LONGSHOT

Nome: Sconosciuto

Alias: Longshot

Team: X-Men, Exiles, New Excalibur, X-Factor Investigations

Famiglia: Alison “Dazzler” Blaire (Compagna), Shatterstar (Figlio/Padre genetico)

Nazionalità: Mojoverse

1 app. Settembre 1985 – Longshot n. 1

1 app.Italia: X-Marvel n.1 (Play Press)

Autori: Ann Nocenti, Arthur Adams

Storia:

Longshot è una forma di vita umanoide creata artificialmente, con la capacità di sfidare le probabilità. Proviene da una dimensione alternativa conosciuta come “Mojoworld” o “Mojoverse”.

È uno dei tanti schiavi creati dagli ingegneri genetici di Mojoworld, gli Invertebrati, esseri grossolanamente obesi e virtualmente immobili, che sono governati dal maniaco delirante ossessionato dai media di nome Mojo.

Il genetista capo, Arize, diede a Longshot e alle altre sue creazioni (come il Quark con la testa di ariete) il libero arbitrio e una coscienza, sperando che un giorno si ribellassero contro i loro padroni.

Longshot e molti dei suoi compagni schiavi si ribellano contro i loro padroni. Subiscono un rituale mistico che dà loro il potere di crearsi buona fortuna. Nonostante questo potere, i loro padroni vincono la guerra a causa delle loro armi superiori e dei limiti della fortuna degli schiavi.

Longshot rimane senza memoria a causa degli Invertebrati, ma riesce a fuggire da Mojoworld alla Terra. Un certo numero di servitori di Mojo, guidati da Gog e Magog come segugi, lo inseguono, ma rimangono bloccati tra il mondo di Longshot e la Terra. Incapace di ricordare il suo vero nome, Longshot diventa un avventuriero e prende il nome di “Longshot” dopo che diversi umani lo chiamano così per via della sua incredibile fortuna.

Mentre si sta riprendendo, Longshot fa amicizia con la stunt-woman umana Ricochet Rita e lavora come stuntman cinematografico. Adotta anche il docile Magog, che rinomina “Pup”.

Infine, Mojo e la sua assistente, l’assassina a sei braccia armate di spada di nome Spirale, seguono Longshot sulla Terra.

Longshot combatte Spirale e sconfigge Mojo con l’aiuto di Ricochet Rita, Quark e Doctor Strange, che poi rimandano Mojo e i suoi seguaci al Mojoverse.

Longshot, Quark e Rita ritornano al Mojoverse per liberare gli altri schiavi.

Con gli X-Men, combatte contro Fenomeno e i Marauders. Longshot muore con il resto degli X-Men mentre sconfigge l’Avversario, ma viene poi riportato in vita da Roma. Longshot e gli X-Men ritornati in vita, combattono i Reavers in Australia, dove il gruppo si era trasferito, per la prima volta.

Combatte quindi la Covata; dopodichè, salva i suoi compagni di squadra catturati dalla nazione insulare di Genosha, che usa mutanti come casta di schiavi. Diventa presto l’amante di Dazzler. Tuttavia, subisce una grave crisi di identità e alla fine lascia gli X-Men.

In poco tempo, Longshot si ricongiunge a Dazzler e viene teletrasportato con lei su Mojoworld. Per un breve periodo, vivono a Mojoworld, finché non vengono catturati da Mojo.

Assieme agli X-Men, in “Mojo II: The Sequel”, guidano una rivolta contro Mojo: Longshot ucciderà il dittatore e il Mojoverse viene ereditato da Mojo II, che si rivelerà però un successore non meno feroce. Longshot e Dazzler apprendono anche che lei è incinta.

La coppia si prende cura anche degli X-Babies, un gruppo di cloni degli X-Men bambini fabbricati da Mojo.

Uno dei tanti X-Babies creati è una versione giovane di Longshot stesso. Inizialmente fu ipotizzato che la gravidanza di Dazzler porti ad un aborto spontaneo; l’esito della gravidanza di Dazzler fu risolto molti anni dopo, nella trama “The End of X-Factor”.

In X-Factor # 47 è ancora una volta accennato che Longshot e Shatterstar sono correlati; solamente in “The End of X-Factor” la loro connessione viene spiegata.

Dopo che Rictor e Shatterstar sono stati trasportati nel passato di Mojoworld, loro e il pubblico apprendono che Shatterstar è l’unico ribelle di Mojoworld che non è stato creato da Arize Il Creatore, ma semplicemente un giorno è apparso misteriosamente dal cielo.

Arize quindi utilizzò il materiale genetico di Shatterstar per creare Longshot, rendendo geneticamente Shatterstar il padre di Longshot.

Successivamente, Mojo attacca il santuario di Arize, quindi Shatterstar teletrasporta se stesso e Rictor in un momento storico della storia di Mojoworld, ovvero quando Dazzler e Longshot si sposano e combattono una guerra contro Mojo.

Dazzler, incinta del figlio di Longshot, entra in travaglio e dà alla luce un giovane Shatterstar, il quale spiega a Rictor che verrà inviato nel futuro di Mojoworld per essere cresciuto dalla gente, ma non prima d’aver cancellato a Dazzler e Longshot ricordi di avere avuto un figlio.

Dazzler tornò sulla Terra separatamente da Longshot in quanto soffriva per la sua perdita di memoria, credendo che Longshot, gli X-Babies e tutti quelli nella ribellione fossero stati uccisi da Mojo e dai suoi seguaci.

Dopo essere stato “ucciso” dal Thingy e dopo essergli stato negato l’ingresso in Paradiso, Longshot si rende conto di aver perso la sua innocenza, la principale fonte del suo potere di fortuna. Espulso dal Paradiso e da Mojoverse, Longshot si ritrova bloccato tra Baum e Barrie, nel Kansas, inseguito dalla vendicativa Thingy.

Quando un bambino che ha stretto amicizia con l’eroe distrutto viene ferito dal mostro, Longshot, aiutato da un gruppo di pazienti di un istituto per malattie mentali, riscopre la fiducia in se stesso e nella propria purezza nonostante la sofferenza della moglie per riportarla in salute.

Alla fine, l’improbabile gruppo parte per la grande città, alla ricerca di avventure, sicuro del potere ritrovato della propria fortuna.

Dopo aver fallito il tentativo di riconciliare la sua relazione con Dazzler a causa della sua perdita dei ricordi, Longshot si presenta a Detroit dopo aver letto un articolo sulla sua presunta apparizione durante gli eventi di Secret Invasion, grazie ad un impostore di Skrull.

Dopo un piccolo litigio con Guido “Forzuto” Carosella, aiuta X-Factor Investigations a scoprire cosa è successo a Darwin e suo padre, portandoli al Progetto Karma.