CHARLES XAVIER

Nome: Charles Xavier

Alias: Professor X, Onslaught, Consorte Reale, Founder, Dottor X, Warlord, Entità, Prigioniero M-13

Poteri: telepatia e poteri psichici. E’ uno dei più potenti personaggi dell’Universo Marvel.

Team: X-Men, Illuminati, X-Corporation, Nuovi Mutanti, I Dodici (Twelve), Genoshan Excalibur, Cadre K, Starjammers, Confraternita dei Mutanti Malvagi

Famiglia: David “Legione” Heller (Figlio di Gabrielle Heller), Lilandra Neramani (Ex-moglie), Cassandra Nova (Sorella), Xandra (Figlia con Lilandra), Cain “Fenomeno” Marko (Fratellastro), Brian Xavier (Padre), Kurt Marko (Patrigno)

Nazionalità:

1 app. Settembre 1963 – Amazing Fantasy 14 (come mutante), X-Men 1 (come Professor X)

1 app. Italia: Capitan America 1 (ed.Corno)

Creatori: Stan Lee, Steve Ditko

X Men n.1

Storia:

Professor X

Il professor Charles Xavier è il fondatore del gruppo degli X-Men, che ha come principio l’esistenza pacifica tra i mutanti e gli esseri umani. È un potente telepate che può leggere, controllare e influenzare le menti umane e creare illusioni. Genio naturale, è anche un’autorità nel campo della genetica, delle mutazioni e dei poteri psichici. La sua opinione è reputata favorevolmente anche in altri campi delle scienze biologiche, fisiche, tecnologiche e chimiche e possiede grandi capacità anche nella realizzazione di equipaggiamenti per utilizzare e potenziare i poteri psichici. 

Da bambino visse nel centro di ricerca di Alamogordo dove il padre Brian Xavier, assieme al suo futuro patrigno Kurt Marko, ad Irene “Destiny” Adler, Amanda “Grembo Nero” Muller, faceva dei test sul figlio e su Carter Ryking, coordinati dal genetista Nathan Milbury, in realtà Sinistro.

Lungimirante, Xavier ha dedicato la sua vita ad aiutare i mutanti ad imparare a convivere con i propri poteri e ad aiutare gli esseri umani privi di poteri a convivere pacificamente con loro, senza paura uno dell’altro. Sebbene sia un personaggio positivo, in storie più recenti stanno emergendo alcuni lati oscuri del suo passato, in cui pare che il suo comportamento non sia stato sempre irreprensibile.

Ha un fratellastro di nome Cain Marko alias il Fenomeno che per anni è stato nemico degli X-Men prima di redimersi (la “colpa” attribuitagli da Cain è che il patrigno di Charles, Kurt Marko, considerava più quest’ultimo che il figlio naturale). Laureato e con un dottorato in genetica molecolare all’università di Oxford. Aiutò Tad Carter a scappare da persone che volevano ucciderlo e lo invitò ad unirsi a lui. Qui però viene solo citato come un potente mutante e per un attimo intravediamo il suo volto. Questa è in effetti la sua prima apparizione. 

Fin da giovane ha sempre sognato una convivenza pacifica tra i mutanti e gli uomini comuni, cercando di vincere, tramite l’istruzione e l’informazione, la diffidenza e la paura che questi ultimi provano verso i primi. In gioventù Charles fu accompagnato nella lotta per questa causa da Erik Lensherr (il futuro Magneto) che lo aiutò a costruire Cerebro, una macchina che potenziava i suoi poteri telepatici e che permetteva a Charles di rintracciare mutanti da tutto il mondo.

In seguito però Erik si convinse che la convivenza tra le due specie era impossibile e che l’homo sapiens, data la sua inferiorità genetica, doveva sparire per fare largo alla specie mutante (homo superior); questa divergenza di opinioni cambiò radicalmente i rapporti tra i due, che da amici divennero rivali. 

Successivamente Xavier fu reso paraplegico da un incidente, che venne rivelato in seguito causato dal supercriminale Lucifero. A trovarlo e salvarlo dalla grotta in cui era rimasto paralizzato fu la giovane Sage. Fu trasferito in un ospedale della Croce Rossa in India dove incontrò Amalia Voght, segretamente mutante anche lei. I due andarono a convivere lì in India: inizialmente lei vide i progetti di Cerebro e, non sapendo che anche Charles era un mutante, pensò che volesse cercarli per braccarli. 

Decise allora di fondare la scuola per giovani dotati, un istituto dove insegnava a giovani e spaventati mutanti a comprendere la loro vera natura e ad imparare ad usare saggiamente i propri poteri. Per poter contrastare i piani criminali di dottor Schmidt, un mutante con l’ambizione di dominare il mondo scatenando la terza guerra mondiale, e che durante la seconda guerra lavorò a fianco dei Nazisti, dove scovò e torturò il giovane Erik Lehnsherr (Magneto), Xavier formò gli X-Men, un gruppo formato dai suoi studenti per contrastare le minacce dei mutanti con intenzioni criminali.

La first class, composta dai suoi primi studenti, era formata da: Scott Summers alias Ciclope, Warren Worthington III detto Angelo, Henry McCoy soprannominato Bestia, Robert Drake ovvero l’Uomo Ghiaccio e infine da Jean Grey chiamata Marvel Girl. Xavier addestrò i ragazzi nell’usare i loro poteri in combattimento, e gli X-Men divennero presto gli ambasciatori del suo sogno di uguaglianza, proteggendo gli stessi cittadini che li emarginavano bollandoli come mostri.

Per un periodo pensarono che il Professore fosse stato ucciso da Grottesco, anche se in realtà si scoprì poi che al suo posto fu ucciso il mutaforma Changeling che, in accordo con Charles, aveva assunto le sue sembianze. Successivamente, avendo trovato tramite Cerebro un potentissimo mutante, un’isola vivente chiamata Krakoa, Xavier mandò gli X-Men ad investigare.

Furono tutti catturati, tranne Ciclope, che riuscì a tornare alla Scuola. Allora Xavier, per salvarli, cercò e trovò altri mutanti di varia nazionalità: il russo Pjotr Rasputin (Colosso), la keniota Ororo Munroe (Tempesta), l’apache John Proundstar (Thunderbird), il canadese Logan (Wolverine), il tedesco Kurt Wagner (Nightcrawler), l’irlandese Sean Cassidy (Banshee) e il giapponese Shiro Yoshida (Sole Ardente). La nuova squadra riuscì a sconfiggere Krakoa e a riportare a casa i vecchi X-Men, i quali però appena tornati lasciarono la scuola, ad eccezione di Ciclope, che diventò il capo dei nuovi X-Men.

Anni dopo, per la precisione subito dopo l’M-Day, dallo spazio ritornò Vulcan, fratello di Havok e Ciclope, il quale rivelò che il gruppo di mutanti internazionali inviati su Krakoa erano la seconda spedizione di salvataggio: lui era a capo della prima spedizione, formata da un gruppo di studenti di Moira MacTaggert che Xavier reclutò per recuperare la sua First Class. Morirono tutti tranne lo stesso Vulcan (e Darwin che sopravvisse al suo interno) che rimase intrappolato in Krakoa e che quindi fu spedito nello spazio con l’isola mutante; la storia non si conosceva perché Xavier decise di cancellare il ricordo di questa missione dalla mente di Ciclope, che fu salvato proprio da Vulcan, e da quella di Moira.

Ad un certo punto del suo eterno scontro con Magneto, Charles gli cancella la mente; questo fatto sconvolge il suo inconscio a tal punto che da vita all’entità chiamata Onslaught. Dopo aver rapito Franklin, il figlio di Reed Richards e Sue Storm dei Fantastici 4 per farsi aiutare a plasmare un nuovo mondo, Xavier/Onslaught distrugge parte di New York e combatte contro gli eroi della Terra. Si scopre che il Professore nascondeva sotto l’Isola di Muir, affidati a Moira MacTaggert, i Protocolli Xavier, ovvero dei dossier su come poter neutralizzare ed uccidere ogni singolo X-Men. Fantastici 4 e Vendicatori si sacrificano morendo tutti per sconfiggerlo. Liberato dal mostro creato dal suo inconscio e rimasto senza poteri, Charles si arrende a Val Cooper, per essere interrogato sulla vicenda Onslaught: finirà invece prigioniero di Bastion e dell’Operazione Zero Tolleranza.

I due amori più importanti della sua vita sono stati la Dottoressa Moira MacTaggert, una scienziata, che si occupava di fisiologia mutante e Lilandra, imperatrice di una specie aliena chiamata Shi’ar. Da citare sono anche l’amante Amelia Voght, una terrorista mutante unitasi agli Accoliti di Magneto, e Gabrielle Haller, un’ambasciatrice israeliana da cui ha avuto il figlio Legione. Per seguire Lilandra nello spazio, Xavier lasciò la guida degli X-Men proprio a Magneto, che in quel periodo cercava di redimersi; tuttavia presto Magnus tornò sui suoi passi e Xavier, di ritorno sulla Terra, riprese la guida del gruppo. Xavier ha una sorella del tutto identica a lui chiamata Cassandra Nova, che credeva morta alla nascita. Prendendo il controllo del corpo del fratello, fu responsabile del bombardamento su Genosha, che uccise sedici milioni di mutanti, e per poco non uccise lui e gli X-Men.

Sempre nei panni di Charles, Cassandra Nova, attaccò Lilandra e tutto l’impero Shi’ar, tant’è che in seguito quest’ultima attaccò il suo amato ritenendolo il responsabile delle azioni perpetrate dalla perfida sorella. Tuttavia da questa tremenda esperienza, Charles ne ricavò un importante beneficio: durante il periodo in cui Nova controllava il suo corpo, guarì la sua paralisi, grazie ad un fattore di guarigione simile a quello di Logan, e Charles recuperò dopo anni l’uso della gambe (evento narrato in X-Men: Genesi letale). Charles Xavier è molto amato dai tutti suoi studenti (in modo particolare da Jean e Scott, che lo ritengono un padre) ed è una figura autorevole nel mondo dei supereroi; difatti, per la sua morale ed il suo rigore è divenuto un membro degli Illuminati al pari del Dottor Strange, di Tony Stark, di Reed Richards e di due monarchi come Namor il Sub-Mariner e Freccia Nera, assieme ai quali ha preso parte a riunioni segrete che hanno deciso l’esito di molte minacce alla comunità dei supereroi, mutanti e non.

Dopo aver cercato di impedire a Galactus di distruggere il pianeta degli Skrull (viaggiando indietro nel tempo assieme ad alcuni X-Men arrivarono al pianeta nei giorni precedenti all’avvenimento), ritorna sulla Terra dove mette alla prova i suoi allievi dimostrandosi severo e spietato, solo per cercare di smascherare un infiltrato, che poi si rivelò essere uno Skrull con le sembianze di Wolverine, mandato da Apocalisse per cercare di catturare i Dodici. Nella battaglia contro il nemico si aggiungono, oltre agli X-Men, anche alcuni Skrull ribellatisi, e, dopo aver sconfitto Apocalisse, con l’estremo sacrificio di Ciclope, Charles decide di abbandonare la Terra per continuare a seguire gli Skrull ribelli e far loro da mentore.

Pur non essendo presente al momento della votazione, Xavier fu d’accordo con la decisione di esiliare Hulk dalla terra, guadagnandosi il rancore del golia verde.In seguito agli eventi di House of M il Professor X è prima sparito, per poi ricomparire improvvisamente rivelando che è stato privato dei suoi poteri da Wanda Maximoff, ma che ha riacquisito completamente le sue abilità motorie. Dopo che Ciclope ha scoperto che gli aveva nascosto l’esistenza del suo secondo fratello Gabriel, il mutante noto come Vulcan, ha espulso il suo ex mentore dalla scuola degli X-Men. Xavier è quindi partito con una squadra di mutanti per la galassia Shi’ar nel tentativo di fermare lo stesso Vulcan, desideroso di vendetta verso gli alieni che l’hanno tenuto a lungo imprigionato. Durante lo scontro tra gli X-Men e la Guardia Imperiale guidata dal neo-imperatore Vulcan viene lanciato all’interno del Cristallo M’Kraan dove, prima di essere salvato da Darwin, riacquista i poteri mentali persi.

Durante lo scontro tra i Vendicatori e le Fenici (AVX) Ciclope ed Emma Frost, Xavier viene ucciso da Scott Summers (corrotto dalla Fenice).

Interpreti:

Patrick Stewart
(X-Men prima trilogia, Logan)
James McAvoy
(X-Men nuova serie)

16 commenti

  1. Pingback: HAVOK – X-MEN
  2. Pingback: TEMPESTA – X-MEN
  3. Pingback: POLARIS – X-MEN
  4. Pingback: MAGNETO – X-MEN
  5. Pingback: COLOSSUS – X-MEN
  6. Pingback: MYSTICA – X-MEN
  7. Pingback: GAMBIT – X-MEN
  8. Pingback: ROGUE – X-MEN
  9. Pingback: X-FACTOR – X-MEN
  10. Pingback: CABLE – X-MEN

I commenti sono chiusi.