PSYLOCKE

Nome: Elizabeth “Betsy” Glorianna Braddock/Kwannon

Alias: Lady Mandarian, Capitan Bretagna II

Poteri: 

  • Telepatia (dalla nascita): leggere e proiettare pensieri anche per lunghe distanze, controllare menti, proiettare illusioni, e generare scariche telepatiche capaci di stordire o addirittura uccidere. Poteva inoltre proiettare se stessa o altri sul piano astrale, e sforzandosi al massimo riuscire a sondare e comandare intere città. Quando utilizzava i suoi poteri, di solito le compariva attorno al viso un’aura simile nella forma a una farfalla. 
  • Lama Psichica: dopo lo scambio del corpo con quello di Kwannon, un’asiatica ninja assassina, Betsy sviluppò una notevole predisposizione al combattimento corpo-a-corpo, ma la potenza della sua telepatia risultò all’incirca dimezzata rispetto all’origine, a causa della condivisione che doveva fare del proprio potere con Kwannon/Revanche. Dopo la morte della donna, la telepatia ritornò al massimo del suo potenziale, ma ormai Psylocke si era abituata ad utilizzarla sotto forma di lama psichica (il risultato della concentrazione di tutto il suo potenziale psionico in un unico strumento). 
  • Ombre: dopo la sua esposizione all’Alba Cremisi guadagnò inoltre la capacità di spostarsi attraverso le ombre, anche per lunghe distanze e perfino attraverso le dimensioni. Tuttavia, dopo aver imprigionato il Re delle Ombre all’interno del piano astrale, Betsy non mostrò più alcun segno di questa abilità.
  • Telecinesi: per mantenere imprigionato il Re delle Ombre all’interno del Piano Astrale, oltre al potere dell’Alba Cremisi, Psylocke sacrificò anche la propria telepatia, rimanendo per qualche periodo senza alcun potere mutante, a parte la sua abilità di ninja. Jean Grey le venne in aiuto: le due mutanti si scambiarono i reciproci poteri, aumentando nel processo la potenza di ciascuno; perciò Jean perse la sua telecinesi ed iniziò ad esercitare la sua telepatia latente fino ai livelli massimi; al contrario Betsy, perduta la telepatia, si ritrovò a gestire un nuovo notevole potere telecinetico.

Team: X-Men, X-Force, Excalibur, S.T.R.I.K.E., X-Treme X-Men, Club Infernale, Exiles, R.C.X., Cavalieri di Apocalisse

Famiglia: Brian “Capitan Bretagna” Braddock (Fratello gemello),  Jamie Braddock (Fratello maggiore)

Nazionalità: 

1 app. Dicembre 1976Captain Britain n.8 (come Elizabeth Braddock) 

1app.Italia Supereroi: Le leggende Marvel n. 47 – Capitan Bretagna: La nascita della leggenda (2012)

1 app. Dicembre 1989 – Uncanny X-Men n.256 (come Kwannon)

1app.Italia Gli Incredibili X-Men n.42 (Star Comics, 1994)

Autori: Chris Claremont, Herb Trimpe e Fred Kida

Storia:

Apparsa per la prima volta sulle pagine di Captain Britain vol.1 n. 8 (dicembre 1976), pubblicato dalla Marvel UK (filiale anglosassone della Marvel Comics), Psylocke, il cui vero nome è Elizabeth “Betsy” Glorianna Braddock, venne utilizzata inizialmente come personaggio di supporto nelle avventure del fratello, del quale prese brevemente il posto diventando anch’essa un Capitan Bretagna.

Ben presto tuttavia Psylocke, così come il gemello Brian “Capitan Bretagna”, divenne uno dei punti cardine dell’universo mutante della Marvel entrando nella continuity americana con il fumetto New Mutants Annual n. 2 (1986) e divenendo uno degli elementi di punta degli X-Men. A partire dal 1989, il personaggio ha subito un radicale cambiamento con lo scambio del corpo dell’eroina con quello di una assassina giapponese ninja.

ORIGINI

Sir James Braddock era un abitante di Altromondo, un regno di un’altra dimensione. Merlino mandò James sulla nostra Terra (Terra-616) per generare un campione, che sarebbe stato poi conosciuto come Capitan Bretagna. In Inghilterra, Sir James divenne un ricercatore e sposò Lady Braddock; si stabilì a Braddock Manor ed ebbe un figlio, di nome Jamie, i cui geni sovvertiti lo resero inadatto ad essere l’eroe che Merlino si aspettava. Jamie divenne un pilota da corsa.

Quasi un decennio dopo, Braddock ebbe altri due figli, i gemelli Brian ed Elizabeth “Betsy”. Da bambina, Betsy fu più vicina a suo fratello maggiore Jamie che a suo fratello gemello Brian, idolatrando Jamie per il suo stile di vita avventuroso. 

I genitori di Betsy rimasero uccisi in un’esplosione causata dal malfunzionamento del computer Mastermind. Dopo la loro morte, Betsy lavorò come pilota di voli charter. Quando Brian divenne l’eroe Capitan Bretagna, Betsy lo avvertì che il loro fratello Jamie aveva avuto un’incidente mentre provava la sua auto da corsa a Braddock Manor. Mentre cercavano di raggiungere la loro casa, il loro aereo fu abbattuto dal Dottor Synne. Fortunatamente, entrambi sopravvissero all’incidente, riuscendo poi a sconfiggere Synne.

In seguito all’incidente, Betsy fu portata al vicino Morder Research Center, inconsapevolmente consegnata nelle mani di uno degli agenti di Synne, il Dottor Ramsey agente di Teschio Rosso. Sia Betsy che Jamie furono liberati da Capitan Bretagna e da Capitan America.

AGENTE DELLO S.T.R.I.K.E.

Betsy lasciò l’attività di pilota di aerei e si trasferì a New York City per intraprendere la carriera di modella; in questo periodo si attivarono anche i suoi poteri telepatici mutanti. Entrò in contatto con un Agente dello S.T.R.I.K.E., equivalente britannico dello S.H.I.E.L.D., Matthew, con il quale ebbe una breve storia d’amore.

Diventata anche lei un’agente S.T.R.I.K.E., divenne l’amante del collega Tom Lennox. Usando la sua carriera di modella come copertura, Betsy tentò di infiltrarsi nel Club Infernale, di cui suo padre fu un membro: qui conobbe l’X-Man Warren “Arcangelo” Worthington III e Sage.

Quando il folle mutante mutante che altera la realtà, Mad Jim Jaspers, prese il controllo del Regno Unito, Betsy e i suoi colleghi si nascosero a Londra. Tom Lennox fu ucciso e Betsy ed Alison Double, altra agente S.T.R.I.K.E., furono catturate dalle forze di Jaspers e portate in un campo di concentramento.

Quando Tom morì, Betsy era in contatto telepatico con lui; questo le causò un contraccolpo mentale, ma fu curata da Victoria Bentley che, oltre a farla riprendere, le insegnò a sfruttare il trauma che aveva subito per rafforzare i suoi poteri psichici.

Betsy alla fine tornò a Braddock Manor, dove Capitan Bretagna si scontrò con la sua controparte proveniente da un’altra realtà, Kaptain Briton. Briton vinse e cercò di violentare Betsy, ma lei gli frisse il cervello con le sue capacità psichiche, uccidendolo all’istante.

Successivamente, l’R.C.X., l’agenzia che sostituì lo S.T.R.I.K.E., si recò a Braddock Manor cercando l’aiuto di Capitan Bretagna per prendersi cura dei Warpies, bambini che erano stati geneticamente modificati dall’attacco di Mad Jim Jaspers. Brian si rifiutò di lavorare con loro, allora l’ex amante di Betsy Matthew, nome in codice Gabriel, la convinse a diventare il nuovo Capitan Bretagna.

Indossare il costume di Kaptain Briton amplificò la forza di Betsy e le permise di volare. L’eroe Captain UK la addestrò nella lotta al crimine e diventarono partner fino a quando lui non decise di proseguire da solo. Poco dopo, Vixen attirò Betsy in un’imboscata, dove Slaymaster la accecò strappandole gli occhi.

Brian sentì il dolore della gemella a causa del legame psichico che condividevano e corse in soccorso di Betsy, uccidendo Slaymaster, e tornando ad essere Capitan Bretagna. L’R.C.X. offrì a Betsy dei nuovi occhi cibernetici, ma lei rifiutò, preferendo fare affidamento sulla sua telepatia. In seguito accettò la proposta di matrimonio di Matthew “Gabriel” e con lui andò nelle Alpi svizzere con la speranza di riprendersi.

Qui Betsy fu rapita da Mojo e Spirale, che le innestarono chirurgicamente degli occhi artificiali. Mojo controllò mentalmente Betsy, ribattezzandola Psylocke, e la rese protagonista nel suo nuovo popolare show, Wildways, usandola per attirare i bambini di tutto il mondo ad unirsi allo spettacolo della squadra junior, il Bratpack.

Quando Mojo catturò alcuni dei Nuovi Mutanti del Professor Xavier, il resto del gruppo andò allo show televisivo per salvarli. Psylocke fu salvata da Cypher e Warlock, e scelse di rimanere alla Xavier’s School for Gifted Youngsters. I suoi occhi bionici si rivelarono delle telecamere quando Mojo trasformò gli X-Men negli X-Babies per filmare le loro avventure.

Poco dopo il massacro dei Morlocks, Betsy fu incaricata di aiutare i feriti, poi dovette affrontare Sabretooth all’X-Mansion, distruggendo Cerebro: gli X-Men le offrirono allora un posto nella squadra, che lei accettò, adottando il nome in codice “Psylocke”. Appena unitasi agli X-Men, questi affrontarono Malice, poi, sull’isola di Muir,  partecipò allo scontro tra il Fenomeno e gli ultimi membri degli X-Men: Rogue, Dazzler e Longshot. 

Dopo alcune avventure contro il mutante alieno Horde prima, e i Marauders poi, Tempesta scomparve: gli X-Men la cercarono all’Eagle Plaza di Forge, all’epoca fidanzato di Ororo, a Dallas, in Texas, dove furono attaccati dalla Freedom Force. Durante il combattimento, comparve nel cielo un’apertura a cui seguì un insieme di eventi bizzarri.

Gli X-Men e la Freedom Force formarono un’alleanza temporanea per salvare i cittadini di Dallas, finché Psylocke non riconobbe Lady Roma, figlia di Merlino, abitante dell’Altromondo, dimensione da cui proveniva il padre di Betsy.

Art by Yvanquinet

Riuscendo a penetrare nella Cittadella della Luce Stellare (Cittadella Starlight), gli X-Men combatterono l’Avversario e sacrificarono le loro vite per imprigionarlo grazie ad un incantesimo lanciato da Forge. Questi eventi furono trasmessi in TV così il mondo credette che gli X-Men fossero morti. Roma riportò in vita i mutanti, che approfittarono della loro presunta morte agli occhi del mondo per entrare in clandestinità.

Il gruppo ricomparve in Australia, occupando l’ex base dei Reavers e liberando Gateway e Jessán Hoan. Roma mostrò agli X-Men il Seggio Periglioso, una gemma che aveva creato un portale che garantiva a chiunque lo attraversasse giudizio e una nuova possibilità di vita.

Qui in Australia, durante una sessione di allenamento, usò i suoi poteri psichici per liberare Rogue dalla personalità di Carol Danvers, assorbita anni prima quando Ann Marie faceva ancora parte della Confraternita dei Mutanti Malvagi.

Art by Tiangtam
Art by Tiangtam

Quando la moglie del Senatore Robert Kelly fu uccisa, Psylocke tentò di alleviare il dolore della sua morte. Durante la battaglia, Master Mold assorbì Nimrod e scomparve con Rogue entrando nel Seggio Periglioso. Psylocke assunse un ruolo di primo piano negli X-Men quando subirono ulteriori perdite, fra cui Tempesta, apparentemente uccisa da Nanny.

Andarono nella Terra Selvaggia a seguito di una richiesta di aiuto giunta da Polaris: qui Psylocke ebbe una premonizione sulla morte degli X-Men da parte dei Reavers, ora guidati da Donald Pierce. Piuttosto che affrontarli, Psylocke scelse di trasportare gli X-Men attraverso il Seggio Periglioso.

CAMBIO DI CORPO

Psylocke riapparve nel sud-est asiatico: il boss del crimine della Mano Matsu’o Tsurayaba la catturò e le scambiò il suo corpo con quello della sua amante, un’assassina asiatica nota come Kwannon. Psylocke fu sottoposta al lavaggio del cervello e divenne Lady Mandarin, lavorando per il Mandarino a Hong Kong.

Dopo un contatto telepatico con Wolverine, riuscì a riprendere il controllo della propria mente: quest’esperienza fece però sì che Betsy e Kwannon mantennero i corpi scambiati e le loro menti fuse. Psylocke, affiancò Wolverine e Jubilee a Madripoor fino a quando il trio apprese che i Nuovi Mutanti furono catturati dal Governo di Genosha, come parte di un piano di estinzione dei mutanti guidato da Cameron Hodge: si recarono nell’isola e si riunirono agli X-Men.

Tornata allo Xavier Institute, Psylocke e Jean Gray furono attaccate dal Re delle Ombre. Qualche tempo dopo, gli X-Men recuperarono Charles Xavier dall’Impero Shi’ar: ancora una volta guidati dal Professor X, gli X-Men affrontarono il Re delle Ombre sull’isola di Muir, e Psylocke ne venne posseduta.

Dopo che il Re delle Ombre fu sconfitto, X-Factor si riunì agli X-Men e Psylocke divenne membro del Blue Team di Ciclope, scontrandosi nella loro prima missione contro Magneto e i suoi Accoliti. Nella loro missione successiva combatterono Matsu’o Tsurayaba e la Mano: Psylocke finse di essere sotto l’influenza di Matsu’o solo per tradire lui e Omega Red, riuscendo a sconfiggerli.

Betsy andò in Inghilterra per partecipare ad una festa tenuta da suo fratello Brian “Capitan Bretagna”, ora membro della squadra di supereroi mutante britannica, Excalibur. La festa fu interrotta quando Psylocke sentì psichicamente l’assassinio del Brigadiere Sandy Stuart, sorella gemella di Alistaire Stuart, uccisa da suo fratello Jamie, agli ordini di Mastrex Opul Lun Sat-Yr-Nin. Psylocke riuscì a pugnalare il cervello di Jamie con la sua lama psichica, lasciando il fratello in uno stato catatonico.

Tornata allo Xavier Institute, Psylocke cominciò ad essere attratta da Ciclope: iniziò a flirtare con il leader del team, tentando di sedurlo. La situazione si aggravò quando Betsy lo baciò, suggerendogli l’inizio di una relazione. Ciclope la rifiutò essendo fidanzato con Jean Grey, che in seguito, nella Stanza del Pericolo, le chiese spiegazioni: Psylocke negò le accuse di Jean e la pugnalò con la sua lama psichica.

Inaspettatamente,  si presentò Kwannon nel corpo di Elizabeth Braddock, combatté contro Psylocke e la sconfisse, sostenendo di essere la vera Elizabeth. Gli X-Men non potevano confermare quale donna fosse la vera Betsy Braddock così andarono in Giappone per incontrare Lord Nyoirin, un boss del crimine che Kwannon affermò essere il maestro di Psylocke. Questo viaggio tuttavia non chiarì la vera identità di Psylocke.

Kwannon, nel corpo di Elizabeth Braddock, rimase con gli X-Men e si unì alla squadra con il nome in codice di Revanche, creando non poco disagio tra lei e Psylocke. Poco dopo Revanche contrasse il virus Legacy. Revanche fece uccidere Tsurayaba poi, quando morì, i suoi poteri telepatici raggiunsero il loro apice a causa dell’infezione, rivelando tutta la verità sullo scambio di corpi e riassorbendo dalla mente di Psylocke tutti i suoi ricordi e i tratti della sua personalità (quella di Kwannon).

Betsy recuperò quindi l’integrità della sua identità, rimanendo però intrappolata nel corpo di Kwannon. Durante questa crisi si legò al suo compagno di squadra, Warren “Arcangelo” Worthington III. Alla fine, riconoscendo che avevano molto in comune poiché entrambi avevano sperimentato cambiamenti radicali nel corpo e nell’anima (lui a causa di Apocalisse che lo rese un suo Cavaliere), iniziarono una relazione.

In quel periodo Sabretooth fu tenuto prigioniero nello Xavier Institute, volendo espiare i propri peccati: nessuno gli credette, tranne Boom-Boom, che causò la sua fuga. Per cercare di salvarla dall’essere massacrata da Sabretooth, Psylocke si pose fra lui e Tabitha, finendo però squartata. Wolverine, Arcangelo, Dottor Strange e Gomurr l’Antico usarono allora la forza mistica dell’Alba Cremisi per salvare Psylocke, cosa che le lasciò impresso sul viso un tatuaggio rosso che le copriva l’occhio sinistro, simbolo dell’Alba Cremisi.

Le sue capacità di combattimento e telepatiche migliorarono ed ora poteva trasportarsi e sparire nell’ombra. L’Alba Cremisi cambiò profondamente anche la sua personalità, facendola diventare più fredda e distaccata da Arcangelo e dagli altri X-Men. Kuragari, conquistatore del regno dell’Alba Cremisi, tentò di corrompere Psylocke e trasformarla nella sua regina: Arcangelo e Psylocke sconfissero il tiranno e lasciarono definitivamente lo Xavier Institute, ritirandosi dalle loro attività come X-Men.

Art by Jimbo02Salgado
Art by Jimbo02Salgado

Psylocke fu poi indotta dal Re delle Ombre a generare un’onda psichica, per rimuovere tutta la telepatia mutante, permettendogli così di controllare ogni mente sulla Terra. Anche se sarebbe dovuta morire, i poteri di Alba Cremisi la salvarono. Psylocke sconfisse il Re delle Ombre, sacrificando la sua telepatia per tenerlo intrappolato nella sua mente.

Suo fratello Brian “Capitan Bretagna”, a Braddock Manor, iniziò ad avere incubi così, Meggan, la sua compagna, chiamò Betsy per aiutarlo: appena arrivata appresero da Capitan UK che Roma, regnante di Altromondo, era impazzita. Il gruppo si recò nell’altra dimensione e Psylocke fu imprigionata dagli stessi Warpies che una volta aveva protetto.

Presto i fratelli Braddock capirono che dietro l’attacco c’era il computer Mastermind, che, impersonando Roma, usò i Warpies ed ottenne il controllo della Spada di Excalibur e dell’Amuleto dei Giusti. Psylocke si liberò perché Mastermind non era a conoscenza dei suoi nuovi poteri telecinetici. Dopo averlo sconfitto, Capitan Bretagna assunse al trono di Altromondo.

In seguito allo scontro con Apocalisse ed i suoi Cavalieri, durante il tentativo di riunire i Dodici, Psylocke sviluppò poteri telecinetici. Senza alcun controllo sulle sue nuove abilità telecinetiche, si unì nuovamente agli X-Men, venendo attratta dal nuovo membro Neal “Thunderbird” Shaara. Dopo un tentativo di recuperare la relazione con Psylocke,  Arcangelo la lasciò rendendosi conto che erano giunti ad un vicolo cieco.

Dopo questa rottura, Psylocke si unì alla squadra X-Treme X-Men di Tempesta, ed iniziò una relazione con Thunderbird. La nuova squadra ha lasciato lo Xavier Institute per intraprendere la ricerca dei Diari di Destiny.

X-TREME X-MEN

A Valencia, gli X-Treme X-Men di Tempesta furono catturati dalla Polizia Nazionale: quando Vargas si presentò all’improvviso con l’intenzione di uccidere Rogue, Psylocke, ultima rimasta in piedi dallo scontro, cercò di proteggere i suoi compagni, ma venne uccisa dallo stesso Vargas.

Mesi dopo, Psylocke riapparve improvvisamente nel punto esatto in cui morì, senza il suo tatuaggio dell’Alba Cremisi sul volto. Gli X-Treme X-Men la recuperarono e, dopo aver eseguito numerosi test, dimostrarono che era davvero lei. Inizialmente, gli X-Men furono cauti nei confronti della resurrezione di Psylocke, e la tennero in disparte, fino a quando non furono attaccati dagli Hauk’ka; Betsy allora unì le forze con X-23 per aiutare gli X-Men nella Terra Selvaggia.

Psylocke ebbe delle visioni di suo fratello Jamie, cosa che la portò a legare con Rachel Gray, alla quale apparvero le stesse visioni. Le macchinazioni di Jamie si rivelarono reali quando Wanda “Scarlet Witch” riscrisse l’intera realtà creando la dimensione di House of M: in questa realtà, Psylocke e Rachel Grey trovarono uno squarcio nella realtà che rappresentava una minaccia per tutta l’esistenza, risolta poi grazia al sacrificio di Meggan.

Jamie, confermando i sospetti di Psylocke, affermò di essere lui il responsabile della sua resurrezione, avendo bisogno del suo aiuto contro un gruppo noto come Foursaken, guidato dal Primo Caduto, polo opposto della Forza Fenice. Psylocke li sconfisse, ma Jamie si sacrificò per salvarle la vita.

EXILES

Apparsa nel quartier generale degli Exiles, Psylocke venne scelta come nuovo membro del team incaricato di proteggere la stabilità dell’Omniverso. Durante la sua prima missione su Terra-1720 incontrò una versione alternativa di Slymaster con il quale ebbe un duro scontro che non riuscì però a portare a termine. Da allora Slymaster cominciò a viaggiare tra le dimensioni uccidendo tutte le versioni di Besty con le quali entrò in contatto.

Ritornata brevemente su Terra-616, durante il crossover X-Men: Die by the Sword tenutosi fra New Excalibur ed Exiles, riabbracciò il fratello Brian che però dovette abbandonare a seguito dell’attacco di un esercito di Furie create da redivivo Mad Jim Jasper, che decimarono il Captain Britain Corps prima di essere distrutto. Scegliendo di rimanere con gli Exiles, Betsy viaggiò attraverso le realtà fino a giungere su una Terra in cui il suo spirito entrò in conflitto e venne plagiato da quello della Betsy residente in essa.

Ogun, maestro della deceduta Betsy il cui spirito risiedette nel corpo di Psylocke, si offrì di addestrarla per fare in modo che avesse la propria vendetta su Slymaster responsabile della sua morte. Liberatasi della psiche ospite, Psylocke rintracciò l’omicida su Terra-616 e lo uccise. Alla chiusura di New Exiles, Betsy ritornò al quartier generale e, dopo aver cominciato una relazione con Sabretooth, promise di onorare la sua missione di protettrice dell’Omniverso.

LA SORELLANZA E LA MORTE DI MATSU’O

Gli Exiles si sciolsero e Psylocke fu trovata persa fra le dimensioni dalla Sorellanza di Madelyne Pryor, che portò il corpo originale di Betsy, quella inglese, dalla tomba di Kwannon, trasferendovi la mente della x-girl. Dopo aver subito il lavaggio del cervello, Psylocke aiutò la Sorellanza ad attaccare gli X-Men. 

Dopo essersi liberata del condizionamento mentale, la mente di Psylocke/Betsy venne nuovamente trasferita nel corpo asiatico di Kwannon, dato che quello inglese fu ucciso da Dazzler. 

Dopo la sua esperienza con la Sorellanza, Psylocke si riunì agli X-Men, dichiarando di aver anche riacquistato la sua telepatia. Viaggiò poi indietro nel tempo con l’X-Club, per studiare la nascita del genere mutante alla ricerca di un modo per invertire la decimazione mutante causata dall’M-Day. Quando l’X-Club tornò al presente, Psylocke li aiutò a trasferire gli X-Men nell’isola di Utopia.

Psylocke decise di dare una seconda sepoltura del suo corpo originale, quello inglese con la mente di Kwannon, e riportò il suo cadavere a Tokyo. Al cimitero, fu attaccata dai ninja inviati da Matsu’o Tsurayaba. Sopravvissuta all’attacco, decise di chiudere con Matsu’o per sempre: si infiltrò nella sua villa ma fu scoperta da Yukio. Dopo averla sconfitta, incontrò Jinn, anche lui desideroso di vedere Matsu’o morto.

Si recarono in un altro dei nascondigli di Matsu’o, dove lo trovarono in condizioni disperate: qui lui le rivelò che l’attacco dei suoi ninja era in realtà un elaborato piano organizzato da lui stesso per far sì che Psylocke lo trovasse e lo uccidesse.

Nel corso degli anni, infatti, Wolverine aveva gradualmente mutilato Matsu’o, un pezzo ogni anno, per la parte avuta nella morte di Mariko Yashida, all’epoca moglie di Logan. Psylocke e Wolverine si scontrarono brutalmente, in quanto Logan non voleva che Matsu’o smettesse di soffrire. Alla fine Wolverine cedette e Psylocke uccise Matsu’o con la sua lama psichica.

Ad Utopia, Psylocke prese parte di diverse missioni ed eventi con gli X-Men. Ha assistito alla morte del Dottor Yuriko Takiguchi, un suo caro amico, prese parte alla battaglia contro i Predator X, aiutò Emma Frost e Ciclope a liberarsi del frammento di Void rimasto prima nella mente della Regina Bianca, poi racchiuso in quella di Scott. Collaborò con Wolverine, Colosso e Fantomex per combattere gli U-Men, affrontò Proteus, risorto all’isola di Muir e prese parte al recupero di Hope Summers, appena ritornata dalla sua fuga nel tempo con Cable, combattendo nel frattempo l’Alto Consiglio Umano di Bastion.

X-FORCE

Dopo il ritorno di Hope Summers, Ciclope ordinò lo scioglimento della X-Force di Wolverine, la forza d’assalto segreta degli X-Men con l’autorizzazione ad uccidere: Logan si rivolse allora ai suoi più stretti alleati per continuare ad agire in segreto. Psylocke si unì alla nuova X-Force assieme a Deadpool, Fantomex e il suo ex Warren “Angelo”, con cui ricominciò la relazione, aiutandolo anche a controllare il suo lato oscuro, Arcangelo: Cavaliere di Apocalisse. 

La prima missione di questa nuova X-Force fu quella di fermare la resurrezione di Apocalisse: la squadra combattè il Clan Akkaba e i Cavalieri Finali di Apocalisse sulla Zona Blu della Luna. Psylocke affrontò Guerra, che, manipolato mentalmente da Fantomex, si innamorò di lei.

Ciò le permise di raggiungere le stanze di Apocalisse, dove scoprì che era sì risorto, ma da bambino, cosa che le impedì di ucciderlo a sangue freddo. Mentre i membri di X-Force discutevano sul cosa fare del bambino Apocalisse, Fantomex gli sparò, uccidendolo.

La missione successiva fu fermare i Reavers, ora guidati da Lady Deathstrike. Secondo Gateway sarebbe stato costretto a teletrasportali ad Utopia una volta pronti, con lo scopo di compiere un attacco suicida contro l’isola dei mutanti. Psylocke era in conflitto, non solo perché i Reavers erano responsabili del suo ingresso nel Seggio Periglioso, ma anche perché si ritrovava euforica uccidendo cattivi come loro.

Mentre il resto della X-Force combatteva con i Reavers nell’Outback australiano, Psylocke seguì alcuni di loro che riuscirono a teletrasportarsi ad Utopia. Lì, li ha massacrati senza venire individuata da nessuno degli X-Men. Dalla missione contro il Clan Akkaba e questa contro i Reavers, responsabili fra l’altro del suo ingresso nel Seggio Periglioso che la portò poi al cambio di corpo, Psylocke cominciò a provare piacere ad uccidere.

Quando Deadpool scomparve durante una missione di ricognizione in una base militare nel Tennessee, Psylocke e la X-Force hanno incontrato nuovamente uno dei suoi peggiori nemici: il Re della Ombre. Psylocke lo combattè sul Piano Astrale, mentre Fantomex protesse il suo corpo.

La morte di Apocalisse innescò un “protocollo di ascensione” all’interno di Warren per trasformarlo nell’Arcangelo erede di Apocalypse. La X-Force ne venne a conoscenza dopo che Warren cercò di uccidere un giornalista, a cui il Re delle Ombre aveva consegnato i file sulla squadra segreta di X-Men.

La X-Force imprigionò Arcangelo nel loro quartier generale, la X-Caverna, e, guidati della Bestia Nera, nato proprio in quella dimensione, viaggiò nell’Era dell’Apocalisse su Terra-295, cercando di trovare un Seme della Vita per contrastare il Seme della Morte posto all’interno di Arcangelo. 

Inizialmente, il gruppo si scontrò con gli X-Men di quell’universo, che considerava la Bestia Nera un loro acerrimo nemico: il conflitto fu tuttavia attenuato da Psylocke, che riconobbe il Sabretooth di quella dimensione, un tempo suo compagno negli Exiles. X-Force collaborò con gli X-Men dell’Era di Apocalisse per trovare un Seme della Vita e poter così tornare nella loro dimensione. Durante questo periodo, Psylocke e Fantomex si baciarono. 

Tornati nella nostra dimensione (Terra-616), X-Force incontrò Arcangelo, che era stato liberato da Bestia Nera ed il Clan Akkaba che aveva preso possesso della X-Cavern. X-Force venne sconfitta dalle forze di Arcangelo e Psylocke lo affrontò personalmente: lui allora le rivelò il suo piano mentre raggiungevano la metropoli di Akkaba.

Usando Genocidio e Fontana del Destino, avrebbe setacciato tutta la vita dal mondo, sostituendola con una nuova vita nata dal Seme della Vita. Come banco di prova, una piccola città del Montana venne distrutta e ricreata col nome di Tabula Rasa. Quando X-Force uccise il Cavaliere di Apocalisse Morte, Arcangelo decise di sostituirlo con Psylocke usando un Seme della Morte.

I restanti X-Men della dimensione dell’Era di Apocalisse arrivarono per aiutare X-Force: la versione di Jean Grey di quel mondo riuscì a resettare il lavaggio del cervello a Psylocke. L’intervento di Jean ampliò immensamente le capacità telepatiche di Psylocke che, assieme a Fantomex, combattè contro Arcangelo fino a quando Betsy non lo uccise. 

Warren in realtà ricomparve senza alcun ricordo di chi fosse: Psylocke tentò allora di riaccendere la loro relazione fino a quando si è rese conto che la persona che amava era scomparsa per sempre.

In seguito allo scisma tra le fazioni degli X-Men di Ciclope e quelle di Wolverine, Psylocke rimase sia un membro della X-Force, come alleata di Wolverine, sia assegnata ad una squadra ad Utopia, come alleata di Ciclope.

Dopo aver inviato Warren alla Jean Grey School, Psylocke e Fantomex furono rapiti dalla X-Cavern dal Captain Britain Corps: Psylocke rimase scioccata nel vedere suo fratello maggiore Jamie ancora vivo e lavorare al fianco dell’altro fratello, Capitan Bretagna.

I fratelli Braddock accusarono però Betsy per le sue azioni come membro della X-Force e, mentre Altromondo veniva invasa da forze interdimensionali, le offrirono il suo corpo originale e il suo mantello di Lady Britain. Nel frattempo, per aver ucciso il bambino Apocalisse, Fantomex fu processato dal Captain Britain Corps, che usò la connessione psichica di Capitan Bretagna con la sorella come prova. Fantomex fu condannato a morte per iniezione con un siero anti-realtà.

Nei panni di Lady Britain, Psylocke salvò Fantomex dal Captain Britain Corps e fuggirono nella Foresta dei Dolori. Per salvare Fantomex dal siero anti-realtà, Psylocke fece un patto con Krokwel. Fantomex era al sicuro per il momento, finché non furono attaccati da Weapon III.

Fantomex fece arrestare Weapon III dalle forze di Altromondo, dove fu condannato dal padre di Psylocke. Per vendicarsi, Weapon III strappò la faccia di Fantomex. Psylocke intervenne uccidendo l’Uomo Senza Pelle, poi il duo raggiunse la X-Force, giunti ad Altromondo mentre li stava cercando, per combattere l’invasione interdimensionale.

Quando Psylocke si unì alla lotta, apprese che il leader dell’invasione era una versione futura di Jamie. Chiese allora all’altro fratello, Capitan Bretagna, di uccidere Jamie, dal momento che stava mietendo milioni di anime ogni secondo. Poiché Capitan Bretagna si rifiutò di farlo, Psylocke lo costrinse telepaticamente ad uccidere il loro fratello. Dopo il funerale di Jamie, bisognosa di provare qualcosa, Betsy si arrese alle avances di Fantomex.

Dopo tutto quello che era successo, Psylocke decise di lasciare X-Force, ma mentre si trovava nel suo appartamento, fu rapita dal Re delle Ombre, ora membro di una nuova Confraternita dei Mutanti Malvagi, formata da vari nemici di X-Force. Rapirono anche Evan, clone di Apocalisse creato da Fantomex, per costringerlo a diventare il nuovo Apocalisse.

Il Re delle Ombre torturò telepaticamente Psylocke finché non fu salvata da Fantomex, che le diede il suo cappuccio che bloccava la telepatia, rimanendo però così vulnerabile: riuscì a mandare via Psylocke con E.V.A., il suo sistema nervoso esterno, prima di essere ucciso da Weapon III.

E.V.A. portò Psylocke alla X-Caverna, dove Ultimaton, tornato alla sua programmazione originale di uccidere i mutanti dopo la morte di Fantomex, spezzò il collo di Gateway e si fece esplodere. 

Psylocke riuscì ad evacuare X-Force hackerando mentalmente i poteri di teletrasporto di Gateway. X-Force venne trasportata trent’anni avanti nel tempo, in un futuro in cui Evan era asceso come Apocalisse. Deathlok spiegò che questo costrinse Wolverine a mettere insieme una X-Force per uccidere la nuova minaccia di Apocalisse.

Guidata da Betsy, qui nota come Magistrato Braddock, la X-Force di questo tempo uccise tutti i criminali del mondo ed in seguito si dedicò ad uccidere telepaticamente in via preventiva le persone prima che commettessero crimini. Prima di essere rimandata indietro al tempo presente dalla futura X-Force, Psylocke fuggì e cercò di impedire questo futuro uccidendo la futura sé, il Magistrato Braddock. 

Rendendosi conto che questo non avrebbe salvato il presente, poiché avrebbe comunque commesso gli stessi errori e per assicurarsi che il sacrificio di Fantomex significasse qualcosa, Psylocke cercò di suicidarsi ma fu fermata dal Punisher e dal Cable del futuro. Dopo esser stata salvata e curata da Nightcrawler,  Psylocke tornò al presente.

Nel presente, la X-Force si diresse a Genosha per salvare Evan, il clone di Apocalisse dalla Confraternita dei Mutanti: dopo aver sottomesso telepaticamente Mystica, Wolverine e Psylocke infiltrarono nella loro base sottomarina. Betsy costrinse telepaticamente Omega White ad assorbire il Re delle Ombre, lasciandolo intrappolato in un corpo in coma e liberando la mente di Evan. 

Psylocke, dopo la sua esperienza nel futuro ed il sacrificio di Fantomex, decise di non togliere la vita al Re delle Ombre: lasciando la sua katana affondare nella Baia di Hammer, Psylocke giurò di non uccidere mai più.

Andò ad Altromondo e si riconciliò con suo fratello, Capitan Bretagna: tornata sulla Terra, partì con E.V.A. e la X-Force verso il quartier generale di White Sky, dove trovarono tre cloni di Fantomex: quello normale, uno malvagio, chiamato Arma XIII, che si teletrasportò via, e l’altro una femmina chiamata Charlie “Lady Fantomex” Cluster.

Quando il corpo di Fantomex fu trovato, tutti e tre i suoi cervelli erano intatti: E.V.A. desiderava creare un nuovo corpo per lui, ma Deadpool azionò la macchina in modo sconsiderato, generando un corpo singolo per ciascuno dei cervelli di Fantomex. Psylocke partì con Fantomex e Lady Fantomex per incontrare sua madre nelle Alpi francesi, dove Psylocke e Fantomex si baciarono.

Nella guerra tra X-Men e Avengers, Psylocke inizialmente si schierò con i compagni X-Men, affrontando Daredevil: tuttavia poiché i Phoenix Five hanno dimostrato di essere mentalmente e moralmente instabili, Psylocke lasciò Utopia e sostenne i Vendicatori contro la Forza Fenice.

Psylocke iniziò allora la sua vita sentimentale e di ladra con Fantomex a Parigi, ma, quando alla fine si rese conto che l’uomo di cui si era innamorata era davvero diviso in tre, capì che Charlie “Lady Fantomex” Cluster era la parte che preferiva. Le due donne cominciarono una relazione, di fatto troncando con Fantomex: durante un furto al Museo del Louvre, Fantomex si vendicò ed uccise alcune guardie mentre scappava. Psylocke se ne andò dalla vita di Fantomex e andò alla Scuola Jean Grey.

Qui venne però licenziata dall’insegnamento da Wolverine, a causa dei suoi problemi di gestione della rabbia: fu assegnata ad una missione con Tempesta e Puck riguardante uno spacciatore di droghe telepatiche a Los Angeles che si rivelò poi essere Spirale. Mentre Betsy la attaccava, Tempesta e Puck trovarono una telepate di nome Ginny, fonte della droga telepatica spacciata da Spirale. I tre furono interrotti da Alfiere, che tornò dal futuro posseduto dal Demone Orso che rapì Ginny.

Psylocke, Tempesta e Spirale decisero di collaborare per salvare Ginny da Alfiere. Quando Psylocke pugnalò Alfiere con la sua lama psichica, scoprì che nella sua psiche, oltre al Demone Orso, c’era anche un’altra presenza, il Gufo Fantasma che possedeva Ginny.

Mentre Psylocke combatteva contro il Demone Orso sul Piano Astrale, il suo corpo fu rubato da Lady Fantomex, sperando che salvasse Fantomex da Arma XIII. Psylocke fu inaspettatamente salvata da Spirale. Ginny svanì, e Psylocke decise di uccidere Spirale per tutto il male causato e causatole in quegli anni, ma alla fine decise di risparmiarla: tornata al Piano Astrale, Psylocke esorcizzò Alfiere dal Demone Orso.

Decise poi unirsi a Lady Fantomex per Fantomex da Arma XIII che però le catturò a Madripoor. Arma XIII era innamorata di Psylocke, così lei lo ingannò facendogli credere di volere Fantomex morto, facendosi così portare da lui. Alla fine Fantomex e Lady Fantomex decisero di fondersi assieme.

Alfiere affermò che il Gufo Fantasma, alias la Regina Vendicatrice, aveva in programma di scatenareil suo esercito psichico, i Revenant, a Los Angeles. Spirale rivelò che la Regina Vendicatrice era una versione futura di Cassandra Nova.

Un nuovo team di X-Force venne allora assemblato per combattere Cassandra Nova mentre Los Angeles era intrappolata in una prigione psichica. Cassandra Nova iniziò un rituale per liberare i revenant e Psylocke fu catturata, perdendo il controllo sul Demone Orso. Cassandra, in cambio di un’alleanza, le offrì il suo corpo originale, ma Psylocke sacrificò Demone Orso per espellere Nova dal corpo di Ginny.

Senza un corpo tutto suo, Cassandra Nova non ebbe altra scelta che possedere il corpo che aveva creato per Psylocke, che infranse il suo voto di non uccidere e perse la possibilità di riavere il suo corpo originale assassinando Cassandra.

Psylocke alla fine tornò alla Jean Grey School e si unì ad un team tutto al femminile guidato da Tempesta. Durante questo periodo, Psylocke fece anche da tutor ad un piccolo gruppo di studenti nelle sessioni alla Stanza del Pericolo.

Hope Summers, sapendo che Alfiere era tornato nel presente, andò a Los Angeles in cerca di vendetta. Quando si incontrarono, vennero catturati da Stryfe. L’X-Force di Psylocke e l’X-Force di Cable, dopo uno scontro fra loro, unirono le forze per liberare Hope ed Alfiere: Stryfe fu sconfitto e le squadre X-Force si sciolsero. 

Psylocke creò con Cable una nuova X-Force e, dopo che un incidente terroristico ad Alessandria in cui erano coinvolti dei mutanti fece cadere Hope in coma. Dietro all’incidente c’era un trafficante d’armi di nome Volga, che creò artificialmente mutanti da utilizzare come armi. In questo periodo Psylocke tornò ad uccidere sempre più spesso in quanto ricorrere agli omicidi era l’unico modo che potesse farle sentire qualcosa.

Dopo aver sconfitto Volga, Psylocke venne a sapere che il loro Cable, in realtà morto durante l’assalto delle Sentinelle Nimrod di Bastion a San Francisco, era un clone che veniva distrutto e ricreato quotidianamente: approfittando di questa situazione, ovvero che il giorno dopo sarebbe stato creato un nuovo Cable, decise di passare con lui una notte di sesso per sfogarsi.

Incontrarono Pete Wisdom, ora agente dell’M.I.13, in Afghanistan, e rivelò l’esistenza della Yellow Eye, un’agenzia specializzata nello spionaggio verso i mutanti. Quando si misero sulle tracce di quest’agenzia, Fantomex cominciò a nutrire rancore verso Psylocke, dal momento che lo respingeva e lo sminuiva. Usando la tecnologia di Volga, migliorò il suo corpo, sconfiggendo Psylocke. Mentre stava per ucciderla, fu abbattuto da Domino, che era stata imprigionata da Yellow Eye, il cui leader si rivelò essere Mojo. 

Fantomex, sopravvissuto all’attacco di Domino, emulò i poteri di Arcangelo per molestare Psylocke. Dopo che fu tornata alla loro base, Psylocke scoppiò in lacrime davanti a Domino: Fantomex la seguì usò la sua lama psichica per ridimensionare il suo ego, fonte della sua follia. Ancora una volta, Psylocke decise di non ucciderlo.

Dopo essersi unita agli X-Men, ora nuovamente capeggiati da Magneto, si recò a Green Ridge, in Colorado dove trovò Warren senza ali, prigioniero dal Clan Akkaba, ora guidato da Genocidio. Durante questa missione si scontrò nuovamente con Fantomex, e venne a sapere che anche lui, segretamente, lavorava per Magneto.

I troppi segreti di Magneto e la sua gestione degli X-Men divennero un problema per Psylocke: la goccia che fece traboccare il vaso fu quando Monet rivelò che lei e Magneto erano membri del Club Infernale, chiedendo a Psylocke di diventare la loro Regina Nera. Nonostante fosse furiosa per essere stata tenuta all’oscuro delle alleanze di Magneto con Fantomex, Mystica ed ora Sebastian Shaw, Psylocke aiutò comunque il Club Infernale ad attaccare Someday Corporation. 

Dopo questa missione Psylocke rifiutò l’offerta del Club Infernale e lasciò gli X-Men: per un pò affrontò minacce al genere mutante, come Sentinella Omega, Sauron e i Nasty Boys. Magneto la fece seguire da Mystica, ma come “punizione”, dopo averla scoperta, Psylocke curò la sua personalità instabile. 

Con la fine della guerra fra X-Men e gli Inumani, Magneto sciolse il gruppo: tuttavia Psylocke era a conoscenza del fatto che la guerra scoppiò perché istigata da Magneto, perciò decise di affrontarlo. Dopo averlo raggiunto nella Terra Selvaggia, combattuto e sconfitto, lo uccise infilzandolo con la sua katana.

Psylocke a Londra fu nuovamente assalita dal Re delle Ombre: soccorsa dai compagni X-Men Alfiere, Angelo, Rogue, Gambit, Fantomex, Old Man Logan e Mystica. Sul Piano Astrale, gli X-Men trovarono Charles Xavier intrappolato dal Re delle Ombre che, nel frattempo, nel mondo fisico, stava cominciando a possedere persone creando un esercito di schiavi. Psylocke fu costretta a guidare Angelo per far sì che liberasse l’Arcangelo, in modo da poter trattenere i servi del Re delle Ombre. Gli X-Men apparentemente lo uccisero sul Piano Astrale e Charles Xavier tornò in vita nel corpo di Fantomex con il nome di X.

Fantomex, sul Piano Astrale, spiegò che lasciò che Charles Xavier tornasse usando il suo corpo, essendo un uomo più nobile: Psylocke, dopo anni di rancore, mostrò tenerezza nei confronti di Fantomex. Tornata nel mondo reale, scoprì che Proteus fu liberato: Psylocke e X (Charles Xavier nel corpo di Fantomex) unirono allora le forze ma, mentre discutevano se ucciderlo o lasciarlo in vita, Proteus unì le loro menti ed il loro corpi. Psylocke si riprese solo grazie all’aiuto di Arcangelo, mentre gli X-Men cercarono di impedire a Proteus di portare il Piano Astrale nel mondo fisico; infine Psylocke e X lo distrussero telepaticamente.

Tuttavia, si scoprì che il Re delle Ombre si era nascosto nella mente di X e gli X-Men lo combatterono nuovamente; X collegò la mente di Psylocke a quella di tutti i telepati del mondo, espandendo la sua telepatia e permettendole di riparare il piano astrale, mentre uccideva il Re delle Ombre. X costrinse poi gli X-Men a dimenticare la sua esistenza, ma decise di far sapere a Psylocke che era tornato e ora che aveva un nuovo sogno.

RITORNO AL CORPO ORIGINALE

Quando il corpo di Wolverine scomparve dalla sua tomba, Kitty Pryde radunò un gruppo di x-women, inclusa Psylocke, per affrontare Magneto, sospettato del furto, nella sua base operativa a Madripoor. Le mutanti caddero un’imboscata tesa dalle Femme Fatales di Viper. Il vampiro psichico Sapphire Styx assorbì l’intera anima di Psylocke, lasciando a terra il suo cadavere.

Trovatasi nella mente di Sapphire Styx, Betsy combatté per tornare indietro e, grazie all’aiuto di un frammento dell’anima di Wolverine, assorbito anni prima da Sapphire Styx, la sconfisse e ricreò il suo corpo originale, molecola dopo molecola. Psylocke era finalmente di nuovo se stessa, non più legata al corpo di Kwannon.

Tornata allo Xavier Institute e rilegatasi ad Angelo, affrontò l’Uomo Multiplo e Legione, che voleva impedire ad un Nate “X-Man” Gray impazzito di riscrivere la realtà usando il Seme della Vita.

Dopo aver distrutto la X-Mansion, Psylocke scoprì che Angelo divenne uno dei Cavalieri della Salvezza di Nate Grey: per liberarlo dal controllo, Psylocke gli fece scatenare dalle profondità della sua mente l’Arcangelo, rovinando però per sempre la relazione fra i due. Psylocke inviò Alfiere all’interno della psiche di Legione per salvare alcuni X-Men, intrappolati lì con Nate Gray. Le sue azioni liberarono Nate Gray, che ora possedeva il controllo del corpo e dei poteri di Legione.

KRAKOA E LA NUOVA EXCALIBUR

Betsy decise di trasferirsi, dopo un periodo vissuto con la sua famiglia, nella nuova nazione mutante sull’isola di Krakoa, dove a tutti i mutanti venne concessa la cittadinanza; rinunciò ad essere Psylocke, in quanto quel nome era legato al periodo in cui era nel corpo di Kwannon. Grazie ai Krakoan Resurrection Protocols, suo fratello Jamie risorse.

Un’altra ombra del passato di Betsy fu Apocalisse, ora membro del governo krakoano, con un particolare interesse nell’accesso alla dimensione di Altromondo. I gemelli Braddock, Betsy e Capitan Bretagna, si recarono ad Avalon, dove furono attaccati da Morgana LeFay. Brian cadde sotto il controllo di Morgana e Betsy riassunse il ruolo di Capitan Bretagna dopo aver rivendicato l’Amuleto del Potere di suo fratello.

Betsy fu riportata a Krakoa da un gruppo inviato da Apocalisse, formato da Rogue, Gambit e Jubilee, ma senza Brian. Al loro ritorno, la corona britannica riconobbe Betsy come il nuovo Capitan Bretagna ed inviò Pete Wisdom a reclutarla. Ricreò allora il gruppo Excalibur come collegamento ufficiale tra il Regno Unito, Krakoa e l’Altromondo.

Apocalisse invase il castello di Morgana a Camelot, su Altromondo: alla fine fu lui stesso a decidere che il conflitto fosse risolto da un duello di campioni per il Regno di Avalon: Betsy, per Krakoa, contro suo fratello Brian, per Morgana. Durante la lotta, accidentalmente Betsy uccise suo fratello. Trionfante, Apocalisse nominò Jamie Braddock Re di Avalon. Betsy chiese al fratello Jamie di resuscitare Brian ma si rifiutò di farlo poiché aveva ceduto all’influenza di Morgana. Betsy Braddock rimase ora l’unica Capitan Bretagna.

Apocalisse incaricò Excalibur di recuperare le carcasse di Warwolves per completare un rituale che gli avrebbe permesso di spiare la Cittadella della Luce Stellare (Starlight Citadel). Excalibur rintracciò i rimanenti Warwolves, scontrandosi con Cullen Bloodstone, che aveva comprato le bestie. Excalibur raggiunse la Cittadella Starlight e Betsy si attirò l’odio del suo sovrano, l’ex alleata Saturnyne.

Le sacerdotesse di Saturnyne reagirono, ma Excalibur riuscì ad invadere la Cittadella di Luce Stellare dove innestarono un portale. Nella Cittadella Starlight, Saturnyne e Bestsy/Capitan Bretagna hanno discusso del passato e del futuro del Captain Britain Corps.

Quando i figli di Apocalisse, giunti dalla dimensione infernale di Amenth con Arakko, entità sorella di Krakoa, lo tradirono, pianificarono di invadere e consumare Krakoa, guidati da Annihilation. Saturnyne, di fronte a un imminente conflitto nei suoi domini, dette il via ad un torneo, con dieci spade provenienti da ogni terra: Krakoa ed Arakko.

Betsy fu convocata per Krakoa: la prima fase del torneo comprendeva la raccolta delle dieci spade, ed i tre fratelli Braddock andarono alla Cittadella Starlight per recuperare la spada di Betsy.

La prima e unica sfida di Betsy/Capitan Bretagna fu contro un avversario Arakki, Isca the Unbeaten. Sorprendentemente, a seguito di un incantesimo lanciato da Saturnyne, Betsy fu fatta a pezzi nel mezzo della battaglia. Saturnyne intendeva ricreare il Captain Britain Corps, ma quando riassemblò i pezzi di Capitan Bretagna rimase inorridita nel vedere Betsy invece di Brian come suo campione. Il suo incantesimo portò diverse versioni alternative di Betsy per aiutare gli X-Men a combattere le forze di Amenth.



TELEPATIA

La mutazione originaria di Betsy consisteva in un vasto potenziale telepatico, quasi a livello dei più grandi telepati mondiali come Xavier, Jean Grey, Emma Frost e Rachel Grey. Poteva leggere e proiettare pensieri anche per lunghe distanze, controllare menti, proiettare illusioni, e generare scariche telepatiche capaci di stordire o addirittura uccidere. Poteva inoltre proiettare se stessa o altri sul piano astrale, e sforzandosi al massimo riuscire a sondare e comandare intere città.

Quando utilizzava i suoi poteri, di solito le compariva attorno al viso un’aura simile nella forma a una farfalla, della quale non è mai saputo se potesse essere vista anche dai compagni di squadra, o se fosse solo un simbolo per far capire al lettore che la ragazza stesse utilizzando i propri poteri.

Oltre alle varie manifestazioni telepatiche, Betsy possedeva anche limitate capacità precognitive, mai del tutto controllate, che le permettevano di sbirciare nel futuro solo per brevi momenti. In aggiunta alle sue capacità mutanti, durante la sua vita, a Betsy vennero impiantati un paio di occhi artificiali da lei definiti “bionici” che, oltre a trasmettere qualsiasi cosa stesse vedendo direttamente sugli schermi del Mojoverso, le permettevano di non venire mai abbagliata dalla luce.


Dopo che Jean Grey ha “esorcizzato” la personalità di Morte dalla mente di Betsy, il resto delle sue abilità psichiche sono state sbloccate rendendola di fatto una mutante di livello Omega.

LAMA PSICHICA

Dopo lo scambio del corpo con quello di Kwannon, un’asiatica ninja assassina, Betsy sviluppò una notevole predisposizione al combattimento corpo-a-corpo, ma la potenza della sua telepatia risultò all’incirca dimezzata rispetto all’origine, a causa della condivisione che doveva fare del proprio potere con Kwannon/Revanche. Dopo la morte della donna, la telepatia ritornò al massimo del suo potenziale, ma ormai Psylocke si era abituata ad utilizzarla sotto forma di lama psichica (il risultato della concentrazione di tutto il suo potenziale psionico in un unico strumento).

Dopo il suo incontro con Apocalisse che gli ha fornito maggiori poteri ha avuto la capacità di usare questa energia psichica sotto forma di qualsiasi arma bensì che non sia da sparo e di usarla per crearsi scudi o piattaforme che lei non ha mai usato, anche grazie alla predisposizione del corpo di Kwannon per i combattimenti ravvicinati, Betsy infatti si lanciava nel centro della mischia ed armata della sua lama, riusciva a penetrare attraversando il corpo del nemico, distruggendo così tutti i suoi collegamenti neurali (senza però ferire in alcun modo il corpo), riducendo così all’incoscienza i propri avversari.

Dopo la sua esposizione all’Alba Cremisi guadagnò inoltre la capacità di spostarsi attraverso le ombre, anche per lunghe distanze e perfino attraverso le dimensioni. Tuttavia, dopo aver imprigionato il Re delle Ombre all’interno del piano astrale, Betsy non mostrò più alcun segno di questa abilità.

TELECINESI

Per mantenere imprigionato il Re delle Ombre all’interno del piano astrale, oltre al potere dell’Alba Cremisi, Psylocke sacrificò anche la propria telepatia, rimanendo per qualche periodo senza alcun potere mutante, a parte la sua abilità di ninja.


Alla fine però Jean Grey le venne in aiuto: le due mutanti si scambiarono i reciproci poteri, aumentando nel processo la potenza di ciascuno; perciò Jean perse la sua telecinesi ed iniziò ad esercitare la sua telepatia latente fino ai livelli massimi; al contrario Betsy, perduta la telepatia, si ritrovò a gestire un nuovo notevole potere telecinetico.

 

Inizialmente incapace di gestire questi nuovi poteri, Psylocke riusciva ad abbattere montagne senza però esser capace di far levitare una semplice graffetta dal pavimento. Con il passare del tempo divenne però sempre più abile tanto da riuscire a manifestare una katana psichica, evoluzione psionica della lama, ma molto più potente della precedente, capace di attraversare le menti o i macchinari, che si ponevano sulla sua strada, e cortocircuitarli senza però ferire fisicamente la vittima. Oltre alla katana, i poteri telecinetici di Betsy erano in grado di permetterle di levitare o di far levitare altri, manipolare la materia e creare scudi di varia misura e forza.

Dopo la sua resurrezione, la telecinesi di Psylocke risultò ulteriormente potenziata, tanto da raggiungere il livello della stessa Jean Grey, la telecineta più potente sul pianeta in quel momento.

Inoltre, grazie all’intervento del fratello Jamie, che manipolò le stringhe quantistiche del suo corpo, Betsy risultò immune a qualsiasi forma di alterazione sia fisica che psionica, il che comportò la formazione di una specie di scudo psichico permanente, che la protegge e scherma da attacchi mentali, lettura della mente e comunicazione telepatica; conseguenza di questa schermatura è perciò anche la sua totale indifferenza a qualsiasi tipo di illusione o distorsione della realtà, oltre che a qualsiasi tentativo di possessione.

 

RELAZIONI SENTIMENTALI

Elizabeth Braddock, durante tutta la sua storia editoriale, è stata coinvolta in numerose relazioni sentimentali. Come membro della Divisione-Psi dello S.T.R.I.K.E., iniziò una relazione con l’agente Tom Lennox terminata con l’omicidio dell’uomo, mentre questi tentava di difenderla. Lo shock seguente la sua morte, aggravato dall’intimo legame psichico che i due condividevano, traumatizzò Betsy per qualche tempo. Successivamente sviluppò un’attrazione per Cypher, membro dei Nuovi Mutanti che l’aveva salvata dal Mojoverso e dopo il suo inserimento negli X-Men, con il corpo di Kwannon sedusse e manipolò mentalmente Ciclope per fare in modo che l’uomo fosse attratto da lei.

Avendo riacquisito il pieno controllo della sua personalità, offrì delle sincere scuse a Jean Grey, ammettendo che il suo provocante comportamento era dovuto alla presenza della personalità seduttiva di Kwannon, e che lei, Betsy, personalmente non trovava particolarmente attraente Scott “Ciclope” Summers. Tempo dopo, Betsy e Arcangelo iniziarono una relazione, che si concluse sia perché troppo differenti per continuarla, sia perché Betsy cominciò a provare una forte attrazione per Neal Shaara, nuovo X-Man. I due portarono avanti la loro relazione fino alla morte di Elizabeth.

Dopo la sua resurrezione, né Warren né Neal si dimostrarono attratti nuovamente nei suoi confronti, il primo a causa della sua nuova relazione con Husk e il secondo perché sentimentalmente legato a Lifeguard. Successivamente Betsy tornò con Arcangelo per poi lasciarlo per Fantomex; quando questo si scisse in tre cloni, di cui uno femminile Lady Fantomex, ebbe una relazione anche con la ragazza.

psylocke-butterfly.blogspot.com

Psylocke Costume Gallery

psylocke-butterfly.blogspot.com

Interpreti:

Meiling Melançon (X-Men: Last Stand)
Olivia Munn (X-Men: Apocalypse, X-Men: Dark Phoenix)