “Black Tom” Cassidy (Zio), Sean Madrox (figlio, riassorbito da Jamie Madrox)

Nazionalità: 

1 app. Aprile 1981 –  Spider Woman n.37 (inedito in Italia)

Autori: Chris Claremont, Steve Leialoha

Storia:

Nata quando il padre, Sean “Banshee” Cassidy si trovava lontano per lavoro al soldo dell’Interpol, Theresa non conobbe mai la madre, uccisa durante uno degli attentati dell’IRA. Non avendo modo di contattare Sean, Tom si prese cura della piccola Theresa, fino a quando tornato in Irlanda anni dopo, l’uomo non apprese della morte della moglie e sfogò la propria ira contro il cugino, riuscendo con il proprio potere sonico a rompergli entrambe le gambe e non dandogli modo di rivelare l’esistenza della figlia.

Dopo la convalescenza, nella quale giurò di vendicarsi del cugino, Tom, assieme al Fenomeno e Theresa, adesso sua complice con il nome di Siryn, si scontrò con la Donna Ragno ed alcuni X-Men. La lotta si risolse con la sua temporanea cattura, e fu durante questo periodo che scrisse un lettera di redenzione al cugino nella quale gli rivelava l’esistenza della figlia. Gli X-Men partirono così alla volta di Cassidy Keep, dove recuperarono Theresa e portatala allo Xavier Institute la fecero riunire al padre.

Ricongiuntasi col padre, Theresa decise tuttavia di spostarsi sull’isola di Muir, base e laboratorio di ricerca della dottoressa Moira MacTaggert, storica alleata di Xavier, per far analizzare la portata dei suoi poteri. Qui, cominciò una relazione sentimentale con l’Uomo Multiplo, terminata una volta scoperto che questi altri non era se non un suo doppio. I due si recarono a New York, dove aiutarono i Nuovi Mutanti nella ricerca di Sunspot e Warlock, fuggiti dallo Xavier Institute.

Dopo che il Re delle Ombre sconvolse la vita degli X-Men sull’isola di Muir, Siryn decise di abbandonare quella che considerava come una seconda casa, e divenne uno dei membri fondatori, nonché comandante-sul-campo, di X-Force.

Durante questo periodo sviluppò una forte ed ambigua amicizia con il compagno di squadra Warpath, il quale provava una forte attrazione verso di lei, non ricambiata; ciononostante fu grazie al suo aiuto che Siryn smise di affogare nell’alcool il trauma di essere stata posseduta dal Re delle Ombre e costretta a fare cose di cui non si credeva capace. Successivamente, cominciò a flirtare con il mercenario Deadpool e, fra i due la passione sbocciò mentre erano impegnati in una missione contro Black Tom e il Fenomeno.

Banshee l’avvertì che il mercenario altri non era se non un pazzo ed un assassino, ma Siryn non volle sentir ragioni e continuò la relazione per nulla infastidita dalla pelle butterata del compagno o dal suo passato criminale, ma anzi confortata che un tipo come lui vegliasse su di lei, e col passare del tempo divenne la voce della ragione e della sanità mentale di un sempre più confuso Deadpool.

I due presero strade diverse quando Siryn, occupata dai suoi doveri in X-Force, decise di troncare, promettendogli però che sarebbero sempre rimasti amici. Durante il suo periodo in X-Force, si confrontò con molti avversari come, gli dei di Asgard, Onslaught, il guru dei media interdimensionali Mojo, e lo S.H.I.E.L.D.. Come il padre soffrì di alcolismo e riuscì a venirne fuori, tanto che nella serie X-Factor, la si vede condurre uno stile di vita molto casto e sobrio.

Divenuta un membro fondamentale del team, fu costretta ad abbandonare la squadra quando la compagna Feral, mostrò la sua vera indole malvagia e le ferì gravemente la gola, recidendole le corde vocali e lasciandola temporaneamente muta e priva di poteri.

Grazie all’aiuto di Deadpool, che rubò campioni di sangue a Wolverine, guarì e ritornò in possesso dei propri poteri sonici. Quindi si unì alla filiale francese di X-Corporation, dove ritrovò alcuni vecchi compagni di squadra come Cannonball, Rictor e Uomo Multiplo, e fece nuove conoscenze, fra queste la mutante algerina M ed assistette alla morte di Stella Nera per mano di Weapon XII nell’Eurotunnel.

Come membro dell’agenzia investigativa X-Factor, il ruolo di Theresa nelle loro prime missioni non fu molto importante. Tempo dopo, fu picchiata violentemente da uno sconosciuto e svenne, risvegliandosi in un teatro abbandonato alla mercé di un ex-mutante desideroso di sapere la verità sulle cause della decimazione. Percossa e minacciata varie volte fu soccorsa dall’amico Rictor e, dopo la guarigione, divenne protagonista del triangolo amoroso fra lei, Jamie e Monet.

Tutto ciò avvenne dopo una sbronza a seguito della presa di posizione contro l’Atto di Registrazione dei Superumani avanzato da Tony Stark nel corso di Civil War. Ubriaco, Madrox andò a letto sia con Theresa che con Monet. Dopo le spiegazioni, le due donne rinunciarono a parlare con Jamie per un periodo e nel corso di una visita riconciliatrice a Parigi portarono negli Stati Uniti una cittadina francese scampata al rogo del suo palazzo ad opera di un gruppo anti-mutanti.

La ragazza si rivelò, più tardi, essere un sofisticato cyborg agli ordini dell’Isolazionista, individuo in grado di percepire tutte le menti mutanti presenti sul pianeta, e che infastidito da ciò tentò senza successo, di uccidere tutti i mutanti a cominciare da X-Factor.

Siryn, assieme ai compagni di X-Factor, risponde alla chiamata delle Naiadi di Stepford per contrastare l’attacco di Hulk alla X-Mansion.

Durante il crossover Messiah Complex, Theresa corse in aiuto del mutante Peepers solo per ritrovarne gli avanzi scartati dal Predatore X. Con lo svolgersi degli eventi giunse ad Eagle Plaza, luogo in cui Jamie era caduto in coma ed assistette al suo risveglio e prese infine parte allo scontro con i Marauders di Sinistro, assistendo ad Alfiere che spara a Xavier ed alla decisione di Ciclope di smantellare gli X-Men.

Tornata a Mutant Town, Theresa confessò al proprio parroco di essere incinta di Jamie e quando tentò di rivelare all’uomo il suo stato, l’intera zona venne trasformata dal malvagio Arcade nella sua personale area di gioco, con tanto di trappole mortali e cariche esplosive che saltarono in aria non appena il cuore del purificatore responsabile di tale macchinazione si fermò.

Assieme ai compagni di squadra, Siryn riuscì a porre sotto controllo la situazione e, rivelato il proprio stato a Jamie, il gruppo decise di rifiutare antrambe le proposte di Valerie Cooper lasciando Mutant Town per stabilirsi nella nuova sede di Detroit.

Banshee fondò una squadra mutante, l’X-Corps, una forza paramilitare che poteva sorvegliare la comunità mutante. La squadra reclutò diversi noti cattivi che presto si rivoltarono fino a quando gli X-Men furono in grado di sconfiggerli. Banshee rimase ferito da Mystica e l’X-Corps fu sciolto.

Sentendo il bisogno di aiutare a espiare la debacle di suo padre, Theresa offrì i suoi servizi alla X-Corporation, un’estensione clandestina degli X-Men che operano come campioni mutanti su scala mondiale.

Durante Civil War, Theresa si oppose al Registration Act e si unì a X-Factor Investigations dell’Uomo Multiplo e, dopo aver parlato con Spider-Man, è entrata in contatto con Quicksilver e il team degli X-Men di Ciclope chiedendo loro di rispondere perché il motivo alla base della Decimazione fosse tenuto segreto e sfidando la Registration Act.

Una notte, Madrox si ubriacò; Jamie Prime e un imbroglione, che ha descritto come la sua libido incarnata, hanno dormito con Siryn e Monet. Jamie non era sicuro di chi fosse andato a letto con il duplicato. Indipendentemente da ciò, Jamie ha continuato ad andare avanti con entrambi, temendo di rivelare che le stava ingannando.

Dopo uno scontro con Singularity Investigations, i membri di X-Factor Investigations hanno incontrato Doc Samson, che ha incoraggiato Jamie a confessare la verità a Monet e Siryn. Non l’hanno presa bene.

Theresa ha scoperto di essere incinta del figlio di Madrox. Dopo che Mutant Town fu distrutta da Arcade, X-Factor Investigations si trasferì a Detroit. Alla fine, ha dato alla luce un bambino che ha chiamato Sean; al momento di prenderlo Sean, Madrox lo assorbì: era sempre stato un inganno. Piena di rabbia, Theresa dichiarò dopo aver rotto le dita di Jamie che gli avrebbe rotto il collo la prossima volta che l’avrebbe visto.

Dopo aver sciolto la filiale di X-Factor Investigations di Detroit, Theresa è tornata in Irlanda, dove ha incontrato il reverendo John Maddox, uno dei doppioni di Jamie. Il reverendo Maddox ha aiutato Theresa a far fronte alla depressione e ha passato la notte con Deadpool.

Dopo aver finalmente fatto i conti con la morte di Banshee e aver riconciliato il suo dolore, Theresa ritirò il nome in codice Siryn e prese il nome in codice del padre defunto come suo e iniziò a chiamarsi Banshee in onore della sua memoria.

Mentre Polaris continuava a deteriorarsi mentalmente, Terry chiese a Layla Miller di aiutarla a contattare la Morrigan nel tentativo di salvare la sanità mentale di Lorna. La Morrigan rivelò che il suo nome era in realtà un titolo che veniva tramandato da una donna all’altra e che era stanca di essere la Morrigan. Aiuterebbe Terry dandole il potere necessario per curare la mente di Lorna.

Per fare questo, Terry ha dovuto uccidere la Morrigan e diventare la nuova Morrigan. Theresa accettò e uccise la Morrigan usando un “grido di Banshee” sotto forma di una lancia sonora, su richiesta della Morrigan. Con i suoi nuovi poteri divini, Terry salvò facilmente Lorna.

Dopo ciò ha lasciato la squadra, riapparendo solo quando Jamie Madrox l’ha supplicata mentre era bloccato nella sua forma demoniaca a causa di Mefisto, e degli eventi della gara per uccidere Tier Sinclair.

Quindi guarì Jamie e sconfisse i poliziotti che tentavamo di arrestare Layla. Ha riempito Layla e Jamie nella vita dei loro amici, e in seguito si è offerta di radunare la squadra da sola, ma non perché ha saputo che Layla e Jamie volevano solo crescere il loro bambino in pace.

Interprete:

Shauna Kain (X-Men 2, X-Men: Last Stand)